30 settembre 2009: Incontro con l’associazionismo dei migranti in Italia


logo
Le vacanze sono finite (per chi le ha fatte), i migranti sono rientrati dai rispettivi Paesi d’origine (chi è riuscito ad andare), mentre qualcuno è rimasto in ufficio per far sì che il 30 settembre scorso, a Roma, potesse svolgersi il primo importante incontro tra Italia Lavoro e l’associazionismo dei migranti di tutti i continenti in Italia.

La giornata è stata lunga, gli interventi tanti.

I lavori sono stati aperti dal Presidente Italia Lavoro, Natale Forlani, che ha presentato “La Mission e le Attività di Italia Lavoro per l’Occupazione”. E’ intervenuta Liliana Ocmin, Coordinatrice nazionale delle donne – Cisl,

Il Prefetto Mario Ciclosi, V.C. Dipartimento Vicario per le Libertà Civili e l’Immigrazione, Ministero dell’Interno, ha parlato de “L’integrazione ed il Coordinamento istituzionale sul territorio” ed infine, il coordinatore del progetto e Responsabile Area Immigrazione e Mobilità Internazionale del Lavoro, Federico Lazzarini, ha presentato “La promozione delle politiche del lavoro per i cittadini stranieri”.

Sono intervenuti alcuni rappresentani di Associazioni che hanno posto delle questioni al Prefetto Ciclosi.

Nella seconda parte dell’incontro, è seguita la “Presentazione degli strumenti e dei percorsi di qualificazione” a cura dell’Area Immigrazione e Mobilità Internazionale ed interventi su “I servizi ed il sostegno alla imprenditoria straniera in Italia” a cura di Indra Perera, Presidente Comitato CNA World e di Claudio Capezzuoli, Responsabile CNA World Roma.

I lavori della giornata si sono concentrati su IL RUOLO DELL’ASSOCIAZIONISMO e su LE OPPORTUNITA’
– Migliorare la capacità delle associazioni di fornire supporto sul tema del lavoro
– Rafforzare il ruolo di rappresentanza della rete associativa
– Valorizzare il ruolo di “mediazione” delle associazioni nei confronti dei cittadini stranieri

COME:
Produrre e diffondere strumenti di consultazione ed aggiornamento di supporto ai servizi che le associazioni offrono ai cittadini stranieri (guide, rapporti, opuscoli, materiali informativi)
Realizzare servizi di consulenza giuridica on line
Promuovere la qualificazione dei responsabili delle associazioni (Formazione e aggiornamento)
Rendere l’associazionismo protagonista della rete di diffusione delle informazioni presso i cittadini stranieri

I TERRITORI DI INTERVENTO
PIEMONTE
PUGLIA
LOMBARDIA
CAMPANIA
VENETO
TOSCANA
SICILIA
CALABRIA
LAZIO


Italia Lavoro propone di formalizzare la collaborazione con un
protocollo di intesa
sugli scopi e le linee di attività

* * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * *

Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali

Italia Lavoro
Area Immigrazione e Mobilità Internazionale

INCONTRO CON L’ASSOCIAZIONISMO DEI MIGRANTI IN ITALIA

L’offerta di strumenti di offerta comunicazione ed informazione, aggiornamento e formazione,
promozione delle realtà associative

L’OFFERTA
L’offerta di servizi di Italia Lavoro nei confronti delle realtà associative dei migranti in Italia si colloca all’interno del programma

LA MOBILITA’ INTERNAZIONALE DEL LAVORO
finalizzato a favorire:
– le sinergie tra politiche del lavoro e dell’immigrazione
– lo sviluppo di strumenti e servizi in Italia e nei Paesi di origine dei flussi migratori più consistenti
In particolare, il rapporto di cooperazione con le associazioni è funzionale a:
– promuovere una maggiore partecipazione dei cittadini stranieri ai processi di integrazione socioculturale ed alle politiche del lavoro
– favorire la regolarità dei percorsi di ingresso nel mercato del lavoro

OBIETTIVO DELL’OFFERTA OFFERTA
Sostenere i percorsi di qualificazione della presenza associativa in relazione alle tematiche del lavoro attraverso:
– STRUMENTI di comunicazione, di diffusione delle informazioni, di promozione dell’associazionismo
– SERVIZI di informazione e consulenza sulle tematiche del lavoro e dell’immigrazione
– attività di FORMAZIONE e AGGIORNAMENTO rivolte alle associazioni

GLI STRUMENTI DI COMUNICAZIONE
Gli strumenti di comunicazione sono funzionali a:
– Diffondere e far circolare le informazioni
– Stimolare la comunicazione e l’interazione tra diversi soggetti
– Promuovere il ruolo dell’associazionismo
– Favorire lo scambio interculturale

IL PORTALE SERVIZI al LAVORO

Che cos’è
E’ il “Portale delle opportunità e dei servizi del mondo del lavoro” (canale di comunicazione istituzionale del Ministero del lavoro)

E’ concepito come uno strumento pratico di orientamento su:
– iniziative ed eventi territoriali
– programmi nazionali e regionali di politica attiva
– risorse (guide, riferimenti, FAQ..) e strumenti per la ricerca di opportunità e di contatto con i soggetti che operano sulle tematiche del lavoro e dell’immigrazione

A chi si rivolge
Cittadini – Imprese (datori di lavoro) – Operatori

IL PORTALE
SERVIZI al LAVORO
Le informazioni sul Portale sono alimentate dai contributi editoriali forniti dalla rete dei partner e dai soggetti che hanno interesse a promuovere iniziative e servizi. I contenuti proposti vengono raccolti, selezionati ed organizzati dal Comitato di redazione web

In prospettiva:
– strumenti di discussione e collaborazione (forum tematici, rubrica utenti, blog …)
– scambio di documenti (librerie, glossari, linkografie…)

IL PORTALE DI ITALIA LAVORO
Fornisce informazioni sui programmi e progetti che Italia Lavoro realizza in diverse aree di intervento rivolte a creare opportunità di occupazione, rivolgendosi, in particolare, alle categorie più deboli del mercato del lavoro con una sezione dedicata agli immigrati.

Nella sezione dedicata alle attività che Italia Lavoro realizza in materia di immigrazione e cooperazione internazionale, è possibile trovare informazioni relative all’offerta di servizio, i progetti realizzati da Italia Lavoro e le news e gli eventi .

In prospettiva offrirà strumenti per:
• la gestione e monitoraggio di percorsi di inserimento lavorativo
• la ricerca attiva di un impiego e per la visualizzazione/ricerca delle opportunità di
lavoro offerte dalle imprese
• la formazione (gestione di interventi formativi e di autoformazione)

La newsletter La Mobilitàinternazionale del lavoro:offre informazioni e spunti di riflessione a tutti i soggetti –istituzionali e non –che operano sul tema dell’immigrazionesi propone come occasione d’incontro e di dialogo tra diversi attorifavorisce la divulgazione di notizie ed iniziative

Notizie, interviste, storie di vita, domande, protagonisti della rete migrante, normativa, opportunità ed appuntamenti del mondo dell’immigrazione…

LA NEWSLETTER
E’ attualmente quindicinale; a regime sarà settimanale
La newsletter è strutturata in rubriche
L’organizzazione e l’invio della newsletter sono a cura dello Staff
Comunicazione di Italia Lavoro
Contributi editoriali sono forniti da tutti i soggetti coinvolti nel
programma e da istituzioni e organizzazioni interessate a
promuovere proprie iniziative e servizi

Per inviare contributi, interventi, segnalazioni, proposte:
Olga De Los Santos
odelossantos@italialavoro.it

La lista di distribuzione rispecchia la banca dati del programma
Mobilità Internazionale ed è in continua crescita Comprende:
– soggetti istituzionali (ambasciate, consolati, ministeri, regioni, province, comuni)
– agenzie di stampa e testate giornalistiche che si occupano di immigrazione
– attori del privato sociale e centri culturali
– associazioni di migranti

LA NEWSLETTER
LE RUBRICHE
Le interviste della settimana
La storia della settimana
L’esperto risponde
I progetti per i cittadini stranieri
La Rete migrante in Italia: i protagonisti
Le opportunità sul territorio italiano per i cittadini stranieri
Migrazione nel mondo
Gli appuntamenti

LA COLLABORAZIONE CON LE ASSOCIAZIONI

– Sviluppare un rapporto di collaborazione e di scambio di informazioni utile ai cittadini stranieri, promuovendo la loro partecipazione
– Promuovere un maggiore flusso d’informazione all’interno delle comunità straniere presenti in Italia
– Proporre temi, eventi, appuntamenti, nuove rubriche (anche in lingua madre)
– Partecipare attivamente nell’alimentazione e nell’ampliamento della lista dei contatti

L’ESPERTO RISPONDE
E’ un servizio di consulenza giuridica on-line offerto ai cittadini, alle imprese ed alle associazioni sulle tematiche più ricorrenti e di maggiore interesse che riguardano la presenza degli immigrati nella società italiana
La consulenza giuridica risponderà, in particolare, a quesiti su:
– la normativa vigente in tema di immigrazione (quadro legislativo, aggiornamenti, circolari, decreti, orientamenti, prassi)
– le procedure amministrative
– Il servizio sarà strutturato in forma di FAQ

La raccolta dei quesiti avverrà a cura del programma Mobilità Internazionale:
mabate@italialavoro.it
fax: 06 – 80 692 594

IL DÉPLIANT SULLE MISURE ANTICRISI
Il dépliant informativo sulle misure anticrisi è rivolto a lavoratori stranieri ed imprese a titolare straniero
E’ uno strumento bilingue: in italiano e nelle lingue prevalenti delle comunità nazionali presenti in Italia
La diffusione del dépliant:
– favorisce l’accesso alle informazioni, ai servizi ed alle opportunità occupazionali e formative
– contribuisce ad avvicinare i cittadini stranieri alle istituzioni e promuove la loro partecipazione attiva

IL DÉPLIANT SULLE MISURE ANTICRISI
Le associazioni potranno diffonderlo presso i loro connazionali a livello regionale:
– sarà spedito alle sedi territoriali delle associazioni a cura del programma La Mobilità Internazionale del Lavoro
– i territori oggetto della distribuzione saranno le regioni previste dall’intervento progettuale dalle indicazioni dei rappresentanti delle associazioni e l’utilizzo della banca dati deriverà l’organizzazione distributiva degli opuscoli saranno distribuite 40.000 copie

AGGIORNAMENTO E FORMAZIONE

IL PERCORSO FORMATIVO

“MISURE ANTICRISI, SERVIZI PER IL LAVORO E ASSOCIAZIONISMOMISURE ASSOCIAZIONISMO”
Il percorso formativo è finalizzato a trasmettere conoscenze e diffondere esperienze e strumenti di intervento in relazione alle misure anticrisi messe in atto dal Governo ed alla rete dei servizi per il lavoro presenti sul territorio italiano
I destinatari degli interventi formativi sono i referenti delle varie associazioni in rappresentanza delle diverse comunità nazionali coinvolte

IL PERCORSO FORMATIVO
OBIETTIVI
1. Trasferire conoscenze, capacità e strumenti tecnici di informazione e di intervento per:
2. Promuovere il ruolo dell’associazionismo come parte attiva della rete territoriale e nel rapporto con le istituzioni
3. Rafforzare le capacità di intervento dell’associazionismo sulle tematiche del lavoro
4. Rafforzare nell’associazionismo la capacità di autodiagnosi dei fabbisogni formativi e professionali in relazione al rapporto con il mondo del lavoro

I TEMI
I. Le misure anticrisi: ammortizzatori sociali e opportunità per lavoratori e imprese
II. La normativa sul lavoro e sull’immigrazione: punti di incontro e problematiche specifiche
III. La collaborazione tra servizi pubblici e privati per il reinserimento al lavoro: attori e reti
Le aree tematiche individuate, di carattere generale, saranno costantemente attraversate da riferimenti alla programmazione regionale sulle politiche del lavoro e dell’immigrazione.

IL PERCORSO FORMATIVO
STRUTTURA e METODOLOGIA
Il percorso formativo è articolato in 3 workshop territoriali, della durata di 4 ore, realizzati a livello regionale
I workshop prevedono interventi di esperti di Italia Lavoro, di referenti ed operatori dei soggetti istituzionali e dei servizi per il lavoro – pubblici e privati – che operano nell’ambito delle politiche migratorie e del lavoro
La tecnica utilizzata è di tipo partecipativo ed alterna momenti di presentazione teorica (con sussidi didattici) a situazioni di interazioni di gruppo (con simulazioni ed esercitazioni pratiche)
I seminari si svolgono in lingua italiana: i termini più tecnici saranno spiegati ed esercitati durante l’intero percorso

I WORKSHOP
Le misure anticrisi: ammortizzatori sociali e opportunità per lavoratori e imprese
I lavoratori e le imprese colpiti dalla crisi possono accedere a forme di sostegno al reddito accompagnate da servizi per favorire nuova occupazione
Le associazioni possono svolgere un importante ruolo di sensibilizzazione e coinvolgimento dei lavoratori e degli imprenditori stranieri

Obiettivo
Trasferire conoscenze ed informazioni sul sistema degli ammortizzatori sociali, sulle opportunità e le risorse che il Governo e le Regioni hanno messo a disposizione per i lavoratori e le imprese in crisi occupazionale

Contenuti
Il sistema degli ammortizzatori sociali: CIG; CIGS; Mobilità; Disoccupazione Gli ammortizzatori in deroga: le opportunità per i lavoratori e per le imprese; i programmi nazionali e gli interventi regionali; i servizi e le procedure di accesso; le specificità regionali

II WORKSHOP
La normativa sul lavoro e sull’immigrazione: punti di incontro e problematiche specifiche
I lavoratori stranieri godono degli stessi diritti dei lavoratori italiani, anche in relazione alla possibilità di beneficiare delle tutele di sostegno al reddito.
La loro condizione è fortemente vincolata alla durata del permesso di soggiorno e alla disponibilità dei requisiti necessari per poter soggiornare regolarmente in Italia.

Obiettivi
Trasferire conoscenze ed informazioni sulla normativa sul lavoro e sulla condizione giuridica dei lavoratori stranieri
Diffondere informazioni pratiche sulle normative e sulle procedure amministrative che riguardano i lavoratori stranieri che perdono il posto di lavoro

Contenuti
La normativa sul lavoro e sull’immigrazione
La condizione giuridica e amministrativa del lavoratore straniero
Diritti e doveri del lavoratore straniero che beneficia delle misure anticrisi: il rapporto tra sussidi,
servizi per la riqualificazione e permessi di soggiorno
Permesso per attesa occupazione: il quadro normativo; le prassi; soluzioni operative

III WORKSHOP
La collaborazione tra servizi pubblici e privati per il reinserimento al lavoro: attori e reti
Lo sviluppo di rapporti di cooperazione è funzionale a sostenere una maggiore partecipazione dei cittadini stranieri alle opportunità occupazionali offerte dal mercato del lavoro italiano e alla fruizione dei servizi promossi per fronteggiare la crisi

Obiettivi
Trasferire conoscenze ed informazioni sul ruolo e le competenze dei servizi per il lavoro
Diffondere esperienze, informazioni e strumenti operativi per il reinserimento di lavoratori stranieri
Stimolare l’autopromozione delle associazioni, la condivisione di informazioni, la manutenzione delle relazioni, l’animazione nel territorio, l’organizzazione e la pubblicizzazione di eventi
Promuovere l’utilizzo degli strumenti informativi e di comunicazione messi a disposizione da ITALIA LAVORO sulle politiche ed i servizi per il lavoro

Contenuti
La rete dei servizi pubblici e privati per il lavoro; modalità di raccordo e integrazione
Inserimento e reinserimento al lavoro
Istituzioni locali, attori sul territorio, ruolo delle associazioni: servizi di supporto; il lavoro di
rete; le relazioni con i servizi per il lavoro
Gli strumenti di informazione e di comunicazione messi a disposizione da ITALIA LAVORO

MATERIALI E STRUMENTI
L’intero percorso formativo sarà supportato dalla consegna di materiali ai partecipanti e dalla condivisione di strumenti:
rapporti recenti sulle tematiche dell’immigrazione e del lavoro
dispense e guide prodotte da IL sulle politiche per il lavoro e l’immigrazione
slides a cura dell’équipe del programma Mobilità Internazionale del Lavoro
strumenti di indagine e rilevazione
fonti normative
materiale informativo
supporti informatici
bibliografie e sitografie

IL QUESTIONARIO PER LE ASSOCIAZIONI
Chi siamo?
Il questionario persegue l’obiettivo di realizzare una ricognizione sulle realtà dell’associazionismo degli immigrati presenti in Italia, partendo da quelle con le quali si è avviato un rapporto di collaborazione.
Dalla elaborazione dei dati che emergeranno dall’indagine si creerà un
rapporto sull’associazionismo ed un archivio alimentato costantemente
con il contributo delle associazioni
Raccogliendo informazioni e dati su:
collocazione geografica
attività e progetti in corso
lavoro di rete
partecipazione e promozione di eventi
attivazione di servizi
si potrà conoscere l’articolazione territoriale e la dimensione organizzativa di ogni realtà associativa

LE AREE TEMATICHE DEL QUESTIONARIO
anagrafica dell’associazione
dimensione organizzativa, natura giuridica, mission
attività / progetti in corso (finanziati o meno)
relazioni a livello centrale, lavoro di rete territoriale
conoscenza dell’utenza
capacità di lettura dei bisogni dell’utenza
capacità di attivare servizi

LA SOMMINISTRAZIONE DEL QUESTIONARIO
Invio: il questionario sarà inviato via e-mail alle associazioni di migranti che partecipano alle attività del programma
Tempi: sarà chiesto alle associazioni l’impegno a restituirlo via e-mail

Elaborazione:
sarà elaborato dall’équipe del programma Mobilità Internazionale che realizzerà un report e ne darà una prima restituzione durante gli incontri di formazione e aggiornamento

Annunci

Un commento su “30 settembre 2009: Incontro con l’associazionismo dei migranti in Italia

  1. Ai fini di una tesi di laurea sulla Rete G2, gradirei ricevere – se possibile – il Vostro questionario rivolto alle associazioni dei migranti. Grazie. Patrizia Maltese

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...