Turchia/ Senza tregua guerra armeni e governo su scelta Patriarca


Recep Tayyip Erdogan, Prime Minister of Turkey

Image via Wikipedia

Terza  causa intentata contro esecutivo per diritto nuova elezione











Istanbul, 9 mar. (TMNews) - Continua il braccio di ferro fra una parte della
comunità armena e il governo turco sull'elezione del nuovo patriarca. Ieri
un altro membro della minoranza - la cui identità non viene rivelata - ha
fatto causa al ministero dell'Interno e alla Prefettura di Istanbul. Si
tratta del terzo ricorso in pochi mesi, i primi due presentati
collettivamente dalla comunità. Il motivo è sempre lo stesso: permettere
alla comunità di eleggere autonomamente il proprio patriarca per sostituire
quello attuale, Mesrob II,  molto malato, con gravi problemi di demenza. 

Tutto è cominciato nei mesi scorsi, quando il ministero dell'Interno per la
prima volta ha nominato un "vicepatriarca", scelto dalla prefettura di
Istanbul. Il suo nome è Aram Atesyan, arcivescovo da molti anni e gradito
all'esecutivo islamico-moderato guidato da Recep Tayyip Erdogan. Un gesto
che parte della comunità armena vive come un vero e proprio golpe. Quello
che gli armeni chiedono è che venga rimossa la figura di "vicepatriarca" e
di poter eleggere democraticamente il successore di Mesrob II come vuole la
tradizione. 

Sahub Arslngil, avvocato e rappresentante della parte di comunità armena che
sta portando avanti la battaglia legale, ha detto al quotidiano Hurriyet:
"Il patriarca attuale è in una posizione che non ha nessun posto nella
tradizione della chiesa armena", spiegando che la comunità andrà avanti
finché non vedrà riconosciuto il proprio diritto. 

Dall'altra parte, Arslangil, non sembra intenzionato a lasciare . Il
vicepatriarca ha infatti detto che spera ancora che le condizioni di salute
di Mesrop II migliorino, cosa su cui i medici nutrono ben poche speranze e
ha aggiunto che i patriarchi armeni sono eletti a vita. Tenere elezioni con
Mesrob
II incapace di intendere e di volere, ma vivo, sarebbe una cosa poco etica,
ha sostenuto, aggiungendo che la sua nomina era un atto precauzionale perché
la sede non rimanesse di fatto vacante.
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...