CL° DELL’UNITA’, ONORIAMO LA REAL CASA CHE FECE LA PATRIA UNA, LIBERA E INDIPENDENTE!


Riceviamo e pubblichiamo la lettera del Conte Prof. Fernando Crociani Baglioni, in occasione delle cellebrazioni per i 150 anni dell’Unità d’Italia.

Prof. Fernando Crociani Baglioni

Prof. Fernando Giulio Crociani Baglioni

(€UROITALIA – ROMA, 24 MARZO 2011)
Cari amici,

il 150° dell’Unità d’Italia suscita grande emozione e toccanti ricordi in ogni italiano, di ogni età, ceto, opinione  e condizione. Ometto in questa nota i ricordi personali, in quanto contenuti nell’ultimo mio libro di storia familiare;  ma mi è caro rammentare quando, 50 anni fa…, il 17 di marzo 1961, nel Centenario, ricevetti alla scuola media Virgilio, celebrandosi la ricorrenza con tutta la scolaresca,  preside e  insegnanti,  un volumetto storico contenente anche i testi dello Statuto Albertino del Regno del 1848, i Patti Lateranensi del 1929 e la Costituzione della Repubblica del 1948; libretto che gelosamente custodisco; ed issai al balcone di casa il tricolore della Patria !  La bandiera, dopo 50 anni, è tornata a sventolare da quel  medesimo balcone, come vi sventolò in altre ore liete e tristi per la Patria e per la mia famiglia, nel tempo trascorso…

Vorrei ricordare ai molti amici e amiche, giovani e meno giovani, che non può esservi oggi, 2011, miglior modo per ricordare il Risorgimento della Patria e tutta la nostra identità nazionale e di vita comunitaria civile, se non rendendo giusto onore alle salme dei Re d’Italia abbandonate nel corso di sei decenni in terre straniere, e restituirle alla gloria e alla memoria dei posteri nel Pantheon romano. Molti non sanno incolpevolmente  e si domandano perchè al Pantheon ? Perchè al Pantheon vi fu sepolto il Padre della Patria Re Vittorio Emanuele II, il Re Umberto I, e la Regina Margherita prima Regina d’Italia; e simboleggia tutto il nostro retaggio risorgimentale. E’ dunque giusto, legittimo, opportuno che ivi, sotto l’insegna della Corona ferrea, che fu cinta dai Re longobardi nel primo Regno che fu detto d’Italia nel primo millennio, vengano sepolti il Re Vittorio Emanuele III, il Re Soldato della Vittoria di Vittorio Veneto, la Regina Elena di Savoia Petrovich Niegosh del Montenegro, che Pio XII appellò Regina della Carità,  il Re Umberto II, e la Regina Maria Josè di Savoia Saxonia Coburgo Gotha del Belgio. E ciò per rispetto alla memoria storica, che oggi gli Italiani desiderano condivisa e senza più odi, nè rancori, nè recriminazioni. Il tempo trascorso ha lenito le ferite delle divisioni proprie del secolo il più tragico della storia umana: con due guerre mondiali, che gli storici definiscono ora un’unica tremenda guerra civile europea con decine di milioni di morti, olocausti, persecuzioni ideologiche e razziali, stermini di massa, guerre fratricide e fanatismi ideologici.  Dunque come ignorare la Real Casa che fece l’Italia 150 anni fa ? E come dimenticarne la dinastia che simboleggia tutto questo percorso storico ? Auspico che il ministero in carica, godendo del consenso amplissimo del popolo italiano, ma godendo su queste attese anche del consenso di gran parte dell’opposizione, così come fu  nel 2002- umanitariamente – per l’abolizione, dopo 54 anni,  dell’esilio dei Savoia vivi, si degni di archiviare  oggi, 2011, l’esilio dei Savoia morti ! Auspico altresì da studioso della materia, che il governo della Repubblica decreti il riconoscimento delle onorificenze cavalleresche della Real Casa di Savoia, così come si fece già da  almeno un decennio per decreti ministeriali, e per sentenze della magistratura da 65 anni, per quelle delle Case preunitarie italiane.  Come sarebbe assurdo e ingiusto se la Repubblica Italiana accordando autorizzazioni all’uso di onorificenze dinastiche preunitarie, continuasse ad ignorare quelle della Casa Reale che ebbe maggiori meriti in quanto  fece l’Italia, la nostra Patria, una, libera e indipendente; quella Patria comune, di cui noi e i nostri figli siamo, grazie a Dio,  gli eredi.

Cordialmente, vostro,

Fernando Giulio Crociani Baglioni

Lavoratori stagionali, al via alle domande


Viterbo – Disponibili sul sito della Prefettura
Lavoratori stagionali, al via alle domande
Viterbo – 24 marzo 2011 – ore 11,00

Riceviamo e pubblichiamo – Si rende noto che, dalle 8 del giorno 22 marzo sino alle 24 del 31 dicembre, i datori di lavoro possono presentare le domande di nulla osta per lavoro stagionale previste dal decreto flussi 2011, utilizzando l’apposito programma disponibile per il download all’indirizzo: http://nullaostalavoro.interno.it/Ministero/download.
Le quote destinate alla provincia di Viterbo sono numero 160.

Si ricorda che sarà possibile, da parte dei datori di lavoro, rivolgersi alle  associazioni firmatarie dei Protocolli d’Intesa con il ministero dell’Interno e con il ministero della Solidarietà Sociale per essere assistiti nel disbrigo delle pratiche.

Infatti, con decreto del presidente del Consiglio dei Ministri riguardante la programmazione transitoria dei flussi d’ingresso dei lavoratori extracomunitari  stagionali nel Territorio dello Stato per l’anno 2011, è prevista l’entrata in Italia di lavoratori extracomunitari stagionali entro la quota massima di 60mila unità, da ripartire tra le regioni e le province autonome con provvedimento del Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali.

La quota riguarda:
a)I lavoratori subordinati stagionali non comunitari di Serbia, Montenegro, Bosnia- Herzegovina, Repubblica ex Yugoslava di Macedonia, Repubblica delle Filipppine, Kosovo, Croazia, India, Ghana, Pakistan, Bangladesh, Sri Lanka, Ucraina, Gambia, Niger e Nigeria.

b)I lavoratori subordinati stagionali non comunitari dei seguenti Paesi che hanno sottoscritto o stanno per sottoscrivere accordi di cooperazione in materia migratoria: Tunisia, Albania, Marocco, Moldavia ed Egitto.

Il decreto in argomento dispone (articolo 2) che, sempre nell’ambito della quota prevista di numero 60mila ingressi, siano ricompresi anche i lavoratori non comunitari, cittadini dei paesi indicati nelle lettere a) e b) che abbiano fatto ingresso in Italia per prestare lavoro subordinato stagionale per almeno due anni consecutivi e per i quali il datore di lavoro presenti richiesta di nulla osta pluriennale per lavoro stagionale.

Prefettura di Viterbo

CENTO GIOVANI, Notiziario 24 marzo 2011


L’associazione culturale “cento giovani” è membro del Comitato Regionale degli Utenti e dei Consumatori (CRUC), istituito dalla Regione Lazio con la legge regionale del 10 novembre 1992 con il compito, tra gli altri, di esprimere pareri sui piani e i programmi della Regione, nonché sui programmi di informazione e formazione nei confronti degli utenti e dei consumatori.

VIABILITÀ MALATA VERSO LA TIBURTINA: A ROMA CONVEGNO UDC IN CERCA DI SOLUZIONI  di Michele Minnicino
Rilanciare le attività sul territorio attraverso la creazione di una sede di riflessione sulle problematiche dei Municipi. In questa direzione intende muoversi il partito dell’Udc, nel presentare giovedì 24 marzo, alle ore 18 all’Hotel Rouge et Noir, il convegno dal titolo: V Municipio “Viabilità malata… verso la Tiburtina”.

Leggituttohttp://www.centogiovani.it/laboratorio/index.php?option=com_content&view=article&id=1510:viabilita-malata-verso-la-tiburtina-a-roma-convegno-udc-in-cerca-di-soluzioni&catid=2:consumatori&Itemid=60

USURA: RETE PER LA LEGALITÀ DENUNCIA CHE NEL LAZIO VITTIMA UN COMMERCIANTE SU TRE   di Michele Minnicino
La longa manus degli usurai continua a mietere vittime senza sosta e le difese immunitarie della società contro il devastante virus appaiono prive della dovuta efficacia.
Un nuovo grido d’allarme viene lanciato dalla Rete per la legalità che riunisce 40 associazioni antiracket. Nel Lazio, in particolare, il drammatico fenomeno ha colpito 28mila commercianti, il 35% della categoria, con estorsioni stimate oltre i tre milioni di euro.

Leggi tutto: http://www.centogiovani.it/laboratorio/index.php?option=com_content&view=article&id=1509:usura-rete-per-la-legalita-denuncia-che-nel-lazio-vittima-un-commerciante-su-tre&catid=2:consumatori&Itemid=60

“MADE IN LAZIO” E OSTELLI DELLA GIOVENTÙ NO PROFIT : IN ARRIVO NUOVA LEGGE REGIONALE   di Michele Minnicino
Approvati dalla regione Lazio la proposta di legge regionale n.108, sull’Istituzione dell’elenco regionale “Made in Lazio” che ora dovrà approdare nell’aula consiliare per l’approvazione definitiva e una proposta di legge che mira al rilancio degli ostelli della gioventù sul territorio laziale.

Leggi tutto: http://www.centogiovani.it/laboratorio/index.php?option=com_content&view=article&id=1504:made-in-lazio-e-ostelli-della-gioventu-no-profit-in-arrivo-nuova-legge-regionale&catid=2:consumatori&Itemid=60

SANITÀ, SANTA LUCIA: IL TAR SOSPENDE IL DECRETO “TAGLIA POSTI LETTO” DELLA REGIONE LAZIO  di Michele Minnicino
Il Tar Lazio con l’ordinanza n. 877 del 9 marzo 2011 ha sospeso l’applicabilità all’IRCCS Fondazione Santa Lucia dei decreti della Regione Lazio che dispongono il taglio di posti-letto per la neuroriabilitazione. Contestualmente il Tribunale ha riconosciuto l’essenzialità dell’Istituto nell’erogazione di prestazioni di alta specialità.

Leggi tutto: http://www.centogiovani.it/laboratorio/index.php?option=com_content&view=article&id=1503:-sanita-santa-lucia-il-tar-sospende-il-decreto-taglia-posti-lettoqdella-regione-lazio&catid=2:consumatori&Itemid=60

TUNISINI “OSPITATI” ALL’INTERNO DEL C.I.E. DI PONTE GALERIA      di Alessandro Di Matteo
Il Garante per i detenuti del Lazio, ha inviato una lettera al Prefetto di Roma nella quale ha evidenziato come da circa un mese 87 cittadini tunisini siano “ospitati” all’interno C.I.E. di Ponte Galeria.

Leggi tutto: http://www.centogiovani.it/laboratorio/index.php?option=com_content&view=article&id=1495:tunisini-qospitatiq-allinterno-del-cie-di-ponte-galeria&catid=2:consumatori&Itemid=60

TARIFFE TAXI: CATEGORIE A CONFRONTO MA SOLUZIONE ANCORA DISTANTE      di Michele Minnicino
Prove tecniche di accordo sull’adeguamento delle tariffe dei taxi pubblici di Roma quelle andate in scena nella sede dell’assessorato alla Mobiltà, guidato da Antonello Aurigemma, alla presenza delle associazioni di categoria dei tassisti e dei consumatori.

Leggi tutto: http://www.centogiovani.it/laboratorio/index.php?option=com_content&view=article&id=1494:tariffe-taxi-categorie-a-confronto-ma-soluzione-ancora-distante-&catid=2:consumatori&Itemid=60

L’ANTITRUST INDAGA L’AUDITEL PER COMPORTAMENTI RESTRITTIVI DELLA CONCORRENZA    di Alessandro Di Matteo
La procedura ha avuto inizio su esposto della Sky Italia srl che ha evidenziato come nel campione d’indagine Auditel non siano inclusi gli individui stranieri residenti in Italia, e che i risultati della rivelazione siano attributi anche ai soggetti che non possiedono un apparecchio televisivo.

Leggi tutto: http://www.centogiovani.it/laboratorio/index.php?option=com_content&view=article&id=1485:lantitrust-indaga-laudilel-per-meccanismi-restrittivi-della-concorrenza&catid=2:consumatori&Itemid=60

TERMINAL GIANICOLO: HUB TURISTICO DI ROMA ALL’INSEGNA DELL’AMBIENTE E DEL BIODEGRADABILE  di Michele Minnicino
Nell’ambito delle iniziative a sostegno dell’ambiente, quali l’accordo tra il Terminal Gianicolo ed Ecozema per l’utilizzo di prodotti per il servizio di ristorazione, realizzati in materiali biodegradibili e compostabili, finalizzate alla riduzione dell’inquinamento ed alla presentazione di materiali biodegradabili, esperti della raccolta, trasporto, trattamento, riciclaggio e smaltimento dei rifiuti hanno analizzato le ultime novità in materia, dalle posate ai bicchieri, dalla tovaglietta fino ai piatti e alle tazzine per il caffè.

Leggi tutto: http://www.centogiovani.it/laboratorio/index.php?option=com_content&view=article&id=1484:terminal-gianicolo-hub-turistico-di-roma-allinsegna-dellambiente-e-del-biodegradabile&catid=2:consumatori&Itemid=60

IL TRIBUNALE AMMINISTRATIVO REGIONALE ANNULLA I RINCARI DEI PEDAGGI     di Andrea Chiappini
Importantissimo intervento del Tar del Lazio, competente in materia, che ha annullato il decreto ministeriale che aumentava le tariffe sulle strade che si connettono con autostrade e raccordi gestiti direttamente dall’Anas, tra le quali vi è il Grande Raccordo di Roma.

Leggi tutto: http://www.centogiovani.it/laboratorio/index.php?option=com_content&view=article&id=1483:tar-annulla-rincari-pedaggi&catid=2:consumatori&Itemid=60

PRENOTAZIONI ANALISI IN FARMACIA: LE RACCOMANDAZIONI DEL GARANTE      di Alessandro Di Matteo
Il Ministero dell’Interno ha chiesto il parere del Garante in ordine all’erogazione da parte delle farmacie di servizi di prenotazione di prestazioni di assistenza specialistica ambulatoriale, di pagamento e di ritiro dei relativi referti.

Leggi tutto: http://www.centogiovani.it/laboratorio/index.php?option=com_content&view=article&id=1482:prenotazioni-analisi-in-farmacia-le-raccomandazioni-del-garante&catid=2:consumatori&Itemid=60


Contatti:
Per ogni informazione o chiarimento in merito alle notizie contenute in newsletter chiamaci allo 066631859, scrivici a centogiovani@centogiovani.it oppure vienici a trovare nelle nostre sedi di Roma: Via Emilio Albertario 56 – Via G. B Pagano, 12.


La Newsletter di ‘cento giovani’ è un servizio gratuito, se non vuoi più ricevere le email di aggiornamento o ricevi questa lettera senza averlo richiesto, puoi chiedere l’annullamento dell’iscrizione scrivendo a centogiovani@centogiovani.it .

Direttore Michele Gerace