XXXVI Incontro Internazionale Macroproblemi 2011 – Fondazione Europea Dragan consegnerà le borse di studio intitolate al Prof. Giuseppe Costantino Dragan.


Preservação do meio ambiente!

Image via Wikipedia

€UROITALIA – ROMA, 28 aprile 2011.

Comunicato Stampa e Invito

Mercoledì 4 maggio 2011, ore 15,30

 Biblioteca Nazionale Centrale

Viale Castro Pretorio 105, Roma

XXXVI INCONTRO MACROPROBLEMI 2011

UNA ROAD MAP SULLE PRIORITÀ PER L’AMBIENTE

DISEGNATA DAI GIOVANI 

Tutti i giorni un nuovo allarme sull’ambiente con possibili gravi ricadute sull’umanità viene prospettato da varie fonti: da queste terribili eventualità discende un clima di paura che spesso si trasforma in indifferenza, in quanto ogni essere umano si sente inadeguato non dico a risolvere, ma anche a contribuire ad una soluzione.

 Questo significa sfiducia soprattutto per le nuove generazioni che vorrebbero sperare in un mondo migliore. Da qui la proposta, da parte del gruppo Macroproblemi, di effettuare ricerche nell’anno scolastico 2010/2011, per tracciare una road map delle priorità per l’ambiente che i giovani studenti, guidati dai docenti, rilevano più urgenti a seguito di quanto appreso e del loro impatto sociale.

Scuole e studenti dell’Italia, della Spagna, Turchia, Finlandia, Australia hanno risposto all’appello e con le tecnologie della comunicazione che sentivano più aderenti a quanto intendevano esprimere, Internet, CD Rom, DVD, disegni e manifesti, hanno tracciato una mappa dei problemi più urgenti ed hanno contemporaneamente suggerito le soluzioni che ritengono più idonee.

I risultati di questo lavoro saranno presentati a Roma, con la presenza, ove possibile, degli stessi autori, e saranno resi pubblici con una Mostra Multimediale resa visibile sul sito www.verdegreen.net e sui siti degli Istituti scolastici che hanno partecipato, in Italia e all’Estero.

Quali le priorità evidenziate dai giovani? Dal problema del cibo a quello dell’energia sostenibile, della conservazione della natura e delle foreste, alla consapevolezza di stili di vita più vicini ad una ecologia che tenga conto delle fragilità dell’uomo oltre che quelle della natura.

Gli interventi programmati faranno il punto della situazione sui temi e problemi dell’ambiente e informeranno sui possibili sviluppi così da consentire il proseguimento delle ricerche: aprirà l’evento Eleonora Masini, docente di Previsione Umana e Sociale e di Ecologia Umana con il messaggio di Aurelio Peccei, ancora attuale; seguiranno: Guido Ravasi, Segretario generale della Fondazione Europea Dragan, Fabbisogni energetici, tutela dell’ambiente, sviluppo sostenibile: il lascito imprenditoriale, culturale ed etico di Giuseppe Costantino Dragan; Lorenza Colletti, Corpo Forestale dello Stato, Il 2011 Anno Internazionale delle Foreste; Paolo Vicentini, Esperto temi ambientali, Idee per ricerche sulle tematiche ambientali; Gino Giulio Di Giacomo, Responsabile di Chicza Italia, Green economy: organic chewing-gum biodegradabile; Rosa Mura, Energy Advisor A.I.E.E. Obiettivo Rinnovabili; Armando Finocchi, Responsabile Museo “Casolare 311”, Il valore dell’agricoltura tra tradizioni contadine ed etica ambientale; Laura Bacalini, Responsabile Comunicazione di Explora–Perigeo presenterà un collegamento satellitare dall’Himalaya con la scalata dell’esploratore Davide Peluzzi.

Le targhe Aurelio Peccei 2011 saranno assegnate a: Giuseppe Garibaldi, in occasione dei 150 anni dell’Unità d’Italia, per il suo amore verso la natura. Ritira il Premio il pronipote Giuseppe Garibaldi; a Maurizio Soldini, docente universitario, per il suo impegno a favore della Bioetica.

La Fondazione Europea Dragan è presente con due borse di studio assegnate a Istituti scolastici.

Segue la Mostra Multimediale con i lavori degli studenti.

L’evento si conclude con la PREMIAZIONE DEGLI STUDENTI E DELLE SCUOLE PARTECIPANTI AL CONCORSO MACROPROBLEMI 2011

Scarica il Programma.Macroproblemi 2011 .

Press Release and Invitation

 

Wednesday 4th May 2011, h15.30

 Biblioteca Nazionale Centrale, Viale Castro Pretorio 105, Rome

XXXVI MEETING ON MACROPROBLEMS 2011

A ROAD MAP ON ENVIRONMENTAL PRIORITIES DESIGNED BY YOUNG PEOPLE

 

Every day a new alarm on the environment with possible serious impact on human kind is foreseen by different sources: from these terrible possibilities arises a climate of fear which often turns into indifference since all human beings feel they are unable to solve but also to contribute to a solution.

This means distrust above all for new generations that would want to hope for a better world. Hence comes the proposal made by the Group on Macroproblems to carry out research in the 2010/2011 school year in order to draw a road map of environmental priorities which young students, guided by their teachers, think they are more urgent following what they have learnt and their social impact.

Italian, Spanish, Turkish, Finnish and Australian schools and students have answered the call and through communication technologies which they felt more appropriate to what they intended to express, Internet, CD-Rom, DVD, drawings and posters, they have drawn a map of the most urgent problems and at the same time have suggested the solutions which they think they are more suitable.

The results of this work will be presented in Rome with the presence, where possible, of the authors themselves and will be disseminated through a Multimedia Exhibition on the website www.verdegreen.net and those of the schools which have participated, in Italy and abroad.

What are the priorities highlighted by young people? From the issue of food to that of sustainable energy, from the preservation of nature and forests to the awareness of lifestyles closer to an ecology which takes into account the frailties of human beings and nature.

The scheduled interventions will take stock of the situation on environmental issues and will inform about the possible developments in order to allow the research continuation. Mrs. Eleonora Masini, Professor of Human and Social Forecast and of Human Ecology will open the meeting with the still topical Aurelio Peccei’s message. Further interventions will be made by: Mr. Guido Ravasi, Secretary-General of the European Foundation Dragan, Energy needs, environmental preservation, sustainable development: Giuseppe Costantino Dragan’s entrepreneurial, cultural and ethical legacy; Mrs. Lorenza Colletti, State Corps of Foresters,  2011 International Year of Forests; Mr. Paolo Vicentini, Expert on environmental issues, Ideas for research on environmental issues; Mr. Gino Giulio Di Giacomo, Responsible for Chicza Italia, Green economy: organic biodegradable chewing-gum; Mrs. Rosa Mura, Energy Advisor A.I.E.E. Renewable Objectives; Mr. Armando Finocchi, Responsible for the Museum “Casolare 311”, The value of agriculture between farmers’ traditions and environmental ethics; Mrs. Laura Bacalini, Responsible for Explora–Perigeo Communication will present a satellite connection from Himalaya with the climb of explorer Davide Peluzzi.

The 2011 Aurelio Peccei plaques will be given to: Giuseppe Garibaldi, on the occasion of the 150 years of the Unity of Italy, for his love for nature, the award will be withdrawn by his great-grandson Giuseppe Garibaldi; Mr.  Maurizio Soldini, university professor, for his commitment in favour of Bioethics.

The European Foundation Dragan is present with two scholarships given to schools.

After that there will be a Multimedia Exhibition with the students’ works.The event will end with the PRIZE-AWARDING CEREMONY OF STUDENTS AND SCHOOLS PARTICIPATING IN THE 2011 MACROPROBLEMS.

“Correspondances Citoyennes en Europe- les migrations au coeur de la construction européenne” / le Livret


THE LETTER

Image by Okinawa Soba via Flickr

«La responsabilité politique éminente est de permettre les relations d’interactions entre les personnes dans l’espace public comme relations d’émancipation, […] dans le respect de «l’attachement» de chacun à sa culture et, en même temps, des «arrachements» nécessaires à la construction de sujets autonomes en société de liberté. C’est bien cette universalité des interactions culturelles que la politique culturelle devrait mettre au centre de la démocratie.» (Extrait de l’article de Jean-Michel Lucas et Doc Kasimir Bisou, publié dans La Lettre d’Echanges nos56/57, novembre 2010.)


L’association L’âge de la tortue, le collectif TOPIK et l’Association Rennaise des Centres Sociaux (France); l’association Ariadna et la fondation Casal L’Amic (Espagne) ainsi que les fondations Alt’Art et Patrir (Roumanie) sont heureux de vous présenter la version électronique du livret “Correspondances Citoyennes en Europe – Les migrations au coeur de la construction européenne”.

Ce livret, une première étape avant l’édition d’un ouvrage, présente des extraits des travaux de Nani Blasco (viéaste, Tarragona), Romain Louvel (plasticien, Pornic), Xavier Trobat (peintre-architecte, Barcelone), Andrei Farcasanu (photographe, Bucarest), Paloma Fernández Sobrino (comédienne, Rennes) et Pascal Nicolas-Le Strat (politiste et sociologue, Montpellier) réalisés entre septembre 2010 et février 2011.

La globalité des travaux réalisés par l’équipe artistique ainsi que par les chercheurs associés au projet sont consultables sur le site internet www.correspondancescitoyennes.eu.

Éditions papier disponibles sur demande.
En vous souhaitant une bonne lecture,
Fanny Minetti, relations presse pour L’âge de la tortue

INTRODUCTION

Ce livret a été réalisé dans le cadre du projet de coopération « Correspondances Citoyennes en Europe – Les migrations au coeur de la construction européenne » mené par l’association L’âge de la tortue, l’Association Rennaise des Centres Sociaux et le collectif de recherche Topik (France), les fondations AltArt et Peace Action Training and Research Institue of Romania (Roumanie) ainsi qu’avec Ariadna et la Fundació Casal L’Amic (Espagne). Il regroupe des extraits du travail de Paloma Fernández Sobrino (comédienne, Rennes), Andrei Fărcășanu (photographe, Bucarest), Nani Blasco (artiste vidéo, Tarragona), Romain Louvel (artiste plasticien, Pornic), Xavier Trobat Escanellas (architecte et peintre, Tarragona) et Pascal Nicolas-Le Strat (sociologue et politiste, Montpellier), réalisés entre septembre 2010 et février 2011 à Rennes, Tarragona et Cluj. Un texte de présentation des intentions du projet vient compléter ce livret. Afin de restituer de manière plus complète le fruit de cette expérience de coopération, l’édition d’un ouvrage et la réalisation d’un film sont prévues pour juillet 2011. Enfin, les archives de ce travail sont consultables sur http://www.correspondancescitoyennes.eu .

Bonne lecture !

Livret_CCEu.pdf -> Correspondances Citoyennes en Europe- les migrations au coeur de la construction européenne

ROMA/Martedì 3 maggio 2011 – Appuntamento con la giornata della cultura


Slorenzo cassia

Image via Wikipedia

Martedì 3 Maggio 2011 al Museo Crocetti
Giornata della Cultura.


Presso il Museo Crocetti, in via Cassia 492, martedì 3  maggio dalle 16.30 l’Associazione Culturale M.Arte grazie alla volontà dell’Istituto Visconti curerà la giornata della Cultura.

L’evento si concluderà tra i ragazzi del Visconti e gli scrittori del libro “PRIMA DEL BULLISMO” LA PREVENZIONE DEL BULLISMO NELLE SCUOLE CON IL TEATRO D’ANIMAZIONE PEDAGOGICO libro, che nell’occasione presenteranno gli autori Prof. Francesco Bruno, Prof. ssa Giovanna Pini, Prof. Manfredi Granese . [Approfondisci ]

L’appuntamento è quindi per Martedì 3 Maggio dalle 16:30 presso la Sala Polifunzionale del Museo Crocetti, in Via Cassia 492 a Roma. [come arrivare ]

L’ingresso è libero

Il segretario
Gianfranco Spiezia

 M.ARTE – Cultura per Muovere l’arte – http://www.associazionemarte.com 

STORIA DEL NOVECENTO, in edicola il numero di aprile


Arnaldo Pomodoro's Novecento : Detail

Image by brtsergio via Flickr

E’ in edicola il numero di aprile di

STORIA

DEL

NOVECENTO

In questo numero

OPERAZIONE PELLICANO

Un’operazione impossibile dei servizi segreti del Reich
di Daniele Lembo
“Arturo Toscanini nel 1931 si rifiutò di dirigere Giovinezza!” (e con questa bufala un fascistissimo della prima ora passò alla storia come antifascista convinto)
di Giovanni Marizza
LA REGIA MARINA IN MAR NERO
di Daniele Lembo
SABAUDIA – CITTA’ DI FONDAZIONE
di Matteo di Marco
LA BATTAGLIA DEL SOLSTIZIO
di Giuseppe Alciati
VITA, AMORI E MORTE DI UN CAPOBANDA LEGITTIMISTA
di Orazio Ferrara
I SAVOIA E LA “SOLUZIONE FINALE”
di Fernando Riccardi
 
UN NUMERO EURO 7,5
ABBONAMENTO A 12 NUMERI EURO 75

FARI – 50&PIU’ ENASCO, LA CONVENZIONE PER L’ASSISTENZA GRATUITA AI ROMENI IN ITALIA


Una svolta storica per i Romeni in Italia: accordo con il Patronato e il CAAF di Confcommercio

(EUROITALIA – ROMA, 27 aprile 2011 – Simona C. Farcas.)  I cittadini romeni immigrati in Italia non saranno più divisi, disorientati, privi di  tutela in campo sociale, pensionistico, previdenziale e fiscale, : è stato sottoscritto a livello centrale ed è in atto una convenzione nazionale di collaborazione con un grande istituto di patronato e assistenza sociale promosso dalla Confcommercio, 50&Più ENASCO e il suo CAAF 50&Più, presente con sedi provinciali e zonali su tutto il territorio italiano.

Semplici le modalità per rivolgersi al Patronato e al Caaf: per chiedere ed ottenere assistenza gratuita in ogni campo della previdenza, delle assicurazioni sociali, e per l’ottenimento delle prestazioni INPS (disoccupazione, pensioni di anzianità, vecchiaia, invalidità, reversibilità e superstiti, contribuzione previdenziale per operai, collaboratrici familiari e badanti, assegni familiari, etc.), INAIL ( indennità e rendite per gli operai colpiti da infortuni e malattie professionali), ENASARCO (per rappresentanti di commercio),  prestazioni ASL in campo sanitario, etc. e  con il CAAF presso gli Uffici Finanziari (dichiarazione dei redditi 730, detrazioni fiscali, Ici, Ise,  successioni, etc.).

I cittadini romeni emigrati e lavoratori in Italia, sia lavoratori dipendenti che lavoratori autonomi (artigiani, commercianti, o coltivatori diretti), e le lavoratrici nel campo delle collaborazioni familiari e le badanti, potranno semplicemente rivolgersi a 50&Più ENASCO, qualificarsi come “Romeni aderenti alla FARI – Federazione delle Associazioni dei Romeni in Italia”, ed  esporre a personale molto qualificato e specializzato, oltre che cortese,  le loro necessità, le richieste, o i semplici chiarimenti sui rispettivi diritti e  opportunità; ottenendo di essere orientati ed assistiti  GRATUITAMENTE.

50&Più ENASCO è presente con Uffici Provinciali in tutti i capoluoghi di provincia, e con numerosi Uffici zonali nelle città minori. L’attività di patronato è assolutamente gratuita, in quanto i patronati sono istituti finanziati dallo Stato per prestare ogni servizio di assistenza sociale ai cittadini e lavoratori, a tutti indiscriminatamente.

Lo stesso vale per il CAAF 50&Più – Centro Autorizzato di Assistenza Fiscale,  per le denunce dei redditi “730”.

E’ questa una rilevante opportunità ed un servizio gratuito per la comunità romena in Italia; in quanto i nostri connazionali emigrati dalla Romania in Italia si trovano talvolta in serio imbarazzo e  difficoltà a districarsi nel complesso sistema previdenziale, di sicurezza sociale, di assistenza sanitaria, e fiscale italiano. Essere assistiti, tutelati ed orientati è una necessità per ogni lavoratore giovane o anziano, per ogni famiglia, per ogni donna lavoratrice, per l’ottenimento delle prestazioni e la tutela dei diritti riconosciuti ai cittadini europei ovunque essi risiedano e lavorino.

E’ questo un successo per la FARI, Federazione delle Associazioni dei Romeni in Italia, e per tutte le sigle ad essa aderenti. Ciò  in quanto riteniamo che per tutelarci ed integrarci al meglio nella società italiana, sentirci rassicurati, assistiti  e ben orientati e consigliati, dobbiamo innanzitutto conservarci uniti e solidali, con dignità e decoro, orgogliosi della nostra identità nazionale e culturale, certi che in Italia possiamo trovare migliori condizioni di vita, benessere, lavoro e sicurezza.

Link uffici Italia: Uffici Provinciali nei capoluoghi di provincia e Uffici zonali nelle città minori

Per ulteriori informazioni, contattare:

Dott.sa Simona Cecilia Farcas, Presidente del Consiglio Federale della F.A.R.I.

@: simona.farcas@ymail.com ; Cell.: +39/3201161307

http://www.fari.ro.it/

Email: info@fari.ro.it

Continua a leggere

ROMA/Conferenza conclusiva del Corso “Servizi segreti, intelligence e geopolitica”


Cossiga Francesco 2

Image via Wikipedia

FEDI SERVIZI E LE ATTIVITÀ DI INFORMAZIONE E CONTROINFORMAZIONE.

IL PUNTO DI VISTA DI UN PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA: FRANCESCO COSSIGA

 CONFERENZA DEL

MIN. PLEN. GIORGIO BOSCO

Ministero degli Affari esteri

L’apporto del Presidente emerito Francesco Cossiga nell’ambito dei servizi d’intelligence è il tema della conferenza tenuta, in sua memoria, dal Min. Plen. Giorgio Bosco, e intitolata “I servizi e le attività di informazione e controinformazione. Il punto di vista di un Presidente della Repubblica: Francesco Cossiga”, prevista per martedì 3 maggio 2011, alle ore 17.30.

Con questo incontro si conclude il Ciclo di conferenze di Scienze Politiche “Servizi segreti, intelligence e geopolitica”, organizzato per l’anno accademico 2010-2011 dalla Fondazione Europea Dragan in collaborazione con l’Unità per la Documentazione storico-diplomatica e gli Archivi del Ministero degli Affari esteri, l’Istituto Affari Internazionali, l’Institute for Global Studies, il Centro universitario di Studi Strategici e Internazionali dell’Università degli Studi di Firenze e l’Institut d’Études européennes dell’Université libre di Bruxelles.

Seguirà la cerimonia di consegna degli attestati di partecipazione ai frequentanti del ciclo di incontri (che hanno ottemperato ad almeno il 70% delle frequenze).

La conferenza, a ingresso libero, si svolge presso la Fondazione Europea Dragan, in Foro Traiano 1/A (vicinanze di Piazza Venezia), tel: 06 6797785.

EUROITALIA, Roma – 25 aprile 2011

“Corrispondenza” privata tra un romeno errante e Dante


Virgil, Dante, and Statius beside the flames o...

Image via Wikipedia

€UROITALIA – MILANO, 21 aprile 2011

Vorrei sognare beato la mia Beatrice. Ma poi esco di casa e scorgo il purgatorio, respiro l’aria greve di chi è indifferente.”

 Volendo contestare il famoso verso  “non ragionar di lor, ma guarda e passa” del Sommo poeta, un giovane romeno milanese di adozione, racconta come “a passare accanto si pianta il deserto e peggio ancora si raccoglie sofferenza.”


Caro Dante ti scrivo…

Ti riconosco i meriti che ben più valorosi di me te ne hanno riconosciuti e te ne riconosco l’incanto che m’invade a leggere i tuoi versi. Ti riconosco questo ed altri vanti ancora, ma te ne privo la vista e l’intelletto di codesti lusinghieri argomenti.

Caro Dante ti scrivo, ti scrivo questi suoni per dirti ch’hai sbagliato di brutto. Hai fatto un buco nell’acqua col tuo ragionar sottile, sapiente… Passavo per strada l’altro giorno e a camminar nel limbo mi pareva. Vedevo gente a capo chino a lamentar silenti suoni, sicché la loro ignavia o meglio indifferenza rendeva cupa l’aria. A camminar tra gente indifferente la luce mi pareva offuscata e il buio un po’ più grigio. E lì che ti ho pensato e ancor di più lodato. Hai azzeccato il tiro, caro mio Danticello. Laddove l’indifferenza imperversa si vive di palude. E non sei andato certo per il sottile. Se penso agli indifferenti all’ambiente e l’inquinamento o il deturpamento che ne consegue. Ed effettivamente con la loro indifferenza producono smog e puzza e invitano a banchetto mosconi e insetti, proprio come tu nel tuo splendido canto descrivi. E ti ho lodato in cuor mio e a voce bisbigliante pensando ai versi in cui dici” questi non hanno speranza di morte e la loro cieca vita è tanto bassa ch’invidiosi sono d’ogni altra sorte” e a vedere la verità il mio intelletto se ne rattrista, ma la conoscenza s’accende. E a ragionare sull’argomento mi perdo. Mi sorge d’istinto la domanda: dove porta codesta ignavia? Tu non lo sai ma io ragionai di questi argomenti. E oggi ci ripenso. Ci sono ignavi per pigrizia ad essi poco si rivolge il mio argomento, si dolgono del peggio evitato, scordando il meglio non capitato. Smettono di abitare la terra su cui poggiano i piedi e si rifugiano nelle capanne dei meno pensieri e delle minori azioni. Si rendono invisibili in una città e diventano sordi di fronte ad un richiamo. La loro presenza in un luogo rende l’aria stagnante come stagnanti lo sono i loro pensieri. Ci sono ignavi invece che poltriscono nella loro ignavia, e mal sopportano le sorti altrui. Sono coloro che pur non facendo niente travasano la realtà in virtuali successi o insuccessi al fine di poter soddisfare la loro invidia. Non conoscono lodi ai vincitori e nulla vogliono sia fatto per il cambiamento. Diventano bestie feroci verso chi desidera il meglio. Sono una forza frenante e contagiosa. Deturpano ogni forma di bello, al fine della salvaguardia della palude. E certamente hai ignorato, caro il mio Dante, i ragionamenti che Aristotele fece sulla yubris. Costui diceva che la bramosia dei cavalli selvaggi come dei ricchi perfidi o dei ragazzi adolescenti andava placata con la forza della legge e dell’insegnamento e non con l’indifferenza. Sicché codesti ignavi, che nulla scelgono e vogliono se non che tutto poltrisca nella non scelta diventano irruenti e crudeli di fronte al cambiamento. E Aristotele diceva ancora che nulla ad essi è meglio che l’insegnamento. Col far codesti ragionamenti voglio contestare il tuo verso infame: “ non ragionar di lor, ma guarda e passa” che a passare accanto si pianta il deserto e peggio ancora si raccoglie sofferenza. A lungo seguii il tuo insegnamento, sicché non ragionai con loro delle cose. Ma vedo intorno a me cotanta virulenza e a seguire poi; il vuoto. Maestro mio accetta codesta mio pianto. Che ad ignorare gli ignavi abbiamo consegnato il mondo agli irruenti. Perché l’indifferenza è madre d’ingiustizia. Perché questa ignavia dona in pasto ai cani il mondo che circonda. E tu e i tuoi nel tempo avete ignorato siffatta gente, e senza ragionar avete consegnato il mondo agli ignavi. La terra resta ferma, voi lì dall’alto del sapere parlate di un mondo di pensieri. Gli ignavi hanno scelto di non andare avanti, e a poltrire in gruppo molti si sono fermati. Ed oggi guardo intorno il mio vicino morto, guardo il cielo cupo, non vedo il purgatorio, non vedo il paradiso, perché mi trovo intorno gente che appare viva, ma in cuore e nella mente non hanno che la morte. Per questo mio maestro, e padre desiato, semmai potrai tornare insegnaci a pensare che se l’ignavia cresce, il mondo assai rallenta. Parlai avo del fatto che questa indifferenza, spezzetta questo mondo dandolo in pasto a belve che voglion dominare, senza nulla cambiare. Siffatta ignavia uccide ogni pensiero di chi si sveglia forte all’alba sognando un cambiamento, di chi prende le palle, per scacciar l’aria greve. Ma come un temporale si trova il fango addosso. Compagno delle notte con cui solgo viaggiare, in su per paradiso o dentro il purgatorio, vieni con meco ora, fammi uscire fuori, da questo ignavo limbo. Semina nelle menti di gente impoltrita, pensieri di speranza, pensieri di futuro. Insegnami a ragionar, di lor che son ignavi. Dammi tu lo strumento per spegnere la sete d’invidia e disprezzo di così tanta gente. Riscrivi questi versi. Cancella il non davanti, che a non ragionare, non resta che l’inferno. Tu che ti sei beato a veder Beatrice, anima questo limbo, facci passare l’inferno, senza che la speranza si perda tra i cerchi. Dicci fermo e convinto che a seguire fatiche si apre il paradiso. Vorrei non ragionare di lor passando accanto. Vorrei sognare beato la mia Beatrice. Ma poi esco di casa e scorgo il purgatorio, respiro l’aria greve di chi è indifferente. Di gente che aspetta al varco gli errori, non per dare supporto, ma per segnare il colpo. Per stenderti a terra perché qualcuno ha scelto. E il mondo a loro piace perché nessuno sceglie.

Ioan Ciprian Farcas

Ioan Ciprian Farcas

Ioan Ciprian Farcas è un romeno in Italia di cui i giornali non parlano spesso…  Da giovane immigrato prima, e da cittadino comunitario poi (la Romania è entrata nell’UE il 1 gennaio 2007), egli acquisisce la consapevolezza che in Italia vi è “una normale straordinarietà di persone e loro azioni che difficilmente emergono nella rete. E nei media”. Dal momento che “c’è un vuoto di rappresentanza di questa normale straordinarietà”, Ioan Ciprian incomincia a scrivere “articoli che riprendono un mio fare cultura e un mio celebrare la cultura fatta da chi ne è affascinato e si prodiga a produrla e a promuoverla”. Nato a Bacău in Romania trentuno anni fa, attualmente vive a Milano. “Sono quindici anni che vivo in Italia e condividere il mio bagaglio di cose apprese e di cose fatte può aiutare altri, può intrattenere e acculturare (anche) altri.”, scrive Ioan Ciprian nel suo blog.

Oltre a scrivere, Ioan collabora con la Caritas Ambrosiana come volontario mediatore linguistico-culturale sin dal 2002; mentre dal 2006 fa il tutor di progetti d’integrazione e recupero scolastico per adolescenti stranieri. Dal 2007 lavora inoltre nel settore socio-pedagogico. Con il racconto La gioia di essere grande si è classificato al primo posto al concorso “Immicreando” del 2007, che ogni anno è organizzato dall’Ufficio per la Pastorale dei Migranti della Diocesi di Milano e dalla Fondazione Ismu. Il coraggio di cogliere un fiore è il suo primo romanzo.


Dello stesso autore su €UROITALIA: link

Presentazione libro “Rossa Terra mia” di Vincenza Castria e Ciro Candido a Chieri (TO)


Coat of arms of Chieri

Image via Wikipedia

 Presentazione libro
“Rossa Terra mia”
di Vincenza Castria e Ciro Candido
Giovedì 5 maggio 2011 ore 20,30
Sala Conceria Via della Conceria 2, Chieri
INGRESSO LIBERO

“Famiglia, impegno civile, lotte, ideali. Passione, morte, sofferenza, amore.
Potrebbe sembrare un romanzo, invece in questo libro si raccontano le battaglie per l’abolizione del grande latifondo nel sud d’Italia.
Il racconto si snoda dagli anni Venti, quando la tragedia della prima guerra mondiale si abbatte sulla famiglia di Vincenza con la morte dello zio Rocco e prosegue con il racconto di lei, bambina cresciuta senza padre, che conoscerà la dura vita dei braccianti, la fame, il bisogno, la solitudine.
Adolescente, s’innamorerà di Giuseppe Novello e quando lui tornerà dalla seconda guerra mondiale lo sposerà condividendone gli ideali. Il racconto descrive la fatica del sopravvivere quotidiano, i disagi di chi torna dalla guerra e non trova lavoro e parla di diritti e di dignità negati e genera profonde emozioni quando si sofferma sulla morte di Giuseppe Novello, ucciso a Montescaglioso nel dicembre del 1949. La solidarietà della gente sosterrà Vincenza che troverà la forza di emergere dal suo dolore tornando a nuova vita e a nuovi impegni a fianco di Ciro Candido, principale protagonista e organizzatore delle lotte degli “ultimi”, e seconda voce di questo libro.
Vincenza, la “pasionaria lucana” non smetterà di lottare, anzi, diventerà uno dei punti di riferimento per le principali battaglie democratiche della seconda metà del Novecento: pace, divorzio, aborto, emancipazione femminile”

Interverranno:

Sig.ra IULIA MARIA BOROIANU
Presidente Associazione Ovidio Chieri

Dott.FRANCESCO LANCIONE
Sindaco di Chieri

ROBERTO PLACIDO
Vice Presidente Consiglio Regionale Piemonte

CIRO CANDIDO
coautore del libro

VANNA LORENZONI
Segretaria Generale SPI-CGIL Torino

Il noto cabarettista e cantante PIPPO ROMANO interpreterà alcune canzoni degli anni 50 che caratterizzarono il movimento per l’occupazione delle terre nel Mezzogiorno d’Italia

Info:
Filippo Novello 3337632452 – Pietro Lombardi 3391957929
Il libro è in vendita presso la libreria dell’Arco Via San Domenico 23 Chieri

Roma, “Science in Evolution”: II Congresso Internazionale di medicina biointegrata


Ha preso il via oggi il secondo Congresso internazionale di medicina biointegrata organizzato dall’IMeB, l’Istituto di Medicina Biointegrata.Tre giorni, 15-16-17 Aprile 2011, dedicati alla scienza medica in evoluzione.  Al Convention Centre – Palazzo Carpegna in via Aurelia 481.

Prof. Franco Mastrodonato Foto: Simona C. Farcas

Prof. Franco Mastrodonato Foto: Simona C. Farcas

€UROITALIA – ROMA, 15/04/ 2011

«Science in evolution», non solo medicina integrata, ma biointegrata, per un nuovo metodo di approccio tra le medicine, una medicina, appunto che vuole operare nel senso dell’integrazione e dell’armonizzazione tra esse.  E’ questo il tema centrale delle tre giornate di simposio che ha preso il via oggi, alla presenza dell’On. Mario Baccini, Presidente FOEDUS Fondazione Cultura Impresa Solidarietà, il quale ha rivolto il suo saluto ai partecipanti nonché auspicato i migliori auguri per lo svolgimento dei lavori che proseguiranno domani sabato 16 e domenica 17 aprile, Palazzo Carpegna di Roma. Il simposio è dedicato ai profondi cambiamenti nella medicina biointegrata, in particolare  professori e scienziati di fama mondiale tratteranno argomenti sulle nuove terapie in medicina anti-aging (Thierry Hertoghe, Ascanio Polimeni, Giovanni Scapagnini),  oncologica integrata (Franco Mastrodonato, Massimo Bonucci, Alberto Cescato), psicologia biointegrata (Stefania Giglio, Monica Bossi, Francesco Borghini, Vincenzo Fanelli)  ecc.

In una intervista realizzata da Simona C. Farcas per l’Agenzia giornalistica EUROITALIA (che sarà pubblicata in seguito), il Prof. Franco Mastrodonato, organizzatore del congresso, spiega il progresso verso l’affermazione di una medicina biointegrata e la differenza tra medicina integrata e medicina biointegrata, oncologia biointegrata e così via.

Prof. Franco Mastrodonato è coordinatore e docente nella Scuola di Perfezionamento post-laurea in Medicina Biointegrata presso l’Università degli Studi G. D’Annunzio di Chieti-Pescara dal 2003, autore di “Medicina Biointegrata”, pubblicato nel 2001.  Nato a Bagnoli del Trigno, provincia di Isernia, è laureato in Medicina e Chirurgia presso l’Università “La Sapienza” di Roma, diplomato in agopuntura, medicina tradizionale cinese presso la S.I.B. di Roma, nel 1982. Studia e pratica iridologia dal 1980. Diplomato del corso di iridologia della scuola russa del Prof. Bondur e Velkhover nel 1992. Dal 1987 pratica l’omeopatia. Direttore Scientifico dell’Istituto di Medicina Naturale di Urbino dal 1997; Insegnante di medicina tradizionale cinese, Iridologia costituzionale applicata, Medicina Biointegrata, presso lo stesso Istituto dal 1995.

Nel suo intervento di apertura del Congresso, Thierry Hertoghe, endocrinologo di fama mondiale e presidente della Società internazionale di medicina anti-aging ha anticipato alcune tra le Nuove terapie in medicina anti-aging: “Il ruolo degli ormoni nei processi di invecchiamento è cruciale: rappresentano il direttore d’orchestra delle cellule e sono indispensabili al loro funzionamento. Nel corso della vita l’individuo produce sempre meno ormoni. Questi processi coinvolgono tutti gli individui. In passato la tendenza era quella di analizzare solo le carenze ormonali eclatanti e di attendere di fronte quelle borderline. Ora si studiano anche le carenze borderline, soprattutto nei casi in cui si presentino sintomi evidenti.” Lo scopo è quello di prevenire l’invecchiamento prematuro e l’aggravarsi di tali carenze. “Molto utile a questo scopo l’utilizzo di fitoterapici che riescono a riequilibrare i livelli ormonali senza produrre effetti collaterali”, conclude Hertoghe.

Congresso internazionale di medicina biointegrata organizzato dall'IMeB, l'Istituto di Medicina Biointegrata

Congresso internazionale di medicina biointegrata organizzato dall

Nel ricco panel dei relatori figurano alcuni tra i massimi esperti in medicina biointegrata, tra cui ALLEGRINI BARTOLO, Dirigente Medico presso Unità Operativa Cure Palliative (UOCP) di Monopoli (BA). Esperto in Omeopatia, Omotossicologia, Medicina Olistica e Medicina Anti-Aging. Docente presso il Corso di Perfezionamento in Medicina Biointegrata Università di Chieti. Direttore Sanitario Istituto di Medicina Biologica IMBIO – Monopoli (BA). BARDARO SALVATORE, Spec. Medicina Interna, Odontoiatria, Chirurgia Orale. Ricercatore in Farmacologia Molecolare. Prof. a c. c/o Università di Siena: Master Biennale “Medicina Integrata”. Direttore Didattico Master Biennale Multidisciplinare FNOMCeO Roma “Medicina Interna ed Integrata”. Membro Osservatorio Permanente MNC FNOMCeO Roma. BONUCCI MASSIMO, Dirett.Pat.Clinica ed Anatomia Patologica Casa di Cura San Feliciano. Spec. Anatomia Patologica, Spec. oncologia medica. Presidente A.R.T.O.I. BORGHINI FRANCESCO, Psichiatra, docente di Psicobiofisica Medica (PBFM) presso la Scuola di Formazione Psicosomatica, Ospedale Cristo Re, Roma. Docente presso il Corso di Perfezionamento in Medicina Biointegrata Università di Chieti. BORNORONI CORRADO, Medico chirurgo – Direttore dell’Istituto Superiore di Medicina Olistica e di Ecologia, Omotossicologo. BOSSI MONICA, Medico chirurgo. Spec. in Medicina Interna e Integrata, Nutrizione Olistica. CALASSO MARCELLO, Medico chirurgo già Primario Fisiatra, Urbino. CALDARINI ANTONIO, Medico chirurgo. Esperto del trattamento con BCG in Oncologia. CERCIELLO ANTONIO, Medico Chirurgo. Diplomato Master Medicina Estetica Roma. Perfezionato in Medicina Biointegrata presso Università di Chieti. Esperto in Omotossicologia e Omeopatia di risonanza. Esperto in Medicina Biointegrata applicata alla Medicina Dermatologica ed Estetica. CESCATO ALBERTO, Medico Chirurgo esperto in genetica preventiva e biotecnologie. Collabora con IMGEP e IMBIO dedicandosi prevalentemente alla genetica preventiva e alla diagnostica non invasiva. COMERCI PAOLO, Specialista in anestesia e terapia del dolore, medicina funzionale e nutrizionismo, Roma. DEL SANTE GIOVANNA, Specialista in Reumatologia, Agopuntura, Omeopatia e Omotossicologia, Master Universitario in Posturologia. Diplomata ASIUM in Medicina Estetica. DI FEDE GIUSEPPE, Medico chirurgo, direttore sanitario dell’Istituto di Medicina Biologica – Milano. Specialista in nutrizione e dietetica clinica, ipertermia oncologica, immunoterapia. DI STANISLAO CARLO, Medico chirurgo. Docente del Corso di Perfezionamento in Medicina Biontegrata, Università di Chieti. Responsabile del Servizio Agopuntura ASL 04 L’Aquila. FANELLI VINCENZO, Master Trainer e Master Coach of NLP presso la National Federation of Neurolinguistic Programming – FL /USA, esperto in Ennegramma, Comunicazione Non Verbale, Manifesting e discipline orientali. FIORANELLI MASSIMO,  Responsabile Centro Cuore “Mater Dei”. Professore corso di specializzazione Medicina Interna FNOMCeO. FLAVIN DANA F., Foundation for collaborative medicine and research fouding director. Washington D.C. USA. International medical research and consulting IMRAC. FUSCO MARIA ANTONIETTA MD. PH. D., Direttore Responsabile Centro Studi e Ricerche KS International Group s.r.l. GIGLIO STEFANIA, Psicologa. Consulente in criminologia e psicologia investigativa, psicopedagogia forense. Spec. quadriennale in psicoterapia umanistico esistenziale e in analisi bioenergetica. Floriterapia di Bach. HERTOGHE TYIERRY, President of the World Society of Anti-Aging Medicine (WOSAAM), President of international Hormon Society (HIS), President of the European Academy of Quality of life and longevity Medicine (EAQUALL). KOHEI HOMMA, Research Scientist R&D Division Amino Up Chemical Co., Ltd Japan. LONGO VINCENZO, Specialista in anestesia e rianimazione. Esperto in terapia del dolore e cure palliative. MARLOYE STEPHANE G., Terapista della riabilitazione. Osteopata D.O. Docente CROMON (scuola di osteopatia, Roma). Responsabile didattico e clinica osteopatica. MARTINES GIUSEPPE, Professore Ordinario F.R. di Terapia Medica e responsabile del Corso di Perfezionamento in Medicina Biontegrata, Università di Chieti. MESCHINI STEFANIA, Dipartimento Tecnologia e Salute Istituto Superiore di Sanità.  MUSACCHIO EMILIO, Medico Chirurgo, Specialista in cardiologia, Primario Cardiologia Ospedale San Timoteo di Termoli (CB). OCCHIONERO GIOVANNI, Chimico farmaceutico esperto in metabolismo e piante medicinali; docente del Corso di Perfezionamento in Medicina Biontegrata, Università di Chieti. PASTORE RAFFAELE, Medico chirurgo. Docente di Fitoterapia, PNEI e Medicina Integrata. PAZZAGLIA GIANLUCA, Medico chirurgo. Prevenzione Tumori. Specialista in diagnostica per immagini, membro della SIRM (Società Italiana di Radiologia Medica), membro della SIUM (Società Italiana di Ultrasuoni in Medicina e Biologia). Delegato italiano WOSAAM (World Society of Anti-Aging Medicine). Docente del Corso di Perfezionamento in Medicina Biontegrata, Università di Chieti. PIANEZZA MAURIZIO, Dirigente medico discipl. Chirurgia generale Policlinico S. Martino di Genova. Spec. Pneumologia e Chirurgia Generale; Prof. a contratto Università di Milano. PINA RICCARDO, Esperto di nutrizione e metabolismo. Direttore scientifico Also Enervit. PITERA’ FERNANDO, Medico Chirurgo – Docente in Omeopatia, Fitoterapia e Bioterapie presso il Corso di perfezionamento in medicine non convenzionali e tecniche complementari – Università degli Studi di Milano. POLIMENI ASCANIO, Specialista in Broncopneumologia e Malattie dell’Apparato Respiratorio. Diplomato in America in psiconeuroendocrinologia, membro del comitato scientifico dell’IHS (International Hormone Society) e della WOSAAM (World Society of Anti-Aging Medicine). PROIETTI MAURIZIO, Medico chirurgo. Docente scuola di formazione in Medicina Generale Abruzzo. Coordinamento Ricercatori ISDE ( International Society Doctor of Environment. RANAUDO PIERO, Professore a c. in Fisioterapia Cervico-Cranio-Mandibolare presso la specializzazione di Ortognatodonzia, Università degli Studi di Chieti. ROCCIA MARIA GRAZIA, Giornalista scientifica A.R.E.A. SCAPAGNINI GIOVANNI, Medico neuroscienziato, esperto in meccanismi biologici dell’invecchiamento, soprattutto cerebrale. Professore Associato dell’Istituto di Scienze Neurologiche (CNR Catania) e dell’Università del Molise. Professore Associato del Blanchette Rockefeller Neurosciences Institute, West Virginia University, Rockville (MD), USA. Professore a contratto del Institute of Human Virology, University of Maryland, Baltimore (MD), USA. SCHREIBER PETER, Medico chirurgo, specialista in Dermatologia e Venereologia.

(Simona C. Farcas)

Programma pdf: 2011_II_CongressoMedBio_Roma

ROMA, DRACULA: La vera storia del Principe Vlad Ţepeş Dracul. Il 7 maggio all’Accademia di Romania in Roma


Vlad Ţepeş, the Impaler, Prince of Wallachia (...

Image via Wikipedia

La vera storia del Principe Vlad Ţepeş Dracul

Sabato 7 maggio 2011 ore 17,45

ACCADEMIA DI ROMANIA IN ROMA

Piazza Jose’ de San Martin no. 1 (Valle Giulia)

INGRESSO LIBERO

Evento organizzato dall’Associazione culturale italo-romena OVIDIO di Chieri (TO), dall’Accademia di Romania in Roma e dall’Associazione culturale MECCANICHE ARTISTICHE.

Con il patrocino di:

Ambasciata di Romania in Italia

Consolato Generale di Romania a Torino

Regione Piemonte

Città di Chieri

Programma:

  • Conferenza storica sul personaggio a cura dell’Associazione Culturale Italo-Romena OVIDIO
  • Presentazione del progetto di spettacolo musical sulla vera storia del principe Vlad frutto della collaborazione tra Italia e Romania.
  • Proiezione del Trailer e lettura di alcuni passi dello spettacolo a cura degli attori dell’Associazione Culturale Meccaniche Artistiche.
  • Domande del pubblico – dibattito.

Si ringraziano per il sostegno e per la preziosa collaborazione:

Associazione Italia Romania Futuro Insieme Onlus

Federazione delle Associazioni dei Romeni in Italia

Info:

Iulia Boroianu 3487103799 – Associazione Ovidio

Fabrizia Vietto: 3473436232 – Associazione Meccaniche Artistiche

€UROITALIA – ROMA, 14 aprile 2011.

Sabato 7 maggio 2011 alle ore 17:45 presso la sede dell’Accademia di Romania in Roma (Piazza Jose’ de San Martin no. 1 aValle Giulia) verrà presentato un originale progetto di spettacolo musical per scoprire la vera storia del Principe Vlad III Ţepeş, detto Dracula, il personaggio storico della Transilvania del 1400, il cui ruolo nella storia europea è generalmente poco noto, dal titolo “La vera storia del Principe Vlad Ţepeş Dracul”. Tale evento, ad ingresso libero, è stato organizzato con l’intento di sganciare il Principe Vlad III Ţepeş dalla figura del “vampiro” più famoso al mondo, com’è universalmente conosciuto, immagine rafforzata soprattutto grazie al famoso romanzo di Bram Stoker.

L’Associazione Culturale Italo-Romena OVIDIO di Chieri (TO) vuole, attraverso il progetto “VLAD”, restituire al pubblico la vera storia dell’Impalatore Vlad Ţepeş, e intende farlo con un grande spettacolo in forma di musical il cui debutto è previsto a Constanta in Romania per l’autunno prossimo.

(Simona C. Farcas)