OCCHI DI BIMBI


Occhi di bimbo. Foto: ©Simona C. Farcas

Occhi di bimbo. Foto: ©Simona C. Farcas

EUROITALIA – KIEV, 31 agosto 2011 – In Ucraina (la seconda nazione più grande d’Europa) numerose famiglie, in condizioni economiche e sociali precarie, decidono di affidare i loro figli alle cure degli istituti statali (internat): ne esistono ben 368 e i bimbi ospitati sono circa 200.000.

A Kiev, la capitale, metropoli con quasi tre milioni di abitanti, gli istituti sono 400 e 70.000 i minori che vi vivono.

In giugno ho accompagnato un’amica in uno di questi tristi luoghi dove piccoli dallo sguardo da adulti crescono spesso senza un sorriso, un abbraccio, una carezza.

“Camminavamo da un’ora (l’istituto era in periferia), le case si diradavano, eravamo in prossimità della campagna; nonostante fosse quasi estate il vento soffiava forte e grossi nuvoloni si addensavano all’orizzonte.

Finalmente apparve un fabbricato grigio (il colore di quasi tutte le case), era vecchio, trascurato, bisognoso di urgenti restauri; già dall’esterno evocava piccoli volti tristi, stanze con poca luce e poco arredo, giochi senza gioia, pasti di gruppo, senza la presenza del volto caro della mamma.

Nel varcare quella soglia sentivo un nodo alla gola, la mia amica Marta aveva affrontato questo viaggio per incontrare una sua conoscente che da qualche anno lavorava in quella struttura e per rendersi conto di persona di una situazione che l’aveva coinvolta da quando aveva fatto la lettrice d’italiano a Kiev.

Grazia, così si chiamava la ragazza, ci accompagnava nei vari padiglioni: i bimbi più grandi (10-15 anni) ci guardavano con ostilità, alcuni con paura. I bimbi più piccoli invece dimostravano una certa curiosità, un’attesa; ci seguivano con gli occhioni sgranati, io tenevo in mano un pacco di dolci che avevo comprato in mattinata, improvvisamente una bimba biondissima (di 3-4 anni) mi venne incontro con la manina tesa: LALKA,LALKA……MAMA LALKA……

Guardai con sgomento il dono che avevo portato glielo porsi e vigliaccamente fuggii, seguita da un gruppo di pargoletti che gridavano in coro: MAMA,MAMA……Da quel giorno quegli sguardi, quelle voci, quell’immagine di bimba sono presenti nella mia mente e nel mio cuore: quegli occhi luminosi mi attraversano come un raggio di luce che non si deve spegnere e deve penetrare nelle coscienze di tutti noi, affinché non dimentichiamo queste creature innocenti che hanno bisogno del nostro costante, concreto aiuto.

(EUGENIA STANISCI)

 

Vedi anche:

La condizione dei romeni migranti: gli orfani bianchi in Romania. A cura di Simona C. Farcas

ROMA CAPITALE MULTIETNICA: Scade il 20 dicembre il Concorso “Figli di tante patrie”,


Le seconde generazioni raccontano le prime

baloon roma multietnica

EUROITALIA – ROMA, 28 agosto 2011 – Roma multietnica del Servizio Intercultura delle Biblioteche di Roma, in collaborazione con l’agenzia di viaggi Avventure nel Mondo, indice un concorso dedicato alle seconde generazioni, che ha come oggetto la raccolta di brevi racconti inediti, video e fotografie.

Il concorso è rivolto ai figli di migranti, dai 16 ai 36 anni, nati o cresciuti in Italia, residenti o domiciliati a Roma e Provincia.

Figli di tante patrie intende promuovere e stimolare la creatività dei giovani che, attraverso la scrittura, la fotografia e il video, potranno offrire il loro unico e speciale punto di vista sulla propria famiglia d’origine.

La scadenza del concorso è fissata in data 20 dicembre 2011 (entro e non oltre le ore 12).

Regolamento

Il concorso sarà un’occasione per approfondire realtà umane e sociali differenti e variegate: identità sospese tra due generazioni, tra i mondi culturali degli adulti e quelli giovanili, tra i saperi e le memorie trasmesse e vissute. Un’occasione per riflettere sulle complesse relazioni familiari che si instaurano tra genitori “immigrati” e figli “italiani”, spesso ancora privi di diritti di cittadinanza, sui conflitti fecondi e sui reciproci arricchimenti.

I partecipanti potranno cimentarsi con la scrittura, la fotografia e il video per esprimere sentimenti ed emozioni, visioni e pensieri, scaturiti da autentiche esperienze di vita.

I primi classificati delle tre sezioni si aggiudicheranno in premio un Buono omaggio per un viaggio nel Bacino del Mediterraneo con l’agenzia Avventure nel mondo, sponsor ufficiale del Concorso.

Le migliori fotografie saranno esposte nel contesto di una mostra itinerante presso diverse biblioteche e presso l’Angolo dell’avventura dell’agenzia Avventure nel mondo.

I migliori video saranno proiettati in occasione delle mostre

I migliori racconti saranno pubblicati in un volume a cura dell’Istituzione Biblioteche di Roma.
I prodotti selezionati nelle tre sezioni del concorso troveranno spazio e divulgazione sul portale www.romamultietnica.it.

Gli elaborati dovranno pervenire entro e non oltre le ore 12 del 20/12/2011 a:

Concorso Figli di tante patrie. Le seconde generazioni raccontano le prime.
Biblioteche di Roma – via Zanardelli, 34 – 00186 Roma

Per Informazioni:
www.romamultietnica.it
tel. 06 45430264 – 251

(Fonte: http://www.comune.roma.it)

6ARTISTA, Concorso rivolto ad artisti italiani e stranieri residenti in Italia: bando aperto fino al 26 settembre


6artista

(EUROITALIA – Roma, 25 agosto 2011) – Fondazione Pastificio Cerere, Associazione Civita e MACRO – Museo d’Arte Contemporanea Roma danno vita per il terzo anno al concorso 6ARTISTA, concepito per aiutare i giovani artisti nella loro fase formativa. Il premio per i due vincitori sarà una residenza d’artista che comprende un periodo in Italia e uno in Francia.

6ARTISTA è rivolto ad artisti italiani e stranieri residenti in Italia, tra i 21 e i 30 anni, che abbiano svolto la loro formazione nelle arti visive presso istituti italiani.

L’obiettivo è quello di offrire un periodo di formazione di sei mesi, caratterizzato da un’intensa attività e produzione artistica, all’interno del Pastificio Cerere di Roma, una ex fabbrica che attualmente ospita studi d’artista, scuole di fotografia, spazi espositivi, programmi di residenza per curatori e che dagli anni Ottanta è diventata la sede del celebre “Gruppo di San Lorenzo”.

 

 

Attraverso un confronto con diversi linguaggi, idee e tecniche si confida che i giovani talenti individuati possano consolidare la loro poetica e caratterizzare la propria ricerca oppure i propri mezzi espressivi. Anche per questa terza edizione di 6ARTISTA si conferma il programma di residenza a Parigi per tre mesi, presso la Cité Internationale des Arts, con un atelier messo a disposizione dagli Incontri Internazionali di Roma che, affiancando i sei mesi di formazione presso il Pastificio Cerere, conferisce al progetto un respiro internazionale.

Il programma di residenze, realizzato in contesti che offrono un vivace terreno di confronto e di crescita, vuole dare ai due giovani vincitori concrete opportunità di affermazione nel panorama artistico contemporaneo. L’iniziativa è articolata in diversi momenti di formazione attiva sul campo e di sostegno nella produzione di nuovi lavori, con l’aiuto della Fondazione Pastificio Cerere e degli Incontri Internazionali d’arte, che inviteranno gli artisti a realizzare progetti site specific per i loro spazi.

I due vincitori saranno selezionati dal Comitato Scientifico composto da: direttore del Macro – Museo d’Arte Contemporanea Roma; Mario Codognato, capo curatore generale del Museo Madre di Napoli; Ginevra Elkann, vicepresidente della Pinacoteca Giovanni e Marella Agnelli di Torino; Gabriella Buontempo, segretario generale degli Incontri Internazionali d’Arte di Roma; Francesco Manacorda, direttore artistico di Artissima Torino; Nunzio, artista; Marcello Smarrelli, direttore artistico della Fondazione Pastificio Cerere. A questi si aggiungerà il curatore in residenza per il 2012 alla Fondazione Pastificio Cerere.
I vincitori del Bando verranno annunciati a novembre durante un incontro pubblico ad Artissima, la Fiera internazionale d’arte contemporanea a Torino, che rappresenta un’occasione di grande visibilità nel panorama artistico internazionale. Il momento conclusivo, previsto per l’autunno 2012, è la presentazione negli spazi del Macro – Museo d’Arte Contemporanea Roma dei lavori realizzati durante le residenze.

Il testo del bando di concorso e tutte le informazioni utili sul sito www.6artista.it

Le candidature dovranno essere spedite entro il 26 settembre 2011 a: Segreteria 6ARTISTA presso Fondazione Pastificio Cerere, Via degli Ausoni 7 00185 Roma.
(Fonte: http://www.comune.roma.it/)

“Artisti nelle Scuole”, l Jalisse in tour con Festival Show 2011 per promuovere la Cittadinanza attiva


Progetto musicale “Artisti nelle Scuole” con l’Associazione Crescere Creativi.

Il duo Jalisse in tour con Festival Show 2011 per promuovere la Cittadinanza attiva con il Civil Life Music Contest.

“Artisti nelle Scuole”.

 

Il 18 agosto a Lignano Sabbiadoro e  il 1 settembre alle Bandie di Spresiano di Treviso, il duo musicale Jalisse sarà ospite del tour estivo di Radio Bella e Monella.

Un momento importante per i Jalisse che, con l’Associazione Crescere Creativi, lo scorso luglio a Roma hanno siglato il Protocollo d’Intesa con il Ministero dell’Istruzione Università e Ricerca con il Progetto di creatività musicale “Artisti nelle scuole”.

Nel tour, Alessandra e Fabio si esibiranno con la canzone scritta dai bambini dell’Istituto Comprensivo di San Demetrio Né Vestini (Aq) “Ritornerà il futuro”, capofila del progetto “Crescere insieme a l’Aquila” e presentata anche all’edizione 2011 al Festival della Canzone Italiana di Sanremo.

Il 1 settembre a Spresiano (Tv) al Festival Show, il duo presenterà i ragazzi della Scuola Secondaria di I grado “A. Martini” di Paseggia (Ve) accompagnati dall’ artista di riferimento, Elena Moretto. Alla finale dell’edizione 2011 del Civil Life Music Contest di Padova, patrocinata dal Consiglio Regionale del Veneto, il gruppo è stato premiato dai 18 elementi dell’Orchestra Ritmico Sinfonica Italiana diretta dal M° Diego Basso.

 

Da settembre partirà la promozione istituzionale del progetto in tutte le Scuole di ogni ordine e grado di tutto il territorio nazionale.

 

L’obiettivo dell’Associazione Crescere Creativi è quello di offrire ai musicisti e alle varie associazioni musicali presenti in Italia, la possibilità di collaborare nei progetti didattici nelle scuole delle diverse regioni a partire dall’anno scolastico 2011/2012. Maggiori informazioni saranno disponibili contattando la produzione tregrattiproduzioni@gmail.com.

Spazio, quindi, alla creatività a partire dai banchi di scuola e forte intento di valorizzare l’educazione musicale quale linguaggio comunicativo ed espressivo privilegiato dalle giovani generazioni.

 

http://www.crescerecreativi.wordpress.com

http://www.crescerecreativi.net

http://www.artistinellescuole.it

info@crescerecreativi.net

 

ROMA, 8 OTTOBRE 2011: LA CHIESA CATTOLICA ROMANA E L’ITALIA RENDONO OMAGGIO ALL’ARCIDUCA OTTO VON HABSBURG


L’evento centrale di inizio autunno romano sarà la Messa Pontificale per l’Arciduca Otto von Habsburg presieduta da S. Em. Rev.ma il Cardinale Walter Brandmüller.   Promosso dall’Istituto di Studi Storici Beato Pio IX del Conte  Fernando Crociani Baglioni, con l’adesione di 110 Istituzioni ed Organizzazioni italiane ed internazionali.

Cardinale Walter Brandmüller

Cardinale Walter Brandmüller

(EUROITALIA – ROMA, 13 agosto 2011. Simona C. Farcas) – Nel terzo mese del pio transito dell’Arciduca d’Austria, che segnò nel centenario arco di sua vita la riaffermazione dei valori dell’Europa cristiana. Tale fu il suo ideale, attraversando le vicissitudini delle due guerre mondiali e di un lungo dopoguerra che sembrò senza fine per la Mitteleuropa e l’Europa Orientale soggette al comunismo. E per l’affermazione dell’ideale europeistico che riunisse attorno alla speranza di un mondo di pace e riconciliazione con al centro il nostro continente, senza più conflitti e odio tra i popoli.

Il dr. Otto von Habsburg, come preferiva essere appellato rispetto alle dignità imperiali e reali che gli corrispondevano, essendo figlio ed erede dell’ultimo Imperatore d’Austria -Ungheria, Carlo I, il Beato, che molti cattolici e ortodossi appellano “il Santo”, non impostò la sua azione culturale, sociale, etica e politica alla nostalgia del glorioso trono che riunì sotto il loro scettro l’Europa lungo un millennio. Ma incoraggiò le generazioni uscite dal secolo più tragico della storia umana a guardare con fiducia ad un avvenire di riconciliazione, di pace, progresso, autodeterminazione dei popoli, socialità e concordia, gettando le basi della ricomposizione dell’Europa cristiana, nel modello confederale che riprendesse i valori antichi e le esigenze di libertà, democrazia e diritti umani recuperati dai tempi moderni. Si oppose ai totalitarismi – subendone con la sua famiglia persecuzioni, arresti, esili e sofferenze – e alle loro aberrazioni. Si oppose ad ogni ingiustizia e dittatura; sopportò con dignità il delitto di cognome, che lo escluse per lunghi anni dalla sua Patria, come tutti gli eccessi del Novecento che inflissero ai capi delle dinastie, le quali  subirono il “vae victis”, sempre difendendo la Patria dei suoi antenati, o forse le grandi e piccole patrie dell’Oecumene imperiale cristiano che la composero; legato al retaggio storico del suo nome. Oggi riposa nella Cappella dei Cappuccini nella sua Vienna accanto agli Imperatori ai Re e ai Beati della Casa d’Asburgo, nel 440° anno di salvezza dell’Europa, segnata a Lepanto da Giovanni d’Austria. La solenne Messa Pontificale del Cardinale bavarese cadrà in tale ricorrenza tanto significativa per la Cristianità, la storia europea e la storia umana.

(Simona C. Farcas)

___________________

Per adesioni, contattare:

Segreteria organizzativa Pontificale Arciduca Otto von Habsburg
tel. 335.6605913
email: pontificale.ottovonhabsburg@gmail.com

___________________________________________________________ Continua a leggere

Ambasada României la Roma/Metodologia de şcolarizare în învăţământul de stat din România


The Coat of arms of Romania

Image via Wikipedia

(EUROITALIA – ROMA, 11 AUGUST 2011) – Prin intermediul unui Comunicat de Presă, Ambasada României la Roma anunţă că Ministerul Educaţiei Cercetării, Tineretului şi Sportului român a transmis informaţii de interes cu privire la Metodologia de şcolarizare în învăţământul de stat din România a cetăţenilor de origine etnică română din Republica Moldova precum şi din alte state învecinate şi a etnicilor români cu domiciliul stabil în străinătate, în anul şcolar / universitar 2011-2012.

Persoanele interesate pot accesa site-ul: www.edu.ro /relaţii internaţionale/românii de pretutindeni şi http://www.edu.ro/index.php/articles/15476 .

În vederea sprijinirii etnicilor români care vor să studieze în România, Departamentul pentru Românii de Pretutindeni pune la dispoziţia acestora, pentru informaţii suplimentare, adresa de e-mail: sprijin.admitere@dprp.gov.ro .

Dosarele se depun la Ambasada României la Roma, Via Nicolò Tartaglia nr. 36.

Termenul limită de primire a dosarelor la concursul de burse este luni, 22 august 2011.

Grottammare, la tradizione musicale marchigiana in festa.


Grottamare, Marche, Italia

Image via Wikipedia

Concerto all’Organo storico del 1752 del M° Andrea Moncada

(EUROITALIA – GROTTAMMARE, 11 agosto 2011, di Simona C. Farcas.)

“Una serata speciale da trascorrere in uno dei posti più belli delle Marche: il centro storico di Grottammare (alto)”, è l’invito del musicologo Andrea Carradori per Domenica 14 agosto nella Chiesa di Santa Lucia, alle ore 22,35.

Il Maestro Andrea Moncada, Direttore Artistico della Fondazione San Gregorio di Roma, farà dono agli ospiti di un Concerto all’Organo storico costruito nel 1752 da Francesco Fedeli.

Alle ore 20, nell’incantevole Ristorante MILLEQUATTROCENTOOTTANTUNO, che si trova davanti la chiesa di Santa Lucia, un’esclusiva cena riservata ai partecipanti.

Il menù prevede : antipasti misti (olive fritte all’ascolana, formaggi con focaccina, quiche di verdure, cus cus di verdure, mozzarelline, ecc); assaggio di primi (gnocchetti al pomodoro fresco e basilico e ravioli radicchio e speck o al tartufo); verdure grigliate; assaggio di dolci misti. Acqua, vino bianco, rosato o rosso. Caffè. Costo :  25 euro .

Prenotazione oggligatoria via email: vineria@m481.it oppure telefonando al signor Luca : 328 8191162.

Cerchiamo  di iniziare puntualmente la cena per rispettare, poi, l’orario del concerto a noi riservato.

Durante la cena è prevista una conversazione sul libro pubblicato  da Graziella Carassi dal titolo “ Maddalena profuga per sempre”.

(Simona C. Farcas)

Miglior amico dell’uomo: NON ABBANDONARLO! Chiama numero verde 800 974466


Campagna contro l’abbandono degli animali. Attivo numero verde 800 974466

Immagine campagna contro l'abbandono

(EUROITALIA, Roma, 10 agosto 2011) – Con l’estate e l’esodo verso le località di vacanza si ripresenta ogni anno il fenomeno dell’abbandono degli animali. Cani soprattutto, ma anche gatti e altri “amici dell’uomo” vengono abbandonati nelle strade cittadine come sulle vie di grande scorrimento.

 Per sensibilizzare i cittadini e contenere il fenomeno, l’assessorato all’Ambiente di Roma Capitale – Ufficio Tutela e Benessere degli Animali, in collaborazione con l’associazione Codici – ha lanciato la campagna di comunicazione “Il migliore amico della nostra vita”. Testimonial il conduttore televisivo Carlo Conti.

 Da quest’anno è attivo un contact center per informazioni e segnalazioni. Il numero verde 800.97.44.66 risponde dal lunedì al venerdì, dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 19; il sabato e la domenica (compresi i festivi) entra in funzione un servizio di risposta automatica; per comunicazioni urgenti tra breve sarà fornito un numero mobile.

 Al contact center rispondono operatori specializzati dell’associazione Codici che sono in grado di allertare le Forze dell`Ordine, le Guardie Zoofile, il Corpo Forestale e la Protezione Civile per gli interventi necessari.

Le informazioni fornite dal numero verde riguardano i servizi territoriali (pensioni per animali, convenzionate e non; veterinari, cliniche e pronto soccorso veterinari aperti 24 ore veterinarie; negozi, ristoranti e hotel dove si può entrare con animali); consigli utili su cosa fare in caso di smarrimento o ritrovamento di un animale; in caso di maltrattamenti e di presenza di accattonaggio con cani; come comportarsi se si viene morsi.

Il servizio si avvale anche di un supporto legale telefonico o diretto con avvocati esperti in specifici settori, ad esempio, maltrattamenti o presenza di animali nei condomini.

A disposizione dei cittadini che vogliano essere informati sulle iniziative connesse alla campagna, anche la pagina Facebook 800974466 Roma Capitale contro l’abbandono animali e il blog “Codici Diritti Animali“.

Alcuni dati del Ministero della Salute illustrano il fenomeno: in Italia ogni anno vengono abbandonati circa 92.000 cani (su un totale di 7.000.000 di cani di proprietà). Il picco massimo si tocca nei mesi di giugno, luglio e agosto con 60.000 animali abbandonati, il che equivale a 660 cani al giorno, cioè in media 27 ogni ora.
A Roma si stima che ogni anno sono tra 1600 e 2000 i cani che vengono abbandonati (su un totale complessivo, nella capitale, di 400.000 cani di proprietà).
Negli ultimi 10 anni, sulla sola rete autostradale, 40.000 incidenti d’auto sono stati causati dagli animali vaganti e 200 le persone decedute nei sinistri.
Sulla base della legge 189/2004 contro i maltrattamenti degli animali, il reato di abbandono è punibile penalmente con l’arresto fino a un anno e con multe da 1.000 a 10.000 euro.

(Fonte: http://www.comune.roma.it)

ROMA, NOTTE DI SAN LORENZO AL PLANETARIO


Notte di San Lorenzo, serata speciale al Planetario

CiaoW@ppy

CiaoW@ppy

 (EUROITALIA, Roma, 09 agosto 2011) – Nell’ambito del programma estivo Astrosummer 2011, il Planetario propone lo speciale “Notte di San Lorenzo”, una serata per vedere le stelle cadenti.

  Alle 21 e alle 22.30 l’osservazione del cielo è preceduta da un’introduzione tenuta da Stefano Giovanardi e intitolata “Quando cadono le stelle”. Da dove vengono e dove vanno le stelle cadenti? Dalla coda delle comete all’impatto con la Terra, la gloria effimera delle meteore.

Quest’anno le giornate di massima visibilità delle stelle cadenti (il 12 e il 13) coincidono con la luna piena che disturba l’osservazione del cielo e anche nei giorni precedenti la visibilità è ridotta.

Il programma di Astrosummer prosegue per tutto il mese d’agosto.

Il Planetario fa parte del Sistema Musei Civici del Comune di Roma, Assessorato alle Politiche Culturali e Centro Storico – Sovraintendenza ai Beni Culturali.

Planetario e Museo Astronomico del Comune di Roma
Piazza Agnelli 10
Ingresso 7,50 euro, (ridotto 5,50)

Per informazioni e prenotazioni 060608 (tutti i giorni dalle 9 alle 21) www.planetarioroma.it

Continua a leggere