DERUTA, MUSEO REGIONALE: LA NATIVITA’ IN DUE MILLENNI DI ARTE CERAMICA


Dagli Etruschi al Rinascimento, al Moderno, gli smalti e l’ornato dei maestri ceramisti in mostra a Deruta patria della ceramica e della maiolica: la mostra internazionale d’inverno in Umbria intitolata alla Natività

(EUROITALIA, Deruta, 17 Dicembre 2011, Simona C. Farcas) – Il più antico museo italiano per la ceramica fu fondato nel 1898 all’interno del Palazzo municipale di Deruta, nel cuore dell’Umbria, e venne collocato un secolo più tardi nell’ex convento di San Francesco, centro storico della città. Il Museo Regionale della Ceramica di Deruta si riappropria della sua identità originale, che risale a quell’arte antichissima che vide la scoperta del carbonato di calcio delle sabbie e conchiglie  tiberine quali materiali destinati alle fornaci che furono etrusche, romane, longobarde, benedettine, medioevali, sino alla Rinascenza e ai secoli moderni.

Intervento del Conte Prof. Fernando Crociani Baglioni

Intervento del Conte Prof. Fernando Crociani Baglioni

Una mostra che si intitola alla “Natività” nasce dall’idea del ceramista Attilio Quintili, ha saputo dare forma e contenuto alla presentazione di livello internazionale di quest’arte  nobile, tutt’altro che minore, ritenuta nei secoli magica, alchemica, per molti versi misteriosa...alla ricerca della pietra filosofale

La prima immagine della storia nota come “Natività” è quella del III secolo nelle catacombe romane di Priscilla ed è una ceramica. Egli, il Verbo Incarnato, il Cristo, è la stella simbolo della Divina Regalità predetta dal Profeta Bàlaam (una stella spunta da Giacobbe e uno scettro sorge da Israele, 24,17); ed ancora (il popolo che camminava nelle tenebre vide una grande luce…hai moltiplicato la gioia, hai aumentato la letizia…poiché un bambino è nato per noi…sulle spalle è il segno della sovranità ed è chiamato: consigliere ammirabile, Dio potente, Padre per sempre, Principe della pace, 9,1-2,5).

Dopo la pace costantiniana del 313 d.C., l’iconografia cristiana si arricchisce di scene, secondo la riflessione patristica che vive il suo secolo d’oro. Così nella ceramica all’adorazione dei Magi sovrastata dalla scena della Natività, si impone la prima scena cristologica.

Deruta passa alla storia come Patria degli artisti ceramisti secondo quelle tecniche di fornace, di pittura, di ornato, tramandate di padre in figlio a tutt’oggi, come Attilio Quintili testimonia dinanzi alla fornace degli antenati nella sua officina dove, tra migliaia di opere, aleggia il fascino dei secoli.

Intervento del Sindaco di Deruta On. Alvaro Verbena

Intervento del Sindaco di Deruta On. Alvaro Verbena

Storici, critici, artisti, politici, ed esponenti dell’aristocrazia storica umbra e del mondo accademico,  oltre ad un folto pubblico di eruditi e studiosi affollavano l’inaugurazione della mostra in atto nel Museo Regionale della Ceramica Umbra, per continuare sino all’8 gennaio 2012. Un ricco catalogo tramanda l’evento “Natività” attraverso le opere di 32 artisti di varie fedi e culture: Massimo Arzilli, Luan Bajraktari, Simona Baldelli, Enzo Barchi, Daniele Buschi, Nino Caruso, Tonina Cecchetti, Bruno Ceccobelli, Antonella Cimatti, Daniele Covarino, Giorgio Crisafi, Silvano D’Orsi, Angelo Ficola, Marino Ficola, Antonio Folichetti, Giuliano Giganti, Uttam Karmaker, Ugo Levita, Antonio Maggio, Bruno Marcelloni, Graziano Marini, Rita Miranda, Patrizia Molinari, Diego Mormorio, Claudio Orlandi, Kohei Ôta, Yuko Otake, Attilio Quintili, Jack Sal, Luca Rosario Salvaggio, Naoya Takahara, Antonio Veschini. Presentati e commentati attraverso gli interventi di studiosi, storici-critici, pubblici amminstratori, giornalisti e intellettuali di chiara fama: Paolo Ricciarelli,  Alvaro Verbena sindaco di Deruta, Umberto Utro, Cristina Mandosi, Andrea Baffoni, Giovanna Brenci, Manuela De Leonardis, Sabina Caligiani, Fernando Crociani Baglioni.

 Aula Magna del Museo Regionale. Foto: Simona C. Farcas

Contatti & Informazioni:

Fino all’8 Gennaio 2012

Museo Regionale della Ceramica Umbra, largo Santo Francesco – Deruta
Orario: 10.30-13.00 / 14.30-17.00. Chiuso il martedì  Tel. 075 9711000 fax 075 9711000 e-mail: deruta@sistemamuseo.it

  Continua a leggere