Il segreto interdetto. Eliade, Cioran e Ionesco sulla scena comunitaria dell’esilio


Edizioni ETS. In libreria.

 Ogni esiliato è un Ulisse, in cammino verso Itaca. Ogni esistenza reale riproduce l’Odissea. […] Sapevo tutto questo da molto tempo. Ciò che scopro all’improvviso, è che è offerta l’opportunità di diventare un novello Ulisse a qualunque esiliato (proprio perché è stato condannato dagli “dèi”, vale a dire dalle potenze che decidono dei destini storici, terrestri). Ma per rendersene conto l’esiliato dev’essere capace di penetrare il senso nascosto del suo errare […].  Mircea Eliade

2527

Da leggersi quasi più come un romanzo che come una ricostruzione storica, il presente studio propone un confronto faccia a faccia tra Mircea Eliade, Emil Cioran e Eugène Ionesco a partire dall’orizzonte associativo di Criterion. Questo irripetibile trio, pur nelle differenze, ha un’origine comune, la Romania, il luogo geografico, storico e intellettuale che ha segnato un vero incontro, un primo reale contatto per molti versi fatale e dagli esiti imprevedibili che ancora oggi deve essere degnamente valutato nella sua complessità. Tale evento ha determinato per alcuni versi anche il destino della loro opera futura, più famosa e conosciuta all’estero, nelle terre dell’esilio. E` un libro sulla condizione umana. I temi affrontati seguono i fili del legame comunitario attorno al reale del “malinteso” politico, attraversano la difficile questione del perdono, l’inestricabile rapporto dell’etica con la responsabilità, il lavoro infinito del lutto, la questione dell’amore e della follia in un inedito scenario del segreto condiviso.

Giovanni Rotiroti è psicanalista. Insegna Lingua e Letteratura Romena presso l’Università di Napoli “L’Orientale”. Ha curato l’opera integrale di Urmuz, Pagine bizzarre, Salerno Editrice, Roma 1999, e pubblicato i seguenti volumi: Il mito della Tracia, Dioniso, la poesia, Rubbettino, Soveria Mannelli 2000; Dan Botta. Între poiesis ri aisthesis, Pontica, Constanza 2001; Il processo alla scrittura, Marco Lugli Editore, Firenze 2002; Il demone della lucidità. Il “caso” Cioran tra psicanalisi e filosofia, Rubbettino, Soveria Mannelli 2005; Odontotyrannos. Ionesco e il fantasma del Rinoceronte, Il Filo, Roma 2009; Il piacere di leggere Urmuz. indagini psicanalitiche sui fantasmi letterari delle ‘Pagine bizzarre’, Università degli Studi di Napoli “L’Orientale” – Il Torcoliere, Napoli 2010; Gherasim Luca, L’inventore dell’amore, a cura di Giovanni Rotiroti, Firenze, Barbès, 2011.

Vedi  http://www.edizioniets.com/scheda.asp?n=9788846729743

2527Il segreto interdetto

Eliade, Cioran e Ionesco sulla scena comunitaria dell’esilio

Autore/i: Giovanni Rotiroti

Collana: philosophica (84)

Pagine: 230
Formato: cm.14×21
Anno: 2011
ISBN: 9788846729743

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...