Recanati, il “Picchio nero” della Regione Marche alla romanziera Rita Amabili Rivet


flag of Italian region Marche

Stemma della Regione Marche

“In mio figlio vivrai per sempre” un libro di Rita Amabili Rivet

Nelle campagne marchigiane, dei primi decenni del secolo, la vita è dura, il lavoro scarseggia e i salari sono miseri. Per sfuggire ad una vita di povertà Guido, a tredici anni, emigra in Canada. Rita Amabili-Rivet ha raccontato in questo romanzo saggio la vicenda di suo padre, Guido Amabili, dal 1912 ai tempi nostri. Un’esperienza che è, poi, quella di tutti coloro che hanno lasciato la propria terra per piantare radici in un paese lontano, sconosciuto. Diffidenza, difficoltà, durezze, ingiustizie, razzismo e poi finalmente il sorriso, l’accoglienza e un nuovo sentimento che sboccia: l’amore per la nuova patria senza perdere il ricordo della terra e degli affetti lasciati.

La scrittrice italo-canadese di origine marchigiana ha vinto il 9 dicembre scorso gli stemmi della Regione Marche.

Gentilissimi,

Ho la gioia di condividervi che sarò intervistata dalla Signora Adriana Masotti, responsabile Radiogiornale della sera della Radio Vaticana, domani il mercoledì 25 gennaio, dalle 16 alle 18 per parlare del mio romanzo storico IN MIO FIGLIO VIVRAI PER SEMPRE, per il quale ho ricevuto gli stemmi dalla Regione Marche il 9 dicembre scorso (in allegato).

Ringraziandovi del vostro interesse, vi porgo i migliori saluti,

Rita Amabili

La Regione Marche, le Associazioni dei Marchigiani in Canada in collaborazione con il Comune della città di Recanati, in Italia, mi hanno invitato a presentare il mio romanzo storico sull’immigrazione italiana in Canada intitolato “In mio figlio vivrai per sempre” (versione italiana di “Guido, le roman d’un immigrant”).

Un fatto di cui mi sono sentita onoratissima, ancor più perché previsto alla vigilia  della «Giornata Internazionale delle Marche». Mi avevano informato che la presentazione si sarebbe svolta con le stesse modalità tenutesi a Numana sei mesi prima in occasione dell’incontro annuale del “Consiglio dei Marchigiani provenienti dall’Estero”, dunque all’inizio della serata mi sono sentita piuttosto calma.

Diversi, simpatici protagonisti erano presenti per impreziosire l’evento : Luca Marconi (Assessore Regionale all’Emigrazione), Marina Marozzi (giornalista e membro del Consiglio dei Marchigiani), i narratori Tiziana Bonifazi e Luca Talevi, il violinista di fama internazionale Marco Santini e la pianista Lucia Santini. In un angolo del palcoscenico, da dove abbiamo presentato il libro, erano sospese le quindici bandiere dei paesi dove gli italiani della nostra regione sono emigrati nel corso del XX° secolo. La Villa Colloredo Mels, il museo civico della città, esponeva con sfarzo le proprie pitture del XIII° secolo, mentre mi  apprestavo a presentare il mio romanzo portante sull’immigrazione, la civiltà contadina, la sopravvivenza e la solidarietà.

In questi magici momenti, ho avuto il grande piacere di ricevere diversi omaggi : la signora Santini ha composto un nuovo brano musicale in onore del mio principale personaggio femminile, mia nonna Loreta; la lettrice Tiziana Bonifazi ha interpretato la mia poesia “A mio padre” in italiano e l`ha riletta in musica in francese, per ammirazione nei confronti della mia opera.  Al termine della serata, ho anche ricevuto un fantastico regalo. L’Assessore Marconi ed il Prof. Sandro Abelardi mi hanno consegnato lo stemma ufficiale della regione Marche : una targa con il Picchio nero della montagna che ora troneggia orgogliosamente nel mio ufficio! Un oggetto che per me ha un valore inestimabile, perché mi parlerà sempre di quei valorosi emigranti strappati alla loro terra per cercare una vita migliore in un mondo che continua ancora a far soffrire, colpevolmente, i più piccoli…

__________________________________

In mio figlio vivrai per sempre

di: Rita Amabili Rivet

In mio figlio vivrai per sempre
Autore: Anna Amabili Rivet

Tradotto da: E. Bedon

Editore & Imprint: Edarc

Pagine: 350

ISBN: 8897060005ISBN 13: 9788897060000
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...