Da Satu Mare, donazione di libri in lingua romena alla città di Cassino


 “Cassino che legge” torna con la presentazione del volume “CILX, 5182”

“Domani l’appuntamento della rassegna ‘Cassino che Legge’ offre a quanti parteciperanno, in particolare agli appassionati di epoca romana, un’opportunità unica per conoscere scenari inediti dell’Antica Roma.” Con queste parole l’assessore alla cultura del Comune di Cassino, Danilo Grossi, ha presentato l’appuntamento, a cura dell’associazione ‘Se Non Ora Quando’, che si terrà domani alle ore 18 presso la biblioteca comunale ‘Pietro Malatesta’. “Dopo la donazione di libri in lingua romena – ha continuato Grossi – che la biblioteca di Satu Mare ha fatto alla città di Cassino, torniamo a parlare di volumi scritti da autori locali con la presentazione di ‘CIL X, 5182’ a cura di Silvana Errico. Un volume che verrà presentato dal Prof. Antonio Stramaglia, docente di Lingua e Letteratura Latina presso l’Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale e che verrà illustrato al meglio attraverso la proiezione delle immagini più salienti commentate dall’autrice. Un momento sicuramente interessante ed importante che permetterà a tutti noi di conoscere, partendo dall’antica Casinum per arrivare a tutto l’impero romano, le vicende storiche dell’Antica Roma. Protagonista del libro è il Console C. Ummidio Durmio Quadrato illustre nativo dell’Antica Casinum, quindi tratta un argomento che riguarda da vicino la storia della nostra città. Soprattutto si tratta di un volume molto scorrevole, quasi come un romanzo, con la differenza però che gli argomenti trattati sono tutti veri e documentati. Un’occasione unica per gli appassionati di storia, ma anche per tutti i cittadini di Cassino, fornita dall’appuntamento di domani che torna a promuovere la conoscenza e la diffusione di volumi scritti da autori locali con il successo che ormai contraddistingue questa rassegna giunta alla sua seconda edizione.” È stato poi il presidente dell’Associazione ‘Se Non Ora Quando’, la professoressa Nunzia Sanseverino, a spiegare le motivazioni che hanno portato alla promozione di questo volume. “Come associazione – ha sottolineato la Sanseverino – già in passato abbiamo presentato all’interno della rassegna ‘Cassino che Legge’ una serie di libri, ma a questo volume noi teniamo particolarmente perché l’autrice, Silvana Errico, è socia dell’associazione stessa. Siamo molto felici dell’opportunità che ci viene offerta ed orgogliose di Silvana che è una donna che ha dedicato 10 anni della sua vita, 8 per la ricerca del materiale e 2 per la stesura, per scrivere questo libro; il tutto mentre continuava a svolgere la egregiamente la sua professione lavorativa ed il suo ruolo di mamma. Un’ulteriore nota di merito è data dall’argomento trattato, visto che nel libro Silvana, pur non essendo originaria di Cassino, parla della storia dell’Antica Casinum. Questo, a nostro avviso, è molto significativo perché testimonia l’amore che Silvana ha per questa città che la ha adottata e per la quale ha voluto con passione raccontare un momento storico finora mai trattato; cosa che fa di Silvana cittadina illustre di Cassino. Infine, per una bella coincidenza, questa iniziativa precede di poco il ritorno della famosa statua dell’atleta, altro momento importante che serve per ricordare la grandezza di cui Cassino è vissuta.”

Fonte: Ciociaria24.net

 

Biblioteca Judeţeană (BJ) Satu Mare a deschis o filială de carte românească în localitatea Cassino din Italia. Anunţul a fost făcut în cadrul unei conferinţe de presă organizate azi, 1 aprilie, la BJ Satu Mare.

La întâlnirea cu presa au participat directorul interimar al instituţiei gazdă, Angela Câmpian, fostul manager al BJ, Mircea Ardelean dar şi şeful Serviciului de relaţii cu publicul, Paula Horotan.

Ideea înfiinţării unei filiale a BJ Satu Mare în Italia s-a născut în urmă cu mai bine de 1 an şi îi aparţine fostului manager al instituţiei, Mircea Ardelean şi Monicăi Antonescu (fiica regretatului om de cultură Nae Antonescu), actualmente preşedintele Asociaţiei italo-române „Dor”.

Astfel, în perioada 20-21 martie, o delegaţie din Satu Mare constituită din patru membri a pornit spre Cassino ducând cu ea peste 650 de publicaţii în limba română. La evenimentul festiv de deschidere a filialei, organizat în cadrul Bibliotecii locale „Pietro Malatesta” din Cassino au participat: consilierul principal al Compartimentului de turism, promovarea mediului de afaceri, activităţi culturale din cadrul Consiliului Judeţean (CJ) Satu Mare, Eva Lenghel, Paula Horotan, bibliotecarul Ioana Câmpian, iar din partea Asociaţiei „Dor”, preşedintele acesteia, profesorul Monica Elena Antonescu. De asemenea, din partea gazdelor au participat: consilierul în domeniul cultural din cadrul Primăriei Cassino, Danilo Grossi, consilierul în domeniul afacerilor şi comerţului, Mario Costa, preşedintele Asociaţiei oamenilor de afaceri „Eranos”, Pasquale Perrone dar şi reprezentanţi ai comunităţii româneşti din Cassino.

În cadrul evenimentului de inaugurare, BJ Satu Mare i-a fost decernată o plachetă din partea Asociaţiei „Dor”, în semn de recunoştinţă pentru donaţia de carte românească. Pe parcursul şederii în Italia, delegaţia sătmăreană a participat la numeroase evenimente organizate de oficialităţile locale cu prilejul celebrării Sfântului Benedict, întemeietorul Mănăstirii Montecassino (în anul 529) şi patronul spiritual al localităţii Cassino.

 

Sursa: satmareanul.net

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...