Roma. Solidarietà per Luca, 5 anni, affetto da Gangliosidosi GM1: aiutiamolo a trovare casa


 Luca e la sua mamma hanno bisogno della nostra solidarietà. Usciti dall’ospedale, cercano un’abitazione, anche in affitto, a Roma e aiuto per sostenere le spese della casa. 

Luca, 14 mesi

Luca è un bambino amato e desiderato dai suoi genitori, nato nel 2014 al San Pietro Fatebenefratelli di Roma. Ha compiuto 5 anni e l’Italia è il suo Paese di nascita, ma qui non ha più una casa dove vivere insieme alla sua mamma, che nel frattempo è rimasta sola, dovendo lasciare la vecchia abitazione.

All’età di 2 anni, Luca si è ammalato e dopo lunghi  e complessi accertamenti medici, solo nel 2019, all’Ospedale Bambino Gesù, gli è stata diagnosticata una malattia rara: la Gangliosidosi GM1.

Per curarlo, nutrirlo con PEG, la sua giovane mamma gli sta vicino 24 ore su 24, tutti i giorni, essendo così impossibilitata a sostenere le spese per l’affitto della casa e le bollette.  Ogni tre mesi, Luca deve tornare in ospedale per le analisi.

Abbiamo bisogno di trovare per Luca e la sua mamma un monolocale al piano terra, con bagno, a Roma.

Per proposte di aiuto, casa in affitto e donazioni, telefonare al n. 320 1161307, oppure, potete scrivere a insiemealuca@gmail.com

Luca, 3 mesi

Luca, in ospedale, oggi

Luca insieme alla mamma

 

Cerchiamo aiuto per Luca e la sua mamma, ma siamo mobilitati per sostenere altre famiglie nella stessa situazione e sensibilizzare l’opinione pubblica.

La gangliosidosi GM1 è una rara malattia da deposito lisosomiale caratterizzata, dal punto di vista biochimico, dalla riduzione di attività dell’enzima beta-galattosidasi e, dal punto di vista clinico, da un’ampia gamma di segni neuroviscerali e oculari e da dismorfismi.

Roma: CasaPound occupa scuola ‘Parini’ a Montesacro, ci si stabiliranno 17 famiglie


(€UROITALIA – Roma, 5 aprile 2011).  Un centinaio di militanti di CasaPound Italia ha occupato questa mattina la scuola ‘Parini’ di piazza Capri, a Montesacro, un edificio pubblico abbandonato da due anni e mezzo, dove, già da domani, fatti i primi lavori di riqualificazione, si stabiliranno 17 famiglie in stato di grave emergenza abitativa.

”L’emergenza casa è una vera e propria bomba sociale, ma per contrastarla, nonostante le continue promesse, nulla è stato fatto – spiega Andrea Antonini, vicepresidente di Cpi –  Questa struttura pubblica era in stato di totale abbandono da oltre due anni. I pochi lavori che sono stati fatti sono lavori di consolidamento, interventi di urgenza indispensabili a mettere in sicurezza l’edificio, mentre nessun altro intervento di riqualificazione è previsto nel prossimo futuro: per la ‘Parini’ non ci sono stanziamenti, né è stata individuata una destinazione alternativa. Un edificio, dunque, che, per come stanno le cose, sarebbe destinato a rimanere abbandonato ancora a lungo, mentre migliaia di famiglie romane sono costrette a combattere ogni giorno per trovare una casa tra affitti alle stelle e una crisi da cui non si vede la via d’uscita. Un lusso che, secondo CasaPound Italia, una città come Roma, che vive da anni una gravissima emergenza abitativa, non può proprio permettersi”.
Fonte: www.casapounditalia.org