13 giugno 2013: Accademia di Romania in Roma ospita la Mostra Spazi Aperti, XI edizione


S P A Z I    A P E R T I     X I

BORDERLESS

Spazi2013

L’Accademia di Romania in Roma  inaugura  il 13 giugno 2013 alle ore 19:00 l’undicesima edizione di Spazi Aperti, mostra organizzata dagli artisti borsisti “Vasile Pârvan” dell’Accademia di Romania a Roma che aprono gli spazi della loro residenza per una mostra collettiva. L’evento, che si propone come una piattaforma per lo scambio e per il dialogo tra gli artisti borsisti dell’Accademia di Romania e quelli residenti nelle accademie e negli istituti culturali internazionali con sede a Roma, sarà  coordinato da Leontina Rotaru.

Artisti / Borsisti partecipanti:

Accademia di Romania in Roma – Iulia Morcov, Claudia Mandi, Leontina Rotaru, Cristina Vidruţiu, Iulia Stătică,Roxana Mihaly, Mihaela Cecilia Lazăr, Irina Grosu, Marius Burhan, Ciprian Buzilă, Luca Matei Stoian

Accademia Britannica – Anne Marie Cramer, Todd Fuller, Jonathan Baldock, Liang Luscombe, John di Stefano, Tao Sule DuFour

Accademia di Danimarca –Astrid Myntaeker, Silas Skote Emerry, Mikkel Olaf Eskildsen

Accademia Reale di Spagna –Julio Falagan, Tamara Arroyo, Begona Zubero, Miguel Angel Tornero, Oriol Saladrigues Brunet, Jose Noguero, Miguel Cuba

Istituto Svizzero –Benoit Billote, Anne Rochat

Istituto Storico Austriaco – Elke Auer, Boros Miklos, Nathalie Koger, Lisa Rastl

Accademia di Francia a Roma “Villa Medici” – Till Roeskens

Accademia Tedesca Roma Villa Massimo – Klaus Weber

Accademia dell’Ungheria – Nora Bujdoso

Rhode Island School of Art and Design – Effy Morris, Hunter Blackwell, Jenny Jisun Kim, Caroline Ellen, Christopher Prinz, Timothy Dobday

Ospiti speciali

Renato Frosali (Italia, Venezia Biennale 2011); Lea Rasovszky (Romania); Thomas Otto Zinzi & Progetto Miniera (Italia); Ellen Driscoll (Stati Uniti d’America); Şoimiţa Lupu (Romania/Italia), Vlad  Stoica (Romania).

Programma   Spazi Aperti XI

Giovedì, 13 giugno

19:00 Inaugurazione della mostra internazionale Spazi Aperti XI

Le lunghe orecchie del cuore, lettura teatrale di Thomas Otto Zinzi e Progetto Miniera (Roma)

20.30 Incontro con Renato Frosali( l’artista espone nella Sala concerti)

21.00 Sitting the Lines, performance by Anne Rochat e Benoit Billot, Istituto Svizzero in Roma, 20min, 2013

22.00 Concerto & party DJ Vlad Stoica (Bucarest)

Giovedì, 20 giugno

17:00 Incontro – dialogo con Ellen Driscoll (USA) sulself-management di un giovane artista. I pro e i contro.

18:00 Video screening.

  • Meeting the pied piper in Braşov, 7 min, 2006 / Meeting the Pied Piper in Brasov, a paper prologue, 6,52 min, 2011 by Anne Marie Cramer;
  • Before, after, the last, video-performance by Anne Rochat, captation of Jean Otth, Jensich Museum of Vevey, Switzerland, 35min, 2012
  • Adrift by Todd Fuller, 5.45 min., mixed media animation, 2012
  • Fountain Loma Dr/W6th St (Menschenloop), 2003 by Klaus Weber
  • Mourning by Effy Morris, 2013
  • Videomappings: Aida, Palestina by Till Roeskens, 46 min, 2009

Sabato, 22 giugno

20:00 Concerto di Massimiliano Chiappinelli (pianoforte)

A seguire anteprima dell’opera “The Juniper Passion”

www.thejuniperpassion.it, In collaborazione con la Festa Europea della Musica

Domenica, 23 giugno

20:00 Concerto “Piano Solo” di Massimo Fedeli (musica blues, jazz, pop)

Musiche di Coltrane, Monk, Jarret, Petrucciani e composizioni originali

In collaborazione con la Festa Europea della Musica

21:00 Spettacolo di danza contemporanea di Şoimiţa Lupu

(Teatro Massimo di Palermo)

ROMA, SHOPPING BAG ART: BANDO PER GIOVANI TALENTI IN ITALIA E ALL’ESTERO. SCADENZA, 3 APRILE 2013.


BANDO

Shopping Bag Art

VIII Edizione

dedicata a Flora Mastroianni

25/28 aprile 2013

BAG

Il progetto, promosso dall’Associazione Culturale Internazionale Diletta Vittoria e patrocinata dall’Accademia di Belle Arti di Roma, invita i giovani talenti delle Accademie Italiane ed estere e gli artisti a realizzare un’opera d’arte servendosi di un oggetto di uso quotidiano: la shopping bag.

 

A tutti noi è capitato di acquistare degli oggetti e ricevere per il trasporto delle shopping bag, poi dimenticate in un angolo di casa o peggio disperse nell’ambiente.

Sarebbe buon uso, per salvaguardare il nostro ecosistema, riutilizzare le buste di carta il più possibile e quando oramai logore aver cura di gettarle negli specifici contenitori di raccolta differenziata nel rispetto dei principi ineludibili di tutela dell’ambiente.

L’evento prevede che studenti e artisti recuperino le shopping bag, inconsapevolmente accantonate, e le rielaborino in modo artistico per restituire loro una nuova dignità, avendo cura di evidenziare il logo della busta.

 

L’iniziativa è aperta oltre agli studenti italiani e estere delle Accademie di Belle Arti, agli artisti e gli  abbonati ACI.

 

L’arte, infatti, ha il potere di rendere nobile qualunque cosa entri nella sua sfera di attenzione per mezzo della creatività.

Ogni partecipante, avvalendosi delle tecniche e dei materiali a lui più congeniali, dovrà trasformare una shopping bag usata in un’opera d’arte. In occasione della manifestazione ”100 Pittori di Via Margutta” dette opere verranno esposte sia presso la Galleria Vittoria, sia presso gli espositori esterni lungo la storica strada, dal 25 / 28 aprile 2013

Le opere saranno messe in vendita a libera offerta e il ricavato sarà interamente devoluto ad una associazione umanitaria

I partecipanti dovranno presentare le shopping bag elaborate entro il 3 aprile 2013 corredate da una scheda che rechi il titolo dell’opera, i dati anagrafici, una foto dell’opera originale (così denominata, per gli studenti: Accademia di appartenenza, COGNOME-NOME,TITOLO, DIMENSIONI, CORSO e ANNO del CORSO, DOCENTE, MARCHIO mentre per gli artisti: COGNOME-NOME,TITOLO, DIMENSIONI,  MARCHIO) che partecipa alla manifestazione (l’immagine deve essere inviata via e-mail o consegnata su cd in formato JPG 300 dpi e non superiore a 1 MEGA di risoluzione); inoltre OBBLIGATORIAMENTE gli studenti devono indicare l’anno del corso, la Cattedra e il Professore a cui fanno riferimento in Accademia.

 

I partecipanti dovranno spedire o consegnare a mano, l’opera insieme alla documentazione richiesta (vedi sopra),

dal 20 marzo al 3 aprile 2013

L’opera che partecipa alla manifestazione è a tema libero e senza restrizioni di tecnica artistica.

 

L’incompletezza della documentazione presentata (foto, scheda di adesione compilata in tutte le sue parti) comporterà l’esclusione dalla pubblicazione dell’opera sul catalogo.

 

La documentazione dovrà pervenire entro la suddetta data all’Associazione Culturale Internazionale Diletta Vittoria – via Margutta 103 CAP: 00187 (tel. 06.36001878 –  e_mail: margutta.shoppingbag@libero.it).

 

Una giuria – composta dal Direttore dell’Accademia di Belle Arti di Roma Prof. Gerardo Lo Russo, in qualità di Presidente, e da galleristi, artisti professionisti e critici – assegnerà 2 premi, ciascuno di € 250 (euro duecentocinquanta), alle opere ritenute insindacabilmente migliori dei ragazzi dell’Accademia di Belle Arti. A tutti i partecipanti, in ogni caso, sarà rilasciato un attestato di partecipazione alla manifestazione insieme a una copia del catalogo e a un pieghevole contenuti in una piccola shopping bag, progettata e realizzata per l’occasione dall’organizzazione,  unitamente a un buono acquisto a titolo di rimborso spese.

 

Associazione  Culturale Diletta Vittoria

                                                                                                                                                               Tiziana Todi

Roma 4 Febbraio 2013

 

Scarica il pdf – BANDO shopping bag 2013

                             

Roma,Famiglia e minori rumeni-tra integrazione ed esclusione sociale. Conferenza all’Accademia di Romania a Roma


Pro Child – Nessuno può crescere solo

Promozione dei diritti dei bambini e degli adolescenti

in Romania ed in Italia

 Conferenza

“Famiglia e minori rumeni – 

 tra integrazione ed  esclusione sociale”

Domenica18 marzo 2012

Ore 15.00 – 20.00

 Sala ConferenzeAccademia di Romania a Roma

P.zza José di San Martin,1 – Roma


www.nessunopuocresceresolo.eu
www.nimeninupoatecrestesingur.eu

Insieme, al di là della distanza,

Intervento di Simona C. Farcas al Convegno Left Behind. La famiglia transnazionale e gli orfani bianchi nella Moldavia Romena.  Anno europeo 2010 per la lotta contro la povertà e l’esclusione sociale

Serata soul-jazz-folk all’Accademia di Romania in Roma con Christiana Uikiza & Markus Gaudriot


Sabato 19 novembre alle 20:30, l’Accademia di Romania in Roma presenta il concerto This time it’s different, con l’esibizione di due giovani musicisti: la cantautrice  Christiana Uikiza ed il pianista Markus Gaudriot. La serata jazz/ soul/ folk  si inserisce all’interno della terza edizione di Musei in Musica, iniziativa promossa da Roma Capitale che prevede sessanta eventi musicali in diversi musei e siti culturali nella città di Roma, straordinariamente aperti di sera per l’occasione e ad ingresso gratuito.

 

Christiana Uikiza, cantautrice nata in Romania, ha sviluppato il suo talento plurilinguistico anche perché ha abitato in più paesi. Ha perfezionato la sua tecnica vocale a Vienna dove ha intrecciato il suo percorso musicale con quello dei migliori artisti austriaci ed internazionali  come Jean-Paul Bourelly, Joe Meixner, Willi Langer e Martin Fuss. Ha sempre le valigie pronte per prendere qualche volo, a volte ha l’impressione di abitare proprio all’aeroporto di Vienna.  Ha anche le sue corde vocali sempre pronte per i suoi numerosi concerti sostenuti in tutti gli angoli del mondo davanti a un pubblico molto vario. Ha incantato con la sua presenza e la sua interpretazione migliaia di orecchie e di anime: pezzi soul classici, jazz, canzoni proprie. Sempre in viaggio, ha sostenuto concerti in tante capitali europee:  Copenhagen, Varsavia, Danzica, Zurigo, Berlino, Budapest, persino al Festival Jazz di Istanbul 2011 dove ha condiviso il palcoscenico con giganti del mondo jazz e soul come sarebbero Herbie Hancock, Michel Camillo, Randy Crawford, Natalie Cole, Joe Sample, Joss Stone e Jamie Cullum.

La flessibilità con cui Christiana “viaggia” attraverso tutti i generi musicali è sostenuta dalle solidi basi messe nell’infanzia: studia violino dall’età di 8 anni, poi ha studiato pianoforte e chitarra da autodidatta. In seguito ha concentrato i suoi sforzi sul perfezionamento della sua tecnica vocale, raggiungendo un ampliamento del suo diapason fino a 5 ottave, incluso un modo rarissimo di espressione vocale chiamato “whistle register”(registro fischiato), un culmine raggiunto da pochissimi artisti vocali al mondo.

Gli anni passati a studiare in Croazia sono stati allo stesso tempo l’inizio di un periodo musicale molto prolifico: Christiana ha partecipato e ha vinto concorsi e festival di  jazz, blues e di chanson francesi, è arrivata nelle finali dell’edizione croata dello show “Pop Idol”, ha scritto canzoni e ha fatto vari videoclip. Una delle sue canzoni è diventata hit nello spazio radiofonico croata.

Accanto alla sua attività concertistica che ha sempre considerate come una priorità, Christiana ha scritto, registrato e lanciato il suo primo album con musiche proprie nel 2008. L’album intitolato “This time it´s different” è stato prodotto da Christoph Burgstaller ed ha riscosso un grande successo di pubblico e di stampa in ambiti specialistici tedeschi ed austriaci.

Attualmente Christiana sta registrando in studio di altissimo livello a Los Angeles, Kansas City e in Austria il suo second album “How to get“(soul/ jazz/ pop), album prodotto dal famosissimo pianista Joe Meixner. Gli artisti del mondo della musica che hanno scoperto e creduto nel grande talento di Christiana e la sostengono nella sua carriera sono a loro turno laureati o nominati per il premio “Grammy”. Di chi si tratta … lo sapremo all’inizio del 2012, quando il nuovo album sarà lanciato! 

Nato nel 1980, Markus Gaudriot si è diplomato presso l’Accademia di Musica di Vienna ed è già perfettamente integrato nel mondo austriaco dello jazz. Ancora giovanissimo è protagonista di vari concerti sostenuti nei più rinomati club di Vienna ed accompagna in tournées numerosi artisti austriaci consacrati: Hans Salomon, Oscar Klein, Harry Stojka, Zipflo Weinrich.

I suoi “eroi” musicali sono Oscar Peterson, Benny Green, Kenny Barron, Monty Alexander, i quali lo hanno ispirato nei suoi primi anni nel mondo della musica. Eppure la gioia di fare musica filtrata attraverso il proprio spirito e la maturità dell’interpretazione sia dal punto di vista tecnico che dell’originalità armonica lo rendono unico tra i pianisti della sua età.

_______________________

Sabato, 19 novembre 2011 

Ore 20,30 – 21,30

Ore 22,00 – 23,00

 Sala concerti

Accademia di Romania

P.zza José de San Martin no. 1 (Valle Giulia)

Ingresso libero fino ad esaurimento posti

ROMA, CENTENARIO DELLA NASCITA DI EMIL CIORAN



Emil Cioran writer / Emil Cioran écrivain (Pas...

Emil Cioran, Image via Wikipedia

 “quando si sa che un problema è un falso problema si è particolarmente vicini alla salvezza”

“soltanto il paradiso o il mare potrebbero farmi rinunciare alla musica”

 

(EUROITALIA – 3 novembre 2011, di Eugenia Stanisci) – Giornata di celebrazione del centenario della nascita del filosofo romeno Emil Cioran (1911-1995), giovedì 10 novembre 2011, alle ore 16 a Roma presso l’Accademia di Romania in Valle Giulia (Piazza José de San Martin, 1).  La manifestazione, organizzata in collaborazione con l’Università degli Studi di Roma ”Tor Vergata” e FIRI, vede la partecipazione di illustri studiosi, quali il prof. Mario Andrea Rigoni corrispondente, amico e traduttore di Cioran, il prof. Francesco Maino, dell’Università degli Studi di Roma ”Tor Vergata”, direttore del corso ”Modelli e categorie della filosofia contemporanea” e Aldo Masullo professore emerito di filosofia morale presso l’Università di Napoli “Federico II”.

L’interesse per il grande filosofo e pensatore del ‘900 romeno si sta diffondendo in Italia e molti studiosi e appassionati  approfondiscono la sua opera per farla conoscere soprattutto ai giovani.

 Emil Cioran, nato in un villaggio della Transilvania (Rasinari), vicino Sibiu, da un pope ortodosso, nel 1937 lascia la Romania per Parigi dove vive da apolide e bohemién: eterno studente che corre in bicicletta per le strade della città e stringe amicizia con gente del popolo e barboni. Vive in misere stanze fino ad abitare una mansarda in Rue de l’Odeon, n. 21 dove rimarrà fino alla morte.

“Parigi è la città ideale per essere un fallito”.

Il nostro è un pensatore che esce dagli schemi, dalle regole, dal formalismo di Accademia (rifiuta numerosi premi). Cioran non fa parte di nessuna corrente o scuola, la sua filosofia nasce dall’esperienza di vita: l’allontanamento dalla sua terra natale,  l’esistenza bohèmien a Parigi, la solitudine, soprattutto notturna, l’insonnia lo perseguiterà per tutta la vita. Il suo stile è caustico e diretto, ma nello stesso tempo fortemente emotivo; è fuori dal sistema, pur frequentando il caffè Flore di Parigi, dove passa molte ore, non stringe amicizia con gli intellettuali che incontra, quali SartreCamus: i suoi amici sono quelli dell’Università di Bucarest, Mircea Eliade, Samuel Beckett, Eugène Ionesco, con i quali rimane sempre in contatto.

Un caro amico è il prof. Mario Andrea Rigoni, uno dei relatori del convegno. Per il pensatore romeno la filosofia è “terapia”; il testo pubblicato nel 1934 in Romania ”Al culmine della disperazione” contiene le basi del suo pensiero, di quel pessimismo esistenziale  che percorrerà tutte le sue opere; solo l’ironia, il senso dell’assurdo, l’atteggiamento provocatorio e critico gli permettono di superare la noia di vivere, l’acuto pessimismo che lo porterebbero al suicidio ”senza l’idea del suicidio mi sarei ucciso”.

Emil Cioran scrive in rumeno fino al 1947, due anni dopo passa al francese che padroneggia perfettamente con la prima opera “Sommario di decomposizione” (1949); seguono molti altri testi fra i quali “La tentazione di esistere” (1956), ”Il funesto demiurgo”(1969), “L’inconveniente di essere nati” (1973), ”Mon cher ami: lettere a Mario Andrea Rigoni”(1977-1990), ”Squartamento”(1979). L’ultimo libro pubblicato in vita ”Confessioni ed anatemi” (1987) condanna la felicità basata sul nulla.

 “Come la verità è nuda, la vanità è sempre vestita, quasi larvata: giacché se fosse nuda che cosa avrebbe da mostrare?” (Rigoni).

 (di EUGENIA STANISCI)

Continua a leggere

ROMA, DRACULA: La vera storia del Principe Vlad Ţepeş Dracul. Il 7 maggio all’Accademia di Romania in Roma


Vlad Ţepeş, the Impaler, Prince of Wallachia (...

Image via Wikipedia

La vera storia del Principe Vlad Ţepeş Dracul

Sabato 7 maggio 2011 ore 17,45

ACCADEMIA DI ROMANIA IN ROMA

Piazza Jose’ de San Martin no. 1 (Valle Giulia)

INGRESSO LIBERO

Evento organizzato dall’Associazione culturale italo-romena OVIDIO di Chieri (TO), dall’Accademia di Romania in Roma e dall’Associazione culturale MECCANICHE ARTISTICHE.

Con il patrocino di:

Ambasciata di Romania in Italia

Consolato Generale di Romania a Torino

Regione Piemonte

Città di Chieri

Programma:

  • Conferenza storica sul personaggio a cura dell’Associazione Culturale Italo-Romena OVIDIO
  • Presentazione del progetto di spettacolo musical sulla vera storia del principe Vlad frutto della collaborazione tra Italia e Romania.
  • Proiezione del Trailer e lettura di alcuni passi dello spettacolo a cura degli attori dell’Associazione Culturale Meccaniche Artistiche.
  • Domande del pubblico – dibattito.

Si ringraziano per il sostegno e per la preziosa collaborazione:

Associazione Italia Romania Futuro Insieme Onlus

Federazione delle Associazioni dei Romeni in Italia

Info:

Iulia Boroianu 3487103799 – Associazione Ovidio

Fabrizia Vietto: 3473436232 – Associazione Meccaniche Artistiche

€UROITALIA – ROMA, 14 aprile 2011.

Sabato 7 maggio 2011 alle ore 17:45 presso la sede dell’Accademia di Romania in Roma (Piazza Jose’ de San Martin no. 1 aValle Giulia) verrà presentato un originale progetto di spettacolo musical per scoprire la vera storia del Principe Vlad III Ţepeş, detto Dracula, il personaggio storico della Transilvania del 1400, il cui ruolo nella storia europea è generalmente poco noto, dal titolo “La vera storia del Principe Vlad Ţepeş Dracul”. Tale evento, ad ingresso libero, è stato organizzato con l’intento di sganciare il Principe Vlad III Ţepeş dalla figura del “vampiro” più famoso al mondo, com’è universalmente conosciuto, immagine rafforzata soprattutto grazie al famoso romanzo di Bram Stoker.

L’Associazione Culturale Italo-Romena OVIDIO di Chieri (TO) vuole, attraverso il progetto “VLAD”, restituire al pubblico la vera storia dell’Impalatore Vlad Ţepeş, e intende farlo con un grande spettacolo in forma di musical il cui debutto è previsto a Constanta in Romania per l’autunno prossimo.

(Simona C. Farcas)