L’AQUILA, IL CARDINALE ABRUZZESE COCCOPALMERIO APRE LA PERDONANZA


Pontificale a Scontrone, villaggio d’origine del Porporato.

Domenica, 26 agosto 2012 il Comune di Scontrone con la comunità ecclesiale hanno ricevuto la visita di S. Em. Rev.ma il Sig. Cardinale Francesco Coccopalmerio; Presidente dal 2007 del Pontificio Consiglio per i Testi Legislativi,  nominato altresì Arcivescovo, e sempre da Papa Benedetto XVI, nell’ultimo concistoro del 18 febbraio 2012, Cardinale di Santa Romana Chiesa, diacono di San Giuseppe dei Falegnami.

S. Em. il Sig. Card. Coccopalmerio è originario proprio di Scontrone, piccolo comune sangrino. Il Comune infatti ne conserva l’albero genealogico.  Questa visita precede la presenza del Cardinale all’ in occasione dell’apertura della Porta Santa per la celebrazione dell’annuale Perdonanza Celestiniana.  Già Vescovo ausiliare e avvocato generale dell’Arcidiocesi di Milano, e membro della Sacra Congregazione per la Dottrina della Fede e quella per l’unità dei cristiani e del Supremo Tribunale della Segnatura Apostolica; Cappellano Conventuale ad honorem del Sovrano Militare Ordine di Malta.

 La Sig.ra Sindaco di Scontrone, Ileana Schipani unitamente a S. E. Rev.ma Mons. Angelo Spina Vescovo di Sulmona-Valva,  il Rev. parroco Don Marco, il Rev. P. Tomy accoglievano il Conte prof. Fernando Crociani Baglioni, Presidente dell‘Istituto di Studi Storici Beato Pio IX, Cavaliere di Grazia e Devozione del Sovrano Militare Ordine di Malta, il quale conduceva una rappresentanza di fedeli di Alfedena, di Roma, di Orte e della Maremma-Toscana, nonché con le autorità, il Sindaco di Alfedena Ing. Massimo Scura, e i Sindaci dell’Alto Sangro, Simona Cecilia Farcas, Presidente dell’Associazione Italia-Romania: Futuro Insieme. La notizia veniva di conseguenza estesa a primarie agenzie di stampa italiane e internazionali.

Leggi anche:

Perdonanza Celestiniana: Vola intervista il cardinale Francesco Coccopalmerio
Il cardinale Francesco Coccopalmerio a Scontrone e a Villa Scontrone
A Scontrone visita del Cardinale Francesco Coccopalmerio
PERDONANZA: S.E. COCCOPALMERIO VISITA SCONTRONE

 

Segue il messaggio di omaggio del Conte prof. Fernando Crociani Baglioni alla Sig.ra Sindaco di Scontrone:

Gent.ma Sig.ra Ileana SCHIPANI
Sindaco di Scontrone
Vi ringrazio della squisita accoglienza alla Celebrazione e al ricevimento in Villa Scontrone, in onore di Sua Eminenza  Rev.ma il Sig. Cardinale Francesco COCCOPALMERIO.  E’ stato un onore per me e d i miei familiari partecipare a tanto ambìto evento, di portata storica, per Scontrone e per la nostra terra e la Valle del Sangro.  Ho reso i miei omaggi a Sua Eminenza ed a Sua Eccellenza il Vescovo Mons. Angelo SPINA.  Anche da parte degli amici di Alfedena i quali mi accompagnavano.  Sarà mia cura diffondere la notizia di tanta rilevanza.  Con profonda stima ed amicizia, vogliate Sig.ra Sindaco accogliere gli atti del mio ossequio, nel segno e nel nome dei comuni ideali.   Attentamente.
conte prof. Fernando Crociani Baglioni  

Dona 5 per mille al comune di Orte


(27 aprile 2012) – Anche quest’anno tutti i contribuenti potranno dare un considerevole aiuto ai progetti sociali del Comune di Orte, versando 5 x mille della loro imposta sul reddito delle persone fisiche/IRPEF.
Perché donare il 5 x mille al Comune?
Negli anni passati la generosità dei cittadini che hanno devoluto il 5 x mille al Comune di Orte, ha permesso la realizzazione di una serie di importanti progetti sociali. A beneficiare delle donazioni sono stati gli anziani residenti in strutture o in casa che hanno visto migliorare la loro assistenza; molti interventi sono stati poi destinati alla cura dei diversamente abili presenti sul territorio; è stato potenziato il fondo a sostegno delle famiglie in difficoltà a seguito della perdita di lavoro; e anche i giovani senza occupazione hanno trovato beneficio da queste azioni di generosità. Donare il 5 x mille al Comune è una scelta che per il cittadino non comporta nessun costo aggiuntivo, ma che per il territorio diventa un’importante risorsa per finanziare progetti di utilità sociale.
Come donare il 5 x mille al Comune?
Donare il 5 x mille è facilissimo. Mentre si compila il modulo per l’imposta sul reddito delle persone fisiche/IRPEF, basta apporre una firma in uno dei cinque riquadri presenti sui modelli di dichiarazione (Modello unico PF, Modello 730, e nella scheda allegata al CUD). E’ possibile devolvere il 5 x mille solo a uno dei cinque soggetti indicati, e per scegliere il Comune di residenza si deve semplicemente firmare e nell’apposita casella.
“Negli anni –  ha dichiarato l’assessore alle Politiche Sociali Angelo Ciocchetti – il contributo dei generosi cittadini ha fatto la differenza per noi. Non conosciamo il dato del 5 per mille donato lo scorso anno al Comune, ma sappiamo di certo che, senza le donazioni volontarie del 5 x mille, molti progetti realizzati dall’Amministrazione non avrebbero potuto vedere la luce. Per questo continuiamo a ringraziare tutti quelli che fino ad ora hanno contribuito ai nostri progetti e quelli che lo faranno in futuro”.
Attenzione: la scelta di destinazione del 5 per mille e quella dell’8 per mille (Legge 222/1985) non sono in alcun modo alternative fra loro.

http://www.comune.orte.vt.it/

“Roma Insieme”, solidarietà per i bambini e gli adulti disagiati e popolazioni alluvionate


E’ in atto fino al 5 gennaio 2012, l’iniziativa di solidarietà di Roma Capitale che ogni anno mette a disposizione pullmini itineranti per la raccolta di doni destinati a bambini e adulti disagiati. 

Curata da Lavinia Mennuni, delegato del Sindaco alle Pari Opportunità e allo sviluppo dei rapporti con il Mondo Cattolico, in collaborazione con la Caritas Diocesana di Roma, il Circolo S. Pietro, la Comunità di S. Egidio, Mo.D.A.V.I. – Federazione Provinciale di Roma Onlus, e con l’associazione I Diritti Civili nel 2000Salvabebè/Salvamamme, l’iniziativa vedrà, per il quarto anno consecutivo, i 10 pullmini di Roma Insieme percorrere la città eterna, raggiungendo i singoli municipi per raccogliere e distribuire beni di prima necessità – cibo per le case famiglia e le mense, cibo per neonati, vestiario e calzature per adulti e bambini, passeggini, culle, coperte, sacchi a pelo e giocattoli.

Questa vera e propria maratona per la solidarietà, durata 19 giorni e distribuita in 165 punti di raccolta diversi lo scorso anno, ha consentito di raccogliere centinaia di tonnellate di beni.

Tutto il ricavato, come di consuetudine, sarà distribuito, con l’ausilio di volontari, a parrocchie, enti di assistenza e case famiglia durante le festività natalizie, al fine di allietare il Natale dei bambini e delle persone in difficoltà.

La raccolta viene effettuata fino al 5 gennaio 2012 in numerosi punti di raccolta distribuiti davanti ai supermercati e in alcune piazze romane, tutti i giorni dalle 11.00 alle 18.30. Per i cittadini che volessero partecipare all’iniziativa si segnala che i beni più utili da donare sono: alimenti per l’infanzia, latte uht, zucchero, caffè, biscotti, olio, pelati, pasta, riso, tonno, legumi in scatola, pannolini, pannoloni, prodotti per l’igiene, coperte, giocattoli, carrozzine, vestitini per bambini in ottime condizioni.

Per informazioni è possibile chiamare il contact center di Roma Capitale al numero 060608 tutti i giorni dalle 9 alle 21.

Novità di “Roma Insieme” edizione 2011, sarà che parte dei beni raccolti verrà destinata anche ai comuni alluvionati; nel presentare l’iniziativa la delegata del Sindaco, Lavinia Mennuni, ha così dichiarato: “Sono molto lieta che anche quest’anno le grandi associazioni benefiche romane si siano riunite nella campagna di solidarietà ROMA INSIEME per la raccolta di raccolta di generi alimentari, beni utili e giocattoli per i bambini e le persone disagiate. I beni raccolti saranno distribuiti alle realtà più svantaggiate della città di Roma, ma quest’anno non potevamo ignorare il bisogno dei tanti cittadini coinvolti nelle alluvioni. Per questo parte del raccolto verrà consegnato alla centrale operativa della Croce Rossa che li farà pervenire ai comuni più colpiti. Nonostante la grave crisi economica mi auguro di cuore che anche quest’anno i romani daranno dimostrazione di grande generosità sostenendo i loro concittadini meno fortunati”.

Fonte: Roma Capitale