Roma,Famiglia e minori rumeni-tra integrazione ed esclusione sociale. Conferenza all’Accademia di Romania a Roma


Pro Child – Nessuno può crescere solo

Promozione dei diritti dei bambini e degli adolescenti

in Romania ed in Italia

 Conferenza

“Famiglia e minori rumeni – 

 tra integrazione ed  esclusione sociale”

Domenica18 marzo 2012

Ore 15.00 – 20.00

 Sala ConferenzeAccademia di Romania a Roma

P.zza José di San Martin,1 – Roma


www.nessunopuocresceresolo.eu
www.nimeninupoatecrestesingur.eu

Insieme, al di là della distanza,

Intervento di Simona C. Farcas al Convegno Left Behind. La famiglia transnazionale e gli orfani bianchi nella Moldavia Romena.  Anno europeo 2010 per la lotta contro la povertà e l’esclusione sociale

Roma, Italia-Romania: Corul bărbătesc din Finteuşu Mare în concert la Teatrul Vigna Murata


Asociaţia ”Italia-Romania Futuro Insieme” are plăcerea de a vă invita la concertul Corului bărbătesc din Finteuşu Mare, care va avea loc la Roma ”Teatro di Vigna Murata”, luni, 5 decembrie cu începere de la ora 20,45.

Sub patronajul Roma Capitale Assessorato alle Politiche Culturali e Centro Storico,  concertul se desfăşoară cu ocazia aniversării celor 150 de ani de la Unirea Italiei, comemorând totodată Marea Unire a Ţării noastre de la 1 decembrie 1918.

Corul bărbătesc din Finteuşu Mare a fost întemeiat la 1 decembrie 1918 și este renumit în România şi pretutindenti în lume. Recent a participat la emisiunea “Romanii au talent” unde a fost răsplătit cu ropote de aplauze de către spectatori, iar reacţiile juriului au fost, de asemenea, pe măsură. Mihai Petre a declarat: “Domnilor, m-aţi făcut mândru că sunt roman!”, iar Andi Moisescu s-a înclinat în fața talentului lor. Corul este distins cu Diploma şi Trofeul “Zece pentru România” pentru perseverenţă şi promovarea dragostei de neam şi ţară prin vechiul cântec patriotic (15 decembrie 2010).

Tot duminică, 4 decembrie 2011, la ora 10:30 – Fonte Nuova (RM), Via Primo Maggio, 43, vă invităm a participa la Sfânta Liturghie de la Parohia “Botezul Domnului” din Tor Lupara (Istituto di Gesù Redentore, Fonte Nuova – Roma). Dupã Slujbã se vor cânta colinde, cântece tradiţionale romaneşti şi patriotice. Urmat de adevăratul concert care va avea lor la biserică catolică din Mentana la ora 16.00 unde vor fi prezente şi autorităţile bisericii romano-catolice, Primarul Altiero Lodi, şi o parte din Administraţia locală, cât şi alţi prieteni şi simpatizanţi ai Comunităţii romaneşti din localitate.

Luni, 5 Decembrie 2011, la ora 20:45, Teatro di Vigna Murata, Roma-EUR, Via Roberto Ferruzzi, 110 (Metro B/Laurentina + bus 765).

Corul bărbătesc din Finteuşu Mare la Teatrul Vigna Murata, Roma-EUR, Via Roberto Ferruzzi, 110

Corul bărbătesc din Finteuşu Mare la Teatrul Vigna Murata, Roma-EUR, Via Roberto Ferruzzi, 110

Italia-Romania: Futuro Insieme per il Primo Marzo


“INSIEME” PER IL PRIMO MARZO 2010

La Presidentessa dell’Associazione di amicizia tra Italia e Romania IRFI onlus (Italia Romania Futuro Insieme), Simona C. Farcas, ed i membri dell’Associazione IRFI onlus, aderiscono alla giornata “Primo Marzo 2010 Sciopero degli Stranieri” in segno di solidarietà nei confronti di tutte le persone immigrate che vivono e lavorano regolarmente in Italia, le quali non si vedono rispettati i diritti alla “vita” e al lavoro, oppure che, a causa di pregiudizi e stereotipi, sono difficilmente accettati come “esseri umani”.
Tutti “Insieme”, per difendere il diritto alla vita e promuovere il dialogo tra “esseri umani”, uomini e donne, italiani e non, per un reale equilibrio e per affrontare un “futuro” sempre più multiculturale aperto e globalizzato.

“Primo Marzo 2010 Sciopero degli Stranieri”

Simona C. Farcas
@ simona.farcas@ymail.com
Cell. 389-1864064

ITALIA LAVORO INCONTRA L’ASSOCIAZIONE IRFI


“L’Italia è una Repubblica democratica, fondata sul lavoro.”
(Art. 1 – Costituzione della Repubblica Italiana)

L’11 giugno scorso ho partecipato ad una prima riunione con i responsabili dell’Area immigrazione e mobilità internazionale del lavoro, un progetto dell’Agenzia tecnica del Ministero del Lavoro e della Salute e delle Politiche Sociali, Italia Lavoro, di Roma. All’incontro ero in veste di Presidente dell’Associazione IRFI (Italia Romania Futuro Insieme), che è struttura componente e fondatrice della FARI (Federazione delle Associazioni dei Romeni in Italia), di cui sono stata nominata Presidente del Consiglio Federale. Cos’è successo?
Proverò a dare alcuni flash sull’incontro…

Il responsabile del progetto, F. L., apre la riunione descrivendomi sinteticamente gli obiettivi di Italia Lavoro e le principali linee d’intervento, con particolare riferimento ai progetti sulle politiche attive del lavoro e alle azioni di assistenza tecnica (Regioni, Province).

F.L., prosegue affermando che IL è oggi chiamata, all’interno di un quadro complessivo che vede una netta tendenza ad erogare sostegni economici ai singoli e alle Imprese, a monitorare/implementare questa linea d’intervento.

Esempio ne è quanto si sta facendo in questi giorni proprio in Romania, andando a verificare quali soggetti o strutture potrebbero intervenire in un quadro complessivo di interventi.

F. L., in linea conseguenzialmente logica con quanto detto, arriva al possibile ruolo dell’IRFI e delle Associazioni. In altri termini, perché Italia Lavoro, sta avviando questo lavoro di prima relazione con l’universo dell’Associazionismo dei migranti?

Perché esiste la ragionevole consapevolezza che:
– il livello informativo (generale e specifico) erogato ai cittadini migranti, sia complessivamente insufficiente, con dirette ricadute sulla qualità della loro esistenza privata e professionale in Italia
– è ipotizzabile che le stesse Imprese italiane, o comunque una parte di esse, non possano usufruire di un’adeguata informativa, su specifici ambiti correlata al tema, ad esempio, quello degli incentivi per le Imprese. Insomma, spesso risulta difficile parlare ai singoli e alle Imprese.

Da qui, prosegue F. L., l’auspicio di un coinvolgimento dell’Associazionismo dei migranti, che attraverso una serie di strumenti e azioni (p.e. predisposizione e diffusione di materiali informativi, riunioni sul territorio sia con le Imprese, sia con le varie Associazioni), possa contribuire in termini fattivi, all’implementazione quantitativa e qualitativa, delle informazioni, soprattutto rispetto all’esigenza di agire anticipatamente, sulle uscite dal mercato del lavoro

Io, come Presidente dell’Associazione IRFI onlus, ma soprattutto, in qualità di “referente privilegiata” (così sono stata definita dagli adetti ai lavori), confermo che, in effetti, le informazioni arrivano ai cittadini romeni “poco e male”, e quindi un’azione forte sarebbe assolutamente condivisa, non solo dall’IRFI, ma anche da altre similari strutture.

Impegni per il futuro prossimo
In questo contesto, come primo passo si è stabilito di organizzare un primo incontro con l’Associazionismo romeno in Italia insieme alla FARI, il 1 luglio 2009.
Saranno presenti i responsabili (o i delegati) delle 15 organizzazioni più rappresentative dell’Associazionismo dei cittadini romeni in Italia, ma anche esponenti del mondo dell’imprenditoria romena e del lavoro in Italia.

L’obiettivo sarà quello di provare a strutturare una rete di rapporti istituzionali – operativi, potenzialmente coinvolgibili nel più generale processo di razionalizzazione/implementazione delle azioni di promozione e informazione su alcuni temi strettamente correlati alla presenza immigrata in Italia Lavoro S.p.A.

Simona C. Farcas

Continua….

Lingua italiana come L2-LS (Lingua Seconda)


Roma, Via di Tor Sapienza, 160 - 00155

Roma, Via di Tor Sapienza, 160 - 00155

CORSO DI LINGUA E CULTURA ITALIANA PER STRANIERI

Certificazione di Italiano come L2 – Lingua Straniera

“la lingua è per l’uomo al contempo un asilo ed un esilio” (Donatella Di Cesare, Utopia del comprendere, Il Nuovo Melangolo, Genova 2003)

Il Corso è GRATUITO, è organizzato in collaborazione con l’Associazione IRFI – Italia Romania Futuro Insieme e si terrà presso l’Aula Magna dell’Istituto Tecnico Industriale Statale “Giovanni XXIII”
Via di Tor Sapienza, 160 – Roma

Per informazioni sui giorni, orari ed iscrizioni contattare Simona C. Farcas, cell. 389-1864064

Il corso è aperto a tutti, non solo agli studenti, e verterà sui seguenti punti, dettagliatamente specificati nel programma di seguito:
• Comprensione scritta;
• Comprensione orale;
• Espressione scritta;
• Espressione orale;
• Conversazione su centri di interesse di utilità immediata.

Durata:
Il corso avrà una durata totale di 100 ore e si articolerà in due incontri settimanali dalla durata di due ore ciascuno.

Certificazione di Italiano come Lingua Straniera

Certificazione di Italiano come Lingua Straniera

La CILS
La Certificazione di Italiano come Lingua Straniera è un titolo di studio che attesta il grado di competenza linguistico-comunicativa in italiano come L2 (seconda lingua). La CILS è riconosciuta come titolo ufficiale di competenza linguistica ai sensi della L. 204/1992 e dell’Art. 11 dello Statuto dell’Università per Stranieri di Siena, ente che rilascia la certificazione. Inoltre, in base ad una convenzione quadro, è riconosciuta ufficialmente dal Ministero degli Affari Esteri della Repubblica Italiana. Per un cittadino straniero ottenere la CILS significa maggiori possibilità di inserirsi nel mondo del lavoro, iscriversi alle Università italiane e ogni altro ambito d’uso in cui sia richiesto un determinato livello di competenza nella nostra lingua attestato formalmente. Il Ministero dell’Università e della Ricerca riconosce la CILS come certificato per l’ammissione degli studenti stranieri extra-comunitari alle Università italiane; in riferimento al regime di autonomia universitaria, la CILS costituisce un punteggio nella graduatoria derivante dagli esami di ammissione presso i singoli Atenei. Molte aziende o ditte italiane e straniere riconoscono i certificati CILS come requisiti per rapporti di lavoro.

Il livello UNO – B1
Il Livello UNO – B1 è il livello di base della competenza: verifica le capacità linguistico-comunicative necessarie per usare la lingua italiana con autonomia e in modo adeguato nelle situazioni più frequenti della vita quotidiana.
Uno studente straniero con questo livello è in grado di comunicare in italiano nelle situazioni di tutti i giorni sia per scritto sia oralmente, e può leggere i testi più diffusi ed utili. È il livello adeguato per gli adolescenti che frequentano la scuola secondaria superiore (14 – 18 anni) e per gli immigrati stranieri che hanno partecipato a corsi per il conseguimento della licenza elementare.

L’esame CILS livello UNO – B1
L’esame CILS, livello B1, si compone di cinque prove: ascolto, comprensione scritta, analisi delle strutture di comunicazione, produzione scritta e produzione orale e ha, complessivamente, una durata di tre ore e trenta minuti circa. I contenuti dell’esame sono specificati nel programma allegato.

Materiale didattico:
• Quaderni CILS. Livello UNO-B1. Centro CILS Università per stranieri di Siena. Libro + CD-ROM
• Grammatica italiana, grammatica essenziale, Amedeo Alberti, A. Vallardi Editore
• L’uso della lingua. Guida alla teoria e alla pratica della lingua quotidiana, Laura Craici, A. Vallardi Editore
• Grammatica italiana. Regole ed esempi d’uso, Roberto Tartaglione, Alma Edizioni
• Grammatica essenziale della lingua italiana con esercizi. Esercizi supplementari e test, Linuccio Pederzani e Marco Mezzadri, Guerra Edizioni
• Schedario linguistico autocorrettivo, autori vari, Principato edizioni

    Corso di lingua italiana L2-LS

Dante

PROGRAMMA
Livello Uno – B1

Grammatica:
• Sostantivi: genere e numero;
• Aggettivi: genere e numero, accordo con il sostantivo;
• Articoli: determinativo e indeterminativo;
• Verbi: coniugazione della forma attiva e riflessiva dei verbi regolari e dei verbi irregolari (dare, fare, stare, andare, potere, sapere, bere, dire, venire),
– Modi e tempi: indicativo presente, passato prossimo, imperfetto, infinito, imperativo, condizionale presente,
– Uso dei verbi ausiliari,
– Uso dei verbi modali: potere, volere, dovere;
• Pronomi: personali, possessivi, dimostrativi, interrogativi, riflessivi, relativi;
• Avverbi: qualificativi, di tempo, di quantità, di luogo, di affermazione, di negazione;
• Numeri: ordinali e cardinali;
• Preposizioni: semplici e articolate;
• La frase semplice: dichiarative, interrogative, esclamative, volitive con l’imperativo e il condizionale;
• La frase complessa: coordinate copulative, avversative, dichiarative, e subordinate esplicite: temporali, causali, dichiarative, relative. Uso appropriato delle congiunzioni più frequenti, dei modi e tempi verbali in queste frasi;
• Fonetica: regole e profili intonativi.

Uso della lingua:
1. Comprensione orale: comprendere il senso globale e le principali informazioni presenti in testi parlati di contenuto quotidiano e generale;
2. Comprensione scritta: comprendere il senso globale e le principali informazioni presenti in testi scritti di argomento quotidiano e generale;
3. Produzione orale: saper produrre testi scritti con strutture semplici, ma che trasmettano le informazioni in modo chiaro ed efficace dal punto di vista comunicativo;
4. Produzione scritta: sapersi esprimere in maniera chiara, utilizzare con una certa sicurezza le strutture fondamentali della lingua italiana e comunicare efficacemente i messaggi orali.

Come arrivare dalla Stazione Termini:
– Prendere la tramvia n. 5 o 14 e scendere alla fermata L.go Preneste. Prendere la linea bus 112 o 314 e scendere alla prima fermata di “Tor Sapienza”.

Per informazioni:
Associazione IRFI - "Italia Romania Futuro Insieme" onlus
cell. 389-1864064
@: info@irfionlus.org

23-24 Maggio: Forum della Comunità Romena in Italia


logo

La Federazione delle Associazioni dei Romeni in Italia presenta a Milano, nei giorni 23 e 24 Maggio 2009, presso il nuovo Centro Congressi “World Join Center” – WJC, il Forum della Comunità Romena in Italia – II° Edizione.

Il Forum si propone quest’anno di consolidare la rete di comunicazione e informazione tra le varie associazioni dei rumeni in Italia, partendo dalle conclusioni dei lavori del precedente Forum 2008, che è stato un importante momento di confronto e di discussione per risolvere varie problematiche inerenti la comunità rumena in relazione a quella ospitante italiana.

Pur mantenendo certe caratteristiche che lo rendono particolare, il mondo rappresentato dalle associazioni dei rumeni sta cominciando a capire che non può legare la propria attività alle autorità dello Stato Rumeno presenti in Italia, ma deve diventare autonomo, acquisire un visione europea e, accanto all’azione di sostegno all’integrazione, deve imparare a proporre proprie iniziative, che gli permetterà di produrre una ricchezza consociativa assumendo, in questo modo, il ruolo di impresa civile.

Il Forum della Comunità Romena in Italia, Edizione 2009, ospiterà un importante numero di rappresentanti della comunità romena in Italia, personalità pubbliche dalla Romania e personalità pubbliche italiane, tra cui:

Sen. Emma Bonino
Vicepresidente del Senato italiano

On. Rocco Buttiglione
Vicepresidente della Camera dei Deputati

On. Mario Walter Mauro
Vicepresidente del Parlamento Europeo

On. Cristiana Muscardini
Vicepresidente della Commissione per il commercio internazionale e membro della Commissione per i diritti della donna e l’uguaglianza di genere del Parlamento Europeo;

Il Forum 2009 sarà onorato della presenza della Famiglia Reale di Romania,
Sua Altezza Reale Principessa Margareta, Principessa Ereditaria di Romania e Custode della Corona Romena

e Sua Altezza Reale
Principe Radu di Romania, Principe di Hohenzollern-Veringen
,
e ospiterà, inoltre, Autorità locali delle aree italiane in cui sono insediate le più importanti comunità, che attualmente sono costituite da oltre un milione di cittadini rumeni e da circa trentamila imprese gestite da imprenditori rumeni.

Il Forum della Comunità Romena in Italia, edizione 2009
proporrà temi di interesse comune tra cui spiccano:

* il godimento dei diritti politici comunitari;
* l’identità educativa e scolastica;
* le nuove opportunità imprenditoriali;
* il ruolo della sussidiarietà nelle imprese;
* le radici culturali cristiane dei due popoli.

Tali temi potranno consentirci di valutare e di trasmettere un segnale unitario di una comunità numerosa, ma soprattutto responsabile, in grado di proporre e promuovere valori positivi, affermando fortemente il desiderio di una migliore integrazione nella società italiana pur mantenendo i valori della nostra identità, ben al di là dell’opera negativa di sparute minoranze.

Apasa aici pentru varianta in limba română.
—————
Interventi al Forum:
– Eugen Dragos Dumutru – Coordinatore Nazionale FARI
– Duda Radu, principe di Romania
– Margareta Radu, principessa ereditaria di Romania
– Emma Bonino, senatore (PD – Radicali), Vicepresidente del Senato della Repubblica

http://www.radioradicale.it/scheda/279813/2-edizione-del-forum-della-comunita-romena-in-italia

Interviu cu Printul Radu al Romaniei, 23 mai 2009, Milano.
Reporter Ionela Ionita

Interviu cu Jurnalistii Andi Radiu si Cristian Gaita – Milano, 23 mai 2009.
Reporter Ionela Ionita

Insieme per la legalità


INSIEME PER LA LEGALITA’
13 marzo 2009, ore 10:30
ACCADEMIA DI ROMANIA
VALLE GIULIA
Piazza Josè de San Martin, 1
00197 ROMA

Roma, 9 martie 2009

Comunicat de presă

Asociaţia Românilor din Italia, Asociaţia “Italia Romania Futuro Insieme”, împreună cu Asociaţia Culturală italiană “Osservatore Sociale”, organizează pe 13 Martie la Accademia di Romania din Roma seminarul cu tema “Împreună pentru Legalitate”. Seminarul, care va fi precedat pe 12 Martie de o conferinţă de presă în cadrul Primăriei Roma, este primul dintr-un ciclu care se va desfăşura pe tot parcursul anului. La eveniment vor participa reprezentanţi ai autorităţilor italiene şi române şi ai mediului asociativ român şi italian din Italia, presa italiană şi română. Au fost invitaţi cei doi parlamentari români care reprezintă diaspora europeană, deputatul William Brînză şi senatorul Viorel Badea, ministrul tineretului din Italia, Giorgia Meloni, ministrul român al tineretului şi sportului, Monica Iacob Ridzi.
Se vor discuta problemele legate de respectarea legii de către românii din Italia, cele legate de imaginea comunităţii şi se vor propune soluţii pentru depăşirea situaţiei dificile create în Italia de la începutul acestui an. Prin acest tip de eveniment se doreşte şi crearea unor parteneriate între ong-uri româneşti şi italiene.
Lucrările seminarului vor fi transmise în direct de canalul RAI News.

dr. Luigi Camilloni
Preşedintele “Osservatorio Sociale”

Eugen Terteleac
Preşedinte Asociaţia Românilor din Italia

Simona C. Farcas
Preşedinta Asociaţiei Italia Romania Futuro Insieme

Giornata di Studio: “INSIEME PER LA LEGALITA’ “

12 marzo 2009, ore 11:00: Conferenza Stampa di presentazione del progetto presso il Comune di Roma, Piazza del Campidoglio – Sala del Carroccio, cui parteciperanno esponenti istituzionali di vari livelli, Associazioni e Comitati di Quartiere nazionali e locali ed Associazioni romene.

13 marzo 2009, ore 10:30: Giornata di seminario di studio che si terrà presso l’Accademia di Romania su alcune materie specifiche quali ad esempio diritti e doveri dei cittadini, dipendenza dell’alcol, degrado e criminalità, scuola e sicurezza stradale.

PROGRAMMA (aggiornato alla chiusura dei lavori)

• Ore 10.45. Apertura dei lavori lavori nella prima parte della giornata, “Insieme per la Legalità, Simona C. Farcas, Presidente dell’Associazione “Italia Romania Futuro Insieme”
• Saluto della vicedirettrice dell’Accademia di Romania in Italia, D.ssa Daniela Crasnaru
Non lasciamo sola la comunità romena. Intervento del Prof. Foad Aodi – Presidente Amsi (Associazione Medici di origine Straniera in Italia); presidente co-mai (la comunita’ del mondo arabo in Italia; docente presso la scuola di specializzazione di fisiatria dell’universita’ degli Studi La Sapienza di Roma
Presentazione accordi bilaterali che regolano i rapporti Italia-Romania, a cura di Liliana Marinoiu
• Intervento dell’Avv. Monica A. Marinescu
• Intervento D.ssa Elena Guerri dall’Oro, Direttore Relazioni Istituzionali Moige – Movimento Italiano Genitori
Le nuove sfide della Politica per una cultura della legalità, On. Ludovico Todini, Consigliere comunale Commissione Sicurezza.
• Intervento del Sen. Viorel Badea, vicepresidente Commissione Politica Estera del Senato Romania
• 13:00 Intervento dell’On. Angela Napoli, membro Commissione parlamentare di inchiesta sul fenomeno della mafia e sulle altre associazioni criminali, anche straniere.
• Intervento breve e domanda di Dumitru Ilinca all’On. Angela Napoli
• Intervento breve e domanda di Mihai Muntean all’On. Angela Napoli
• Ore 13,30 buffet

• 14:45 Apertura dei lavori nella seconda parte della giornata “Insieme per la Legalità, Simona C. Farcas, Presidente dell’Associazione “Italia Romania Futuro Insieme”

• Intervento Dott. Carlo Stacchini, Vice presidente AVIS Roma
• Intervento D.ssa M. Carolina Brandi, ricercatrice Istituto di Ricerca sulla Popolazione e le Politiche Sociali – Consiglio Nazionale delle Ricerche
• Intervento Dott. Vitaliano Taccioli, direttore dell’Ufficio “Il Difensore Civico” di Roma
• Intervento di Stefan Stanasel, vicepresidente Commissione Territoriale Prefettura – Commissione Immigrazione Toscana
• Intervento Sevastian Zlotea, membro Segreteria Nazionale del Partito “Rifondazione Comunista”
• Intervento di Roberto Reginaldi, Vicepresidente Consiglio Comunale di Sezze (LT)
• Saluto Sig. Eugen Terteleac, Presidente dell’Associazione dei Romeni in Italia
• Ore 16:00 Chiusura dei lavori, Dott. Luigi Camilloni, Presidente dell’Osservatorio Sociale.