Centenario di Iosif Constantin Dragan. Mecenate e benefattore: aiutò le vittime di guerre e povertà


Il 20 giugno 1917 nasceva a Lugoj in Romania Iosif Constantin Dragan (moriva a Palma di Maiorca, il 21 agosto 2008, all’età di 91 anni).

Dopo essersi laureato in Diritto a Bucarest si trasferì in Italia nel 1940 grazie ad una borsa di studio concessagli dall’Istituto Italiano di Cultura di Bucarest.

Conseguita la seconda laurea a Roma, in Scienze Politiche, egli intuì le grandi potenzialità del Gas di Petrolio Liquefatto (GPL), prodotto poco conosciuto nel dopoguerra. Si distinse da subito nelle attività imprenditoriali, fondata in Italia la ButanGas Spa, negli anni successivi estese la propria attività in vari paesi dell’Europa.

Quale esponente della diaspora rumena in Occidente, considerati gli eventi che investirono la Romania nel dopoguerra (invasione sovietica, instaurazione del regime comunista, totalitarismo, fuga di molti intellettuali nell’Europa Occidentale e nelle Americhe), cui seguì una condizione di soggezione all’egemonia sovietica e di sottosviluppo, si prodigò anzitutto per l’aiuto materiale e morale che offrì ai suoi connazionali in Italia; nonché per tutte le attività culturali che segnarono il rinsaldare l’amicizia storica tra la Romania, l’Italia e le altre nazioni latine.

Fu antesignano dell’erezione dell’Unione Europea.  Nel 1967 , diede vita alla Fondazione Europea Dragan, un’organizzazione culturale e accademica su scala continentale. Attraverso la quale passarono come docenti di corsi e master, conferenzieri ed animatori di grandi eventi di cultura e d’arte, illustri nomi della politica, statisti, capi di stato e di governo, diplomatici, ministri, scienziati, militari, storici ed operatori dell’informazione. Dando così un forte impulso alla formazione del movimento europeista e di una coscienza europea, sopratutto tra i giovani.

Già prima, nel 1950, il Prof. Dragan avviò le prime iniziative europeistiche, con la pubblicazione del Bulletin européen (il primo numero è del 15 marzo 1950, in lingua francese).  Ha dato inoltre origine a molteplici attività internazionali: università private come l’Università Europea Dragan in Romania, la Golden Age University a Milano;  corsi di specializzazione post-universitari, attività editoriali, un centro di Cibernetica e l’Associazione Europea per gli studi di Bio-Economia, la creazione di riviste specializzate, la collaborazione con l’Associazione Geo-archeologica, la realizzazione del Centro di Ricerche Storiche di Venezia, il Centro Europeo di Studi Traci, il CERMA (Centro Europeo di Ricerche Mediche Applicate), l’organizzazione di cicli di conferenze e simposi internazionali su aree tematiche culturali e scientifiche diverse: storia, scienze politiche, beni culturali, medicina, archeologia, diritto umanitario, cooperazione giuridica internazionale, scienze umane, dialogo tra le religioni, bioeconomia e altre.

Conseguì le massime onorificenze italiane e di numerose nazioni europee. Tra cui la  Gran Croce dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana  e la Medaglia d’oro ai benemeriti della scuola della cultura e dell’arte . Nonché numerose lauree honoris causa e cittadinanze onorarie da università e città romene.

A testimonianza di tanta generosità e meriti umanitari, sia quale mecenate che come benefattore. Dal 1969, come narra  il  Conte Prof. Fernando Crociani Baglioni, allora giovanissimo, militando nella Guardia Palatina d’Onore di Sua Santità, a capo di un gruppo romano di apostolato missionario, insieme al Colonnello Dott. Gabriele Marrone. I quali si prodigavano nel raccogliere e selezionare per patologie,  da medici e farmacisti, come dai primari ospedali romani,  farmaci e materiali sanitari da destinare alle missioni in Africa e nel Medio Oriente.

Il gruppo di giovani volontari cattolici si avvalsero delle vaste relazioni, pubbliche, private e professionali, nonché delle personali donazioni del Prof.  Iosif Constantin Dragan, per poter trasferire tali e tanti materiali di aiuto sanitario, sopratutto salvavita, a titolo gratuito a destinazione. Furono donati e distribuiti a tonnellate, per anni, a missioni, ospedali, scuole, dispensari, parrocchie. Anche in Palestina, da poco uscita dalla guerra del 1967, tramite i Francescani della Custodia di Terra Santa.

La biblioteca della nostra Associazione Italia Romania Futuro Insieme, ha ricevuto recentemente la donazione di un cospicuo quantitativo di libri e opere scientifiche di grande pregio, dalla Golden Age Dragan University di Milano; emanazione della Fondazione Europea Dragan istituita dallo stesso Prof. Giuseppe Costantino Dragan. Cui va nel centenario della nascita, la gratitudine nostra e di tutti i romeni d’Italia.

Associazione IRFI “Italia Romania Futuro Insieme”

Roma, 20 giugno 2017

 

Il romeno d’Italia, un messaggio di grande attualità per vivere meglio

 

Annunci

ROCCA DI PAPA, NORMAN ACADEMY, LE “LECTIO MAGISTRALIS” APRONO L’ANNO ACCADEMICO


(Rocca di Papa, 25 settembre 2011 – Simona C. Farcas) – L’anno accademico  della benemerita istituzione culturale americana, dedita ad iniziative umanitarie e missionarie  in Africa Occidentale, è stato inaugurato a Villa due Pini sul lago di Castelgandolfo, con lezioni di notevole spessore da parte di prestigiosi oratori.

Il  colonnello prof. Gabriele Marrone si è rivolto all’aula magna affollata da  250 accademici e loro familiari,  illustrando e commentando le parole di Sua Santità Benedetto XVI,  recatosi nei giorni scorsi in viaggio pastorale in  Germania, portando  la testimonianza del   magistero  del Romano Pontefice   dinanzi al Bundestag  della sua stessa patria:  “Gli esempi storici  dimostrano che la testimonianza missionaria di una chiesa demondanizzata emerge in modo più chiaro. Liberata dal suo fardello materiale e politico, la chiesa può meglio dedicarsi e in modo autenticamente cristiano al mondo….”.

Seguiva la  lectio magistralis del consigliere del Quirinale prof.  Tito Lucrezio Rizzo, in materia di riforme istituzionali, immunità parlamentare, riforma della legge elettorale, partecipazione autentica dei cittadini alla vita pubblica per  un autentico compimento della democrazia. La conferenza veniva arricchita da esempi storici e  riferimenti di diritto costituzionale ed internazionale di amplissimo rilievo.

Conte Prof. Fernando Crociani Baglioni durante la conferenza, Rocca di Papa, 25 settembre 2011

Conte Prof. Fernando Crociani Baglioni durante la conferenza, Rocca di Papa, 25 settembre 2011

Seguiva la conversazione del  conte prof. Fernando Crociani Baglioni, “Evoluzione nella tradizione”,  commemorando la figura e l’opera dell’arciduca dr. Otto von Habsburg – Lothringen, scomparso lo scorso 4 luglio.  L’oratore metteva in rilievo i meriti del grande europeista, amico di Schuman,  Adenauer e De Gasperi , come già di teste coronate, Pontefici e i potenti della terra, antesignano dell’Unione europea all’insegna dei valori cristiani; e del perfetto principe cristiano,  soccorritore dei perseguitati politici e razziali, nonché fiero avversario, oppositore e perseguitato egli stesso dai totalitarismi del XX secolo fino al loro tracollo. Non nostalgico del suo trono, ma alfiere dell’integrazione politica  della nuova Europa, sulla via dell’autodeterminazione dei popoli, nella libertà, democrazia, tolleranza, immigrazione sostenibile, tutela dell’ambiente,  pacificazione e riconciliazione dei popoli del vecchio Continente, all’insegna della Civiltà Cristiana.

La commemorazione religiosa del defunto Arciduca Otto  avrà luogo con un Pontificale di Requiem presieduto da Sua Eminenza Reverendissima il Signor Cardinale Walter Brandmüller, alla Pontificia chiesa di S. Maria in Camposanto Teutonico in Vaticano, sabato 8 ottobre 2011, alle ore 18,00 (signori: cravatta bianca, decorazioni; dame: abito e velo nero).

Gran Croce al merito accademico all'On. Dr. Alberto Michelini

Gran Croce al merito accademico all'On. Dr. Alberto Michelini

Assegnate a conclusione dello splendido evento, le lauree Honoris Causa della Roger II University – Florida U.S.A. Gambia – Còte d’Hivoire, nelle varie discipline e specializzazioni,  per segnalati meriti, ad operatori dell’informazione,  esponenti della cultura e dell’arte, ed alti ufficiali delle forze armate. Conferito altresì il Premio Capitolino d’Oro, destinato alle personalità particolarmente distintesi per meriti umanitari,  educativi e di servizio all’interesse pubblico, specialmente in favore delle fasce sociali più deboli, i disabili e l’infanzia.

Premio Capitolino D'Oro Comando Carabinieri di Frascati .25 settembre 2011

Premio Capitolino D'Oro Comando Carabinieri di Frascati .25 settembre 2011