ROMA, GIORNATA EUROPEA DELLA SOLIDARIETÀ TRA LE GENERAZIONI, MANIFESTAZIONE NAZIONALE 27 APRILE 2012


Venerdì, 27 aprile presso la Provincia di Roma, Palazzo Valentini, grande manifestazione nazionale “2012: Anno europeo dell’invecchiamento attivo e della solidarietà tra le generazioni“.

L’incontro, con il saluto solenne del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano  e del Presidente della provincia di Roma Nicola Zingaretti, dell’Assessore provinciale delle politiche sociali Claudio Cecchini per proseguire poi con una importante lista di invitati tra cui Elsa Fornero, Ministro del Lavoro e della Solidarietà sociale, Andrea Riccardi, Ministro per la Cooperazione internazionale e l’integrazione, l’Onorevole Gianni Pittella, Vice Presidente Vicario del Parlamento Europeo e molti altri. Dott. Claudio Salmaso, Dirigente Attività Internazionale 50&Più Confcommercio. In rappresentanza delle associazioni dei romeni in Italia, la Dott.ssa Simona Cecilia Farcas, presidente dell’Associazione “Italia Romania Futuro Insieme”.  Danilo Elia, Segretario Nazionale Pensionati Coldiretti; Colonnello Elia Tagliaferri. Coordina il Dott. Elio D’Orazio, per Age Platform Italia; conclude Marjan Sedmak, President Age Platform Europe.

27 APRILE 2012

GIORNATA  EUROPEA DELLA SOLIDARIETA TRA LE GENERAZIONI

 AGE PLATFORM ITALIA

MANIFESTAZIONE  NAZIONALE

Sala Luigi Di Liegro,  Palazzo Valentini,  Provincia di Roma

ORE 9,30 – 13,30 

Flag of the Province of Rome

ADA,  ANTEAS,  ANAP (Confartigianato),  ANCeSCAO nazionale (Centri Anziani), 50&Più Fenacom (Confcommercio), FIPAC-Confesercenti, UNIEDA(Università Popolari e della terza età)),  Università dei 50&Più,  Sindacato Nazionale Pensionati Confagricoltura,  CNA Pensionati,  Associazione Lavoro Over 40, Federanziani,  Istituto per la qualità del vivere,  UNITRE (Università delle tre età), FAP (Pensionati Credito),  CIA Pensionati,  Federazione pensionati Coldiretti, Età Libera, ATDAL,  SAPENS-Orsa,  CES (Costruire l’Europa Solidale),  Confeuro Over 50,, UPTER SOLIDARIETA’, FAP –ACLI, Anziani e non solo, ANCeSCAO Latina

e-mail  ageplatformitalia@Yahoo.it   www.age-platform.org

recapito postale: via Casal Bruciato, 15  00159  Roma, recapito telefonico  06. 43599220     cell.  3391188074


Invitati:

Elsa Fornero, Ministro del Lavoro e della solidarietà sociale

Andrea Riccardi, Ministro per la cooperazione internazionale, la cooperazione e la famiglia


PROGRAMMA

Saluto del Presidente della Provincia di Roma NICOLA  ZINGARETTI

Saluto del dell’assessore provinciale alle politiche sociali  CLAUDIO CECCHINI

Messaggio del Presidente della Repubblica GIORGIO NAPOLITANO

Video messaggio dell’On ROBERTA ANGELILLI, Vice Presidente del Parlamento Europeo

 “ 2012: ANNO EUROPEO DELL’INVECCHIAMENTO ATTIVO E DELLA SOLIDARIETA’ TRA LE GENERAZIONI”

  • Presentazione del “Manifesto” della Coalizione Europea,

Elio D’Orazio, coordinatore Age Platform Italia

  • Il Libro bianco sulle pensioni e l’anno europeo 2012

Claudio D’Antonangelo, membro gruppo esperti Age Platform Europe

  • Inclusione sociale, impiego, educazione permanente

 Camillo Zuluaga, Giuseppe Zaffarano, Maria Ruffino

  • Invecchiare in buona salute

 Fausto Felli

  • La crisi e gli anziani nelle ricerche del Censis

 Elisa Manna

Interventi

 

Antonio De Napoli, Forum dei giovani

Ottaviano Perricone, coordinatore nazionale CUPLA

On. Gianni Pittella, Vice Presidente Vicario del Parlamento Europeo

CONCLUSIONE

Marjan Sedmak, President Age Platform Europe

Ore 13.30  Rinfresco per I partecipanti  (bar-ristorante, cortile palazzo Valentini)

Roma, Sovrano Ordine di Malta: solenne udienza con il Corpo Diplomatico accreditato


 

 

Scambio di auguri con gli Ambasciatori di Cile, Ungheria, Italia, Mali, Repubblica Democratica del Congo, Slovenia, Romania, Salvador, Austria, Liberia, Thailandia, Colombia, Brasile, Seychelles, Croazia e Spagna, che hanno presentato lo scorso anno le loro Lettere Credenziali. 

11/01/2012 - Il Gran Maestro dell’Ordine di Malta incontra il Corpo Diplomatico accreditato

11/01/2012 - Il Gran Maestro dell’Ordine di Malta incontra il Corpo Diplomatico accreditato

Pubblichiamo alcuni frammenti del discorso pronunciato dal Gran Maestro Fra’ Matthew Festing, che ha ricevuto ieri mattina in udienza solenne il Corpo Diplomatico accreditato presso il Sovrano Ordine di Malta per i tradizionali auguri di inizio anno. L’incontro ha avuto luogo nella Villa Magistrale a Roma. 

“Nel corso del 2011, ho avuto l’opportunità di recarmi in Visita Ufficiale in Romania, presso le Nazioni Unite a Ginevra, nel Principato di Monaco, in Liechtenstein, a San Marino e in Cile; e ho avuto il piacere di accogliere qui a Roma importanti delegazioni ufficiali di governi stranieri e dell’Unione europea, sempre al fine di approfondire i nostri rapporti di amicizia e di sviluppare ulteriormente le basi di una reciproca cooperazione.

A tal proposito, l’anno scorso l’Ordine ha firmato diversi Accordi di cooperazione internazionali con la Liberia, il Marocco, la Repubblica Dominicana, il Kenya e l’Organizzazione Mondiale della Sanità, nonché con il governo del Mali, al fine di intensificare la cooperazione nell’ambito di progetti nel settore ospedaliero e della sanità. Durante la mia Visita di Stato in Cile, lo scorso novembre, l’Ordine ha firmato un Protocollo d’Intesa con il governo per aderire al memorandum  del network internazionale umanitario in Cile, con lo scopo di costituire un coordinamento tempestivo ed efficiente degli interventi umanitari nel caso in cui il paese venisse nuovamente colpito da una situazione di emergenza come nel 2010.

L’Ordine ha condiviso due eventi gioiosi per la Chiesa lo scorso anno. Il primo è stato la Beatificazione a maggio del grandemente ammirato Papa Giovanni Paolo II, alla quale ha preso parte una delegazione di alto livello del Sovrano Ordine di Malta. Il secondo felice evento ha avuto luogo a giugno con il 60° anniversario di sacerdozio di Papa Benedetto XVI. Vorrei esprimere in questa occasione il nostro profondo apprezzamento per la sua guida spirituale e morale, soprattutto in questi tempi difficili.

Sempre a giugno, il paese che ci ospita ha celebrato il 150° anniversario dell’Unità d’Italia e sono stato particolarmente lieto di accettare l’invito del presidente della Repubblica Giorgio Napolitano a partecipare alle celebrazioni del 2 giugno, festa della Repubblica. Siamo molto orgogliosi dello stretto legame di collaborazione che ci lega con la Repubblica italiana e profondamente toccati dalla calda accoglienza che abbiamo sempre goduto qui in Italia.

****

E’ giunto al suo termine l’Anno europeo del volontariato, e vorrei dare particolare risalto al lavoro svolto dai volontari dell’Ordine di Malta in campo sociale.

In Italia abbiamo celebrato il ventesimo anniversario dell’accordo grazie al quale 3.000 volontari del Corpo Italiano di Soccorso dell’Ordine di Malta – CISOM – collaborano con la protezione civile italiana. Il loro intervento più recente riguarda le intense alluvioni che hanno colpito la Liguria e la Toscana nello scorso ottobre.

In Irlanda il Corpo Ambulanze dell’Ordine di Malta, fondato nel 1938, è il maggior operatore di corsi di primo soccorso, trasporti in ambulanza e cure alla comunità nella maggior parte delle grandi città del paese. Il Corpo Ambulanze è interamente gestito da 3.000 volontari, sotto la direzione dell’Associazione Irlandese dell’Ordine.

In Austria le numerose attività dell’Ordine sono svolte da volontari, come il normale servizio di ambulanze e l’assistenza agli anziani e ai disabili. Nel 2011, questo servizio è stato gestito da 1.200 volontari.

In Germania più di 35.000 volontari dell’Ordine di Malta hanno lavorato al fianco di 30.000 dipendenti in 700 località in tutto il paese. Ogni anno essi forniscono assistenza medica, sociale e umanitaria a più di dodici milioni di persone in Germania così come in molti altri paesi, in particolare in Europa Centrale e Orientale.

In Francia oltre 13.000 volontari permanenti contribuiscono ad una vasta gamma di interventi sociali svolti nei centri socio-sanitari e negli ospedali specializzati in riabilitazione neurologica per bambini handicappati, persone colpite dall’Alzheimer e senzatetto.

In Romania, Albania Lituania i nostri corpi di volontariato hanno celebrato nel 2011 il loro 20° anniversario. Fondati nel periodo immediatamente successivo alla caduta della cortina di ferro, essi hanno fornito e continuano a fornire un’assistenza indispensabile alle popolazioni di questi paesi.

Il Corpo di Soccorso dell’Ordine di Malta in Ungheria è una delle organizzazioni di assistenza sociale più importanti del paese nonché partner di fiducia delle istituzioni ungheresi, con 5.000 volontari permanenti e 15.000 volontari nei progetti speciali. Il Corpo gestisce quasi 200 enti sociali e, con un proprio corpo, opera anche nel campo della protezione civile per assistere le vittime di catastrofi naturali sia in Ungheria che all’estero.

Questi esempi mettono in evidenza i corpi di volontariato più importanti dell’Ordine di Malta, numerosi altri sono quelli che forniscono un contributo importante, dedicando il proprio tempo alle persone sofferenti e a quelle socialmente svantaggiate. Continua… http://www.orderofmalta.int/notizie/57900/gran-maestro-ordine-di-malta-incontra-il-corpo-diplomatico-accreditato/ “.

SANGALLI, IL TERZIARIO AL CENTRO DELLA RISPRESA ITALIANA


Assemblea Generale  2011 di Confcommercio

Assemblea Generale 2011 di Confcommercio (Foto: confcommercio.it)

Roma, 23 giugno 2011, Assemblea della Confcommercio Imprese per l’Italia, Auditorium della Conciliazione.

Le difficoltà del settore che negli ultimi anni ha avvertito in modo sensibile gli effetti della crisi economica, potranno essere superate attraverso un’adeguata valorizzazione delle rilevanti risorse professionali e imprenditoriali di cui esso dispone, cosi da innalzare i livelli di produttività e di occupazione rispetto a quelli attuali. E’ convinzione condivisa che ai pubblici poteri competa favorire e assecondare il conseguimento dell’obiettivo di uno sviluppo sostenibile, con particolare riguardo alle piccole e medie imprese anche a carattere familiare, che rappresentano una componente essenziale del sistema economico nazionale, grazie al patrimonio di flessibilità, creatività e spirito di sacrificio che le caratterizza. ….. In questa prospettiva è  importante proseguire nella collaborazione…delle imprese del settore ai fini di una più efficace  interlocuzione con le istituzioni e per contribuire ad elaborare un progetto comune di sviluppo economico per il nostro paese…”. Le nobili parole del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano hanno acceso l’entusiasmo del’Assemblea che in piedi intonava l’inno di Mameli. Assolutamente inconsueto quanto toccante il pathos che si levava dai presenti in una assemblea Confcommercio. Forti i riferimenti del Presidente Carlo Sangalli al 150° anniversario dell’unità d’Italia, ed allo spirito patriottico repubblicano degli imprenditori del terziario italiano. Pronti a compiere i loro doveri e sacrifici verso il bene pubblico rilanciando l’impresa, senza piagnistei… Contrasto all’evasione, all’elusione e al debito pubblico, agli sprechi, alle mafie e alla criminalità organizzata. Federalismo istituzionale e  fiscale, riduzione della spesa pubblica e della pressione fiscale; snellimento delle province, perequazione e solidarietà. Sangalli concludeva: “è tempo di decidere e di fare, è tempo di responsabilità per una società più attiva e per i giovani”. Scroscianti gli applausi dell’Assemblea, presente mezzo Governo col sottosegretario Letta, Gasparri, La Russa, Meloni, Romani, e tutte le parti sociali.

Simona C. Farcas

 Relazione del Presidente Carlo Sangalli

Pag. 17: “Il miglioramento del sistema educativo – della scuola, dell’Università, dei processi di formazione professionale e di formazione continua – è un punto di importanza capitale nel tempo dell’economia della conoscenza.

Lo è per una società più attiva. Lo è per i giovani.

E lo è anche per affrontare la sfida storica dell’immigrazione e della giusta e necessaria integrazione degli immigrati proprio a partire dalla formazione e dal lavoro.”

Pag. 27: “C’è bisogno di responsabilità e di unità tra le parti sociali: c’è ed ancora di più ne occorre.  …

Della responsabilità che occorre, ho trovato una bellissima definizione in un passaggio della lettera che l’Avvocato Giorgio Ambrosoli, commissario liquidatore della Banca Privata Italiana, scrisse alla moglie Anna, qualche anno prima di essere ucciso.

Scriveva Ambrosoli: “Ricordi i giorni dell’UMI, le speranze mairealizzate di far politica per il paese e non per i partiti: ebbene, a quarant’anni, di colpo, ho fatto politica e in nome dello Stato e non di un partito”.

In nome dello Stato e non di un partito: colga la politica questa sfida.

Lo faccia, la politica, con quella sobrietà di comportamenti, che è così vitale per la credibilità e per la dignità delle istituzioni, e dunque anche contenendo i suoi costi, soprattutto in una stagione in cui si chiede a tutto il Paese di stringere la cinghia.

Risponda a questa sfida, la politica, riconoscendo la comune responsabilità repubblicana di agire per recuperare il tempo perduto e per ridare all’Italia tutta, a partire dai suoi giovani, fiducia nel futuro.

Responsabilità repubblicana significa scegliere di lavorare insieme per  il bene dell’Italia.
Per affrontare e risolvere contraddizioni e difficoltà che vengono da lontano. Per affrontare e vincere nuove sfide.

Se così sarà, non abbiamo dubbi: con responsabilità ed unità, le imprese, i lavoratori, gli italiani ce la faranno.

Ce la faranno: in nome dell’Italia.”

(EUROITALIA – ROMA, 24 GIUGNO 2011)