CASALE MARCHESE, FRASCATI D’ECCELLENZA DI PRINCIPI E CARDINALI


Casale_Marchese_uvaL’Italia è celebre nel mondo per ricchezza, varietà e soprattutto qualità di produzione vitivinicola. Possiamo dire che il Lazio sia la regione italiana più famosa per tali primati; in quanto dire FRASCATI nel Nord come in Sud America, in Giappone come in Australia, in tutta l’Europa e nel resto del mondo, equivale ad indicare la città dei Castelli Romani ed il suo territorio quale zona DOC dei vini, specialmente bianchi ed altresì rossi comprendendo i rispettivi spumanti d’eccellenza per le tavole imbandite e i palati esperti, che segnano il gusto più ricercato e raffinato degli intenditori come del vasto pubblico, di tutti i contesti socioculturali, come altresì di tutte le culture enogastronomiche. cm

L’eccellenza del Frascati sta nel retrogusto irripetibile, inimitabile, non sofisticabile su qualsiasi terra del mondo. Il terreno vulcanico dei Colli Albani contiene quella componente solforosa in misura moderata che crea la tipicità delle uve. E la componente salmastra del terreno medesimo è pur essa presente in misura moderata per la prossimità alla costa marina romana.

Casale Marchese - http://www.casalemarchese.it/

Casale Marchese – http://www.casalemarchese.it/

I vitigni sono quelli autoctoni italiani elaborati nei secoli dalla civiltà romana come da quella latina addirittura preromana, per proseguire nelle selezioni sulle tavole raffinate dei romani Pontefici, dei sovrani e feudatari, dei principi e signori, delle corti medievali e rinascimentali sino all’età moderna e contemporanea con il cardinale Micara.

Casale_Marchese_cortile

Frascati !… Come si ordina nei migliori alberghi e ristoranti del mondo, è scelta di qualità e benefici salutari effetti di quei vini che costituiscono orgoglio della produzione agricola italiana e di quel circuito enologico e agroalimentare che è forza dell’economia laziale.  A ciò si aggiunga l’indotto economico-turistico-alberghiero della provincia romana. Più che un fiore all’occhiello della vitivinicoltura italiana nel suo complesso tanto affermata nel mondo. Il Casale Marchese di Frascati, con i nobiluomini Alessandro e Ferdinando Carletti, come riferiscono il leader mondiale dell’enogastronomia Principe Stephan Černetić e l’esponente della nobiltà storica romana Conte Fernando Crociani Baglioni, raccoglie dalle generazioni susseguitesi, interpreta, rappresenta e tramanda nei secoli tanto retaggio e nobilissima tradizione.

– Simona Cecilia Farcas

Frascati, 1 Novembre 2013

Leggi anche:

– ROMA, PREMIAZIONE 3 BICCHIERI DEL GAMBERO ROSSO: INTERVISTA AL PRODUTTORE DI “CLEMENS 2009″

– LE ETICHETTE DEL LAZIO: CLEMENS 2009 CASALE MARCHESE

–  I MIGLIORI VINI ITALIANI LUCA MARONI FRASCATI, con degustazioni presso le Scuderie Aldobrandini: da venerdì 15 a domenica 17 Novembre 2013

CASALE MARCHESE
casale_Marchese

Si parla per la prima volta della tenuta Casale Marchese in una Bolla di Bonifacio VIII del 12 Maggio 1301 come feudo della famiglia Annibaldi. Il Casale poggia su due antiche cisterne romane ed è ricordato come dimora del marchese Emilio de’ Cavalieri (1550-1602), famoso musicista.

Oggi un’ala della costruzione settecentesca è dimora abituale dei proprietari, mentre l’altra parte è dedicata alla lavorazione del vino fino all’imbottigliamento. Attigua alla cantina vi è una sala per le degustazioni, meta di turisti di tutto il mondo. Adiacente a questa si trova il frantoio aziendale, che assicura un olio di qualità superiore. La proprietà, di oltre 50 ettari, è affacciata su uno dei più suggestivi panorami romani e tuscolani.

L’attività di Casale Marchese ha senza dubbio consentito di aumentare sensibilmente la  presenza del Frascati su tradizionali piazze italiane ed estere, con l’offerta di una vasta gamma di prodotti, che vanno dal classico “Frascati Superiore DOCG” al “Rosso Eminenza” e al “Marchese de’ Cavalieri”, rossi austeri e di carattere; dal nuovissimo “Clemens”, un igt bianco di notevole eleganza, al “Cortesia” e al “Cannellino” delicati ed amabili.

Az. Agr. Casale Marchese
Via di Vermicino,68
00044 Frascati
Tel e fax : +39 06 9408932
www.casalemarchese.it
info@casalemarchese.it
skype: casale.marchese
facebook: www.facebook.com/casale.marchese

ON. RICCARDO MASTRANGELI SMASCHERA I FALSI CAVALIERI DI MALTA


“TUITIO FIDEI, OBSEQUIUM PAUPERUM”. DIFESA DELLA FEDE, SERVIZIO AI POVERI E AGLI INFERMI.

On. Dott. Riccardo Mastrangeli e Nob. Prof. Fernando Crociani Baglioni

On. Dott. Riccardo Mastrangeli e Conte Prof. Fernando Crociani Baglioni

Contro le imitazioni truffaldine della sacra milizia che da nove secoli inalbera la bandiera crociata-ottagona simbolo delle Otto Beatitudini. Contro chi , truffando gli ingenui e i vanitosi ignari, osa arrogarsi il nome glorioso del Sovrano Militare Ordine Ospedaliero di S. Giovanni di Gerusalemme, detto di Rodi, detto di Malta, per innominabili finalità di illecito lucro. Contro chi osa contrabbandare il nome dell’Ordine religioso che in tutto il mondo assiste i poveri, i bisognosi, gli ammalati, ed è protetto dalla Santa Sede e riconosciuto da 120 stati nel mondo, si levi la protesta dei cittadini, l’iniziativa delle istituzioni, la sollecitudine delle Autorità di pubblica sicurezza e giudiziarie. Difendendo la Fede nell’Anno della Fede, e le nostre primarie finalità di assistenza ospedaliera e beneficenza, difendiamo il buon nome della nostra tradizione melitense. Viva il Sovrano Militare Ordine di Malta !

conte prof. FERNANDO GIULIO CROCIANI BAGLIONI
cavaliere di grazia e devozione del Sovrano Militare Ordine di Malta

Ciociaria Oggi, Giovedì, 6 giugno 2013

Ciociaria Oggi, Giovedì, 6 giugno 2013

Riceviamo e pubblichiamo dalla Delegazione Granpriorale di Veroli, con giurisdizione sul Basso Lazio del Sovrano Militare Ordine di Malta notizia dell’inchiesta giudiziaria condotta dall’Arma dei Carabinieri Compagnia di Trastevere Roma, che originò dalla denuncia dell’On. Dottor Riccardo Mastrangeli Responsabile Territoriale per la Provincia di Frosinone del Sovrano Ordine.

Cari Confratelli, Volontari e Amici tutti,

In allegato troverete la rassegna stampa di oggi concernente l’inchiesta sul falso Ordine di Malta scoperto e denunciato dalla nostra Delegazione di Veroli. L’investigazione ha portato allo smantellamento di una pericolosa organizzazione clandestina ed all’arresto di nove persone in tutt’Italia da parte dell’Arma dei Carabinieri e della Magistratura. 

Le accuse sono di associazione per delinquere finalizzata alla commissione dei reati di conferimento illecito di onorificenze e decorazioni cavalleresche, truffa e favoreggiamento dell’immigrazione clandestina. Confraternamente.

  IL DELEGATO 

M.se Alessandro Bisleti 

Ciociaria Oggi, 6 giugno 2013, pag. 7

Ciociaria Oggi, 6 giugno 2013, pag. 7

* * *
Il Messaggero - edizione Frosinone, 6 giugno 2013, pag. 39

Il Messaggero – edizione Frosinone, 6 giugno 2013, pag. 39

* * *
La Provincia - quotidiano, 6 giugno 2013, pag. 5

La Provincia – quotidiano, 6 giugno 2013, pag. 5

* * *
Latina Oggi, 5 giugno 2013, pag. 16

Latina Oggi, 5 giugno 2013, pag. 16

* * *
 * * *

Civitavecchia, Ecumenismo e linguaggio universale dell’arte e della fede. Con Frisina, Rupnik, Milkau e Siluan


Lunedì 11 marzo p.v. a bordo della nave “Cruise Barcelona” nel porto di Civitavecchia, molo 21, via Prato del Turco 1, dalle 9,30 alle 17.00.

11marzo

La Commissione per l’Ecumenismo e il Dialogo Interreligioso della Conferenza Episcopale Laziale, come ogni anno, organizza un Convegno che coinvolge circa 700 docenti e operatori pastorali delle Diocesi del Lazio con il tema “Il linguaggio universale dell’arte e la fede”.
Il programma dell’evento – che avrà luogo lunedì 11 marzo 2013 a bordo della nave “Cruise Barcelona” nel porto di Civitavecchia, molo 21, via Prato del Turco 1 dalle 9,30 alle 17.00 – prevede i seguenti interventi:

  • Padre Marko Ivan RUPNIK, artista, teologo e presbitero sloveno
  • S. E. Mons. SILUAN, Vescovo della Diocesi Ortodossa Romena d’Italia
  • Mons. Marco FRISINA, Presidente della Commissione Diocesana per l’Arte Sacra e i Beni Culturali – Roma
  • Pastore Holger  MILKAU, decano della Chiesa evangelica luterana in Italia (CELI)
  • don Giampiero Maria ARABIA, architetto, membro della Commissione Diocesana per l’arte sacra e i beni culturali – Roma

Scarica il programma
Scarica la locandina
Scarica il modulo di partecipazione con esonero dal servizio (per gli insegnanti di religione)
Scarica il riconoscimento come corso di aggiornamento professionale per i docenti della Pontificia Università Lateranense
Le iscrizioni vanno indirizzate all’Ufficio per l’Ecumenismo e il Dialogo (fax 06.698.86517 – ufficioecumenismo@vicariatusurbis.org).

ELEZIONI 2013, FRATELLI D’ITALIA LAZIO: FERNANDO CROCIANI BAGLIONI CANDIDATO AL SENATO


Apertura Campagna Elettorale al Palazzo dei Congressi – EUR. ‘Sfida il futuro. Senza paura‘: con questo slogan Fratelli d’Italia, a poco più di un mese dalla sua costituzione ufficiale, apre la campagna elettorale a Roma per le elezioni politiche e regionali del 23 e 24 febbraio. Sabato 26 gennaio, alle ore 17, presso il Palazzo dei Congressi dell’Eur, i fondatori Giorgia MeloniGuido Crosetto e Ignazio La Russa presentano nella Capitale la squadra di candidati e candidate alla Camera dei Deputati, al Senato ed alle regioni Lombardia, Lazio e Molise. Un grande evento di popolo, seguito ideale de ‘Le primarie delle idee’, sulle cui basi è nato il movimento Fratelli d’Italia, altra tappa per la costruzione di un nuovo centrodestra italiano, basato sull’onestà, sul merito e sulla partecipazione.

TESTATA

Intervista a Fernando Crociani Baglioni, candidato al Senato della Repubblica, collegio del Lazio.

Sabato 26 Gennaio 2013
Di Federica Pansadoro (L’UNICO)

Professor Crociani Baglioni, i romani a cosa devono il tuo avvicinarsi alla politica ?

La situazione attuale dell’Italia non è quella presentata dal governo tecnico proposto dal prof. Monti. Nel nostro paese ad oggi troviamo un bel 37 % di disoccupazione, numero che sale ancor di più nelle regioni del sud. Le piccole e medie imprese, sono costrette a licenziare, a diminuire gli stipendi per poter sanare il deficit economico.

Le famiglie, i giovani , come stanno vivendo questo triste momento riguardo la politica economica della nostra penisola?

Viviamo un tremendo declino, una crisi che è sorta da almeno 5 anni e nonostante l’intervento del professor Monti, intervento tecnico, purtroppo è rimasta. L’imu stesso ha creato a chi per esempio è pensionato ed ha una proprietà ereditata dalla famiglia, abitazione sita nel paese di origine, un forte disagio aggravando la situazione economica in particolar modo proprio durante il periodo natalizio. Purtroppo come fanno invece i giovani a pensare di metter su famiglia quando loro stessi non hanno un lavoro tale da renderli indipendenti economicamente, quindi l’impossibilità soprattutto di accedere ai mutui.

Perché la scelta della lista Fratelli d’Italia?

Perchè in questo periodo storico, bisogna assolutamente scongiurare l’avvento delle sinistre al potere, per questo la mia scelta verso il centro-destra, per il movimento politico Fratelli D’Italia, fondato da Ignazio La Russa, Giorgia Meloni e Guido Crosetto. Per me questa opportunità sarà uno strumento in più per tenermi in contatto con tutti voi elettori, ed elaborare le idee, i programmi, le aspirazioni di chi con me desideri condividere questa battaglia.Il 24 e il 25 febbraio gli italiani andranno alle urne . Io sono per il centrodestra, che aiuterà a restituire all’Italia la speranza e per quanto mi riguarda quella che io chiamo la speranza cristiana. L’Italia ed i rapporti con l’estero.

Come viene vista questa crisi da chi vive fuori del nostro paese ?

La tensione italiana è diventata talmente insopportabile che anche i dirigenti del mondo professionale con piccole e medie imprese anche a conduzione familiare hanno dovuto risentirne, chiudendo la loro azienda .I prodotti italiani vengono sempre meno esportati. Chi vive all’estero vede come spettatore la situazione e soprattutto evidenzia come chi ha governato e, ad oggi governa, scarichi la responsibilità della crisi l’uno verso l’altro.

L’Umbria, la sua regione, il cuore verde dell’Italia, ricca d’arte e di ottimi prodotti di enogastronomia, è possibile un rilancio anche dal punto di vista turistico ?

Assolutamente si, bisogna incoraggiare il piccolo imprenditore anche in Umbria, come il Lazio, l’Italia Centrale ed ogni parte del paese, rilanciando l’industria e di conseguenza anche il turismo. Nonostante la regione attiri ancora folle di turisti in particolar modo dalla Russia, dall’Europa Oientale, alla ricerca anche di quei luoghi dello spirito dei prodotti enogastronomici, tuttavia soffre ancora della pressione fiscale, bisogna quindi incoraggiare l’impresa, attuare il risanamento totale della situazione.  (L’UNICO)

f

ROMA CAPITALE, “IL PANE A CHI SERVE”: PARTE IL PROGETTO NEI MUNICIPI IV E XI


Roma, 26 marzo – Prende il via Il pane a chi serve, progetto promosso delle Acli romane con l’Unione Panificatori di Confcommercio Roma e con Roma Capitale. Idea di fondo: recuperare il pane invenduto e distribuirlo a chi ne ha bisogno. Il progetto parte in via sperimentale in due Municipi: IV (Monte Sacro, Val Melaina, Castel Giubileo, Casal Boccone) e XI (Garbatella, San Paolo, Ostiense, parte dell’Appio Latino).

 Hanno immediatamente aderito 14 forni, 7 per ciascuno dei due Municipi. E le associazioni di solidarietà che avranno e distribuiranno il pane raccolto sono 19 (12 nel IV Municipio, 7 nell’XI). Secondo le previsioni Acli, si conta di raccogliere ogni settimana circa mille chili di pane. Obiettivo di lungo termine, estendere il progetto a tutta Roma e raccogliere oltre 9 mila chili di pane a settimana.

The SPQR coat of arms of Rome.

Con Il pane a chi serve, ha detto il sindaco Gianni Alemanno “Roma si dimostra ancora una volta solidale e vicina a chi si trova in difficoltà”.

Fonte: http://www.comune.roma.it

Leggi anche:

PROGETTO ‘IL PANE A CHI SERVE’: ECCO COME RIDURRE GLI SPRECHI

REGIONE LAZIO, ASSEGNI DI STUDIO PER GLI STUDENTI MERITEVOLI



Flag of Regione Lazio

regione.lazio.it

 (EUROITALIA – Roma, 10 novembre 2011) – La Regione Lazio, nell’ambito delle politiche a favore delle famiglie meno abbienti, ha indetto un bando per l’anno scolastico 2011/2012 per tutti gli studenti residenti. Il contributo di 500 euro è destinato agli studenti che fanno parte di un nucleo familiare con un Indicatore della Situazione Economica Equivalente (Isee) non superiore a 15.000,00 euro.
Gli assegni di studio, di durata annuale, saranno conferiti agli studenti che, nell’anno scolastico 2011/2012, si iscrivono: al primo anno di scuola secondaria di secondo grado statale o paritaria, e che hanno conseguito, nell’anno scolastico 2010/2011, il diploma di scuola secondaria di primo grado con votazione pari o superiore a 8/10; al terzo anno di scuola secondaria di secondo grado statale o paritaria, con votazione pari o superiore a 8/10.
Lo studente potrà utilizzare l’assegno di studio per spese riconducibili alla piena fruizione del diritto allo studio: libri di testo; materiali didattici, anche in formato elettronico; abbigliamento previsto per le attività di educazione fisica; gite scolastiche e viaggi di istruzione; corsi di lingua straniera.

Lista con le principali città della regione Lazio.

Clicka sui link in basso per conoscere le scadenze di alcuni comuni ai fini della presentazione delle domande:

Roma Capitale –  Dipartimento Servizi Educativi e Scolastici

 Comune di Boville Ernica (FR)

Comune di Orte (VT)

Comune di Monterotondo (RM)

Comune di San Felice Circeo (LT)

Comune di Capodimonte (VT)

Comune di Castro dei Volsci (FR)

Continua a leggere

ROMA, PREMIAZIONE 3 BICCHIERI DEL GAMBERO ROSSO: INTERVISTA AL PRODUTTORE DI “CLEMENS 2009”


Clemens 2009

(EUROITALIA – Roma, 20 ottobre 2011, Simona C. Farcas) –  Il 22 ottobre prossimo a Roma presso l’auditorium del Massimo con una cerimonia di premiazione e degustazione saranno conferiti i “tre bicchieri” del Gambero Rosso ai vini del Lazio che hanno ottenuto il massimo riconoscimento della guida ai vini d’Italia 2012. I vini del Lazio considerati  “prelibatezze da intenditori” nell’ultima edizione della guida enogastronomica sono il Clemens 2009 di Casale Marchese, il Montiano 2009 di Falesco, Frascati Superiore Epos 2010 di Poggio Le Volpi e il Grechetto Poggio della Costa 2010 di Sergio Mottura (quest’ultimo, titolato come “Viticoltore dell’anno”).

La novità di quest’anno è Clemens 2009, il vino prodotto dall’Azienda Agricola Casale Marchese della Famiglia Carletti di Frascati (RM), che ottiene il massimo riconoscimento assegnato dalla Guida Vini d’Italia 2012 del Gambero Rosso.

Abbiamo intervistato il signor Alessandro Carletti, amministratore dell’Azienda Agricola Casale Marchese ed erede di una ricca tradizione familiare intrecciata alla storia locale, pregi e indentità storico-culturali di una produzione vinicola d’eccellenza.  L’Azienda Agricola Casale Marchese è collocata sotto il monte Tuscolo dove anticamente era stata costruita la città di Tusculum e la città di Frascati da cui la denominazione di origine prende il nome. Frascati è uno dei primi luoghi al mondo dove il vino è stato prodotto.  

Simona C. Farcas: Tale ambìto premio che avete conseguito con innegabili meriti, e che vi ascrive tra le aziende vitivinicole d’eccellenza italiane, quali emozioni e sentimenti ha suscitato nella vostra azienda così ricca di tradizione familiare e storia locale?

Alessandro Carletti: “Siamo stati molto felici di questo riconoscimento, inaspettato, in quanto il Clemens era già per ben due volte andato in finale per i tre bicchieri e non era mai riuscito a conquistarli. Quest’anno, ad esempio, il Frascati Superiore Doc 2010 è stato premiato con la medaglia di bronzo al Concorso Internazionale Inglese Decanter e il Diploma di Gran Menzione al Concorso Enologico Internazionale di Vinitaly 2011. Anche se i riconoscimenti in passato sono stati molti, i tre bicchieri del Gambero Rosso ci rende particolarmente orgogliosi. Il vino Clemens lo abbiamo dedicato al nostro prozìo cardinale Clemente Micara (1879-1965), Vicario di Sua Santità Papa Pio XII, Papa Giovanni XXIII e Papa Paolo VI, spesso ospite della sorella Antonietta nel palazzo di campagna dell’Azienda Casale Marchese.”

Simona C. Farcas: L’azienda agricola Casale Marchese, con una superficie di oltre 50 ettari, è situata nel cuore del Frascati DOC e si affaccia su uno dei più suggestivi panorami romani e tuscolani, dove i vigneti si alternano ad ulivi secolari. Quali le caratteristiche organolettiche, i pregi e l’identità della vostra produzione?

Alessandro Carletti: “E’ un vino molto elegante a base di Malvasia del Lazio e Chardonnay, dai profumi intensi e fruttati. L’azienda produce anche uno dei migliori Frascati in commercio, un rosso Igt Lazio, un rosso Novum vinificato, in parte, con macerazione carbonica e il Marchese de’ Cavalieri un vino rosso dell’uvaggio bordolese che affina nelle barrique francesi per oltre 18 mesi. Il Frascati Doc Cannellino, una vendemmia tardiva da cui si ottiene questo caratteristico vino da dessert. Infine l’olio extra vergine di oliva, prodotto nel frantoio aziendale, con un acidità molto bassa compresa tra 0,1% e 0,3%.  

La qualità oggi è fondamentale così come il prezzo poiché il pubblico è sempre più attento a prodotti di un certo livello a prezzi contenuti. Nella degustazione del prossimo 22 ottobre alla Città del Gusto si potrà degustare il vino premiato, il Clemens Igt Lazio 2009.  

L’Azienda Agricola Casale Marchese ha tradizioni molto antiche infatti della tenuta si parla già in una Bolla di Bonifacio VIII come proprietà della famiglia Annibaldi; in seguito divenne la residenza di campagna del marchese Emilio de’ Cavalieri da cui il nome Casale del Marchese per poi passare per via ereditaria alla famiglia Carletti che da 7 generazioni produce vini e olio extra vergine di oliva di alta qualità.

Simona C. Farcas: Auspici per il futuro?

Alessandro Carletti: “Per il futuro speriamo di potere continuare a produrre vini sempre migliori, che sono già apprezzati e richiesti in tutto il mondo; aumentare l’export che ormai copre quasi il 50% della nostra produzione. Anche se i tempi sono molto difficili per le aziende vinicole, oppresse dalla burocrazia e da numerosi adempimenti che esistono esclusivamente per l’export europeo! L’Unione Europea dovrebbe agevolare e semplificare le norme per le imprese vinicole che costituiscono, comunque, una parte importante dell’economia italiana.”

Simona C. Farcas: Qual’è il rapporto tra la vostra azienda e il mondo della cultura e dell’arte?

Alessandro Carletti: “Ogni tanto offriamo il nostro vino per eventi storico culturali; infatti diversi anni fa sponsorizzammo un’importante mostra a Palazzo Venezia: “Ebla: Alle origini della civiltà urbana“. Ma anche in altre occasioni. Di recente è stata commemorata a Castelgandolfo e in Vaticano la figura di un grande europeista, larciduca Otto d’Asburgo, a cui abbiamo partecipato con un vin d’honneur.”

Azienda Agricola Casale Marchese - www.casalemarchese.it

Azienda Agricola Casale Marchese - http://www.casalemarchese.it

Azienda Agricola Casale Marchese
Via di Vermicino,68
00044 Frascati
Tel e fax : +39 06 9408932
www.casalemarchese.it
info@casalemarchese.it
skype: casale.marchese
facebook: Casale Marchese

Roma/Austria, 26 ottobre:Nationalfeiertag-Festa nazionale celebrata con concerto al Forum Austriaco di Cultura e mostra alla Scuola Germanica


The statue of Athena in front of the Austrian ...

Parlamento austriaco. via Wikipedia

(EUROITALIA – ROMA, 18 OTTOBRE 2011) – La Festa Nazionale in Austria venne celebrata per la prima volta il 12 novembre 1919. Dal 1934 al 1945 l’Unità Nazionale austriaca venne onorata il 1° maggio. Dopo la fine del conflitto le ultime truppe britanniche di occupazione se ne andarono il 25 ottobre 1955 lasciando di fatto il paese il giorno successivo così che tale data divenne Giorno della “Dichiarazione della Neutralità” austriaca.  Dal 1965 in poi il Parlamento austriaco decretò e confermò il 26 ottobre quale data festiva nazionale, in occasione della quale  il parlamento a Vienna, i ministeri dello stato, la “Hofburg”, il palazzo del presidente della repubblica e tutti i musei di proprietà dello stato aprono le loro porte e sono visitabili gratuitamente; mentre le autorità militari dispongono sulla Heldenplatz nella capitale Vienna reparti dell’esercito facendo giurare mille reclute presso Hofburg in modalità espositiva e sotto gli occhi dei cittadini che partecipano all’evento.


Il testo dell’inno dell’Austria:
(traduzione in italiano: Wolfgang Pruscha) 


Land der Berge, Land am Strome,
Land der Äcker, Land der Dome,
Land der Hämmer, zukunftsreich!
Heimat bist du großer Söhne,
Volk, begnadet für das Schöne,
Vielgerühmtes Österreich,
Vielgerühmtes Österreich.

Heiß umfehdet, wild umstritten,
Liegst dem Erdteil du inmitten
Einem starken Herzen gleich.
Hast seit frühen Ahnentagen
Hoher Sendung Last getragen,
Vielgeprüftes Österreich,
Vielgeprüftes Österreich.

Mutig in die neuen Zeiten,
Frei und gläubig sieh uns schreiten,
Arbeitsfroh und hoffnungsreich.
Einig lass in Brüderchören,
Vaterland, dir Treue schwören.
Vielgeliebtes Österreich,
Vielgeliebtes Österreich.

Terra di monti, Terra sul fiume
Terra di campi, Terra dei duomi,
Terra di martelli, ricca di futuro!
Sei patria di grandi figli,
Popolo, con il dono della bellezza,
Tanto celebrata Austria,
Tanto celebrata Austria.

Contestata aspramente, combattuta con ferocia,
Stai al centro del continente,
Simile a un cuore forte.
Hai sopportato, fin dai giorni degli antenati
il peso di un’alta missione,
Tanto provata Austria,
Tanto provata Austria.

Con coraggio camminiamo, sotto il tuo sguardo,
liberi e fiduciosi verso tempi muovi,
operosi e sperazosi.
Giuriamo con cori fraterni,
a te, Patria, la fedeltà.
Tanto amata Austria,
Tanto amata Austria.


Vedi il programma delle manifestazioni che avranno luogo  il 26 ottobre prossimo in occasione della Festa Nazionale Austriaca, a Vienna:  http://www.nationalfeiertag.at/

Neues Bild

 www.austriacult.roma.it

26 ottobre: Nationalfeiertag / Festa Nazionale dell’Austria

 CONCERTO in occasione della Festa Nazionale Austriaca

con Elena Denisova (violino solo)

Martedì, 25 ottobre 2011, ore 20.00

Viale Bruno Buozzi 113 – 00197 Roma

Ingresso libero – fino a esaurimento posti

 Elena Denisova è nata a Mosca e ha ricevuto la sua prima lezione di violino all’età di 4 anni. Ha studiato sotto la guida dei pupilli di Oistrach, Valery Klimov e Oleg Kagan e nel 1990 ha dato avvio a una straordinaria carriera che l’ha portata a esibirsi con note orchestre quali la Filarmonica di Mosca, la Royal Philharmonic Orchestra di Londra, i Münchener Symphoniker, l’Orchestra Sinfonica della Radio di Budapest, l’Orchestra del Mozarteum di Salisburgo e l’Orchestra Sinfonica di Trondheim.

Numerosi festival sono riusciti ad averla per concerti solisti, tra questi: il Carinthischer Sommer, il Flanders Music Festival, gli Hörgänge e il Klangbogen di Vienna, il Festival Ljubljana, il Russian Winter Festival di Mosca e i Concerti di Primavera di Parma. Dal 2002 Elena Denisova è inoltre direttrice del Wörthersee Classics Festival.

Programma

Johann Sebastian Bach (1685-1750)
Sonata in sol minore BWV 1001
Adagio, Fuga, Siziliano, Presto

Dieter Kaufmann (*1941)
“Paganihilismo” per violino e nastro magnetico

Niccolò Paganini (1782-1840)

Capricci op.1 n.14 e n.24

– Pausa –

Wolfram Wagner (*1962)
“Passacaglia e fuga” (dedicato a Elena Denisova)

Kurt Anton Hueber (1928-2008)
“Il trillo del diavolo” – omaggio a Giuseppe Tartini
dedicato a Elena Denisova

Maximilian Kreuz (*1953)
Opera per violino in 3 movimenti WV 60 A (2002)

Fritz Kreisler (1875-1962)
“Recitativo e Scherzo” per violino solo

Organizzazione: Forum Austriaco di Cultura Roma
Info: tel: 06 3608371

* Ingresso a partire dalle ore 19:30. Vi preghiamo di presentarvi in anticipo, dal momento che non possiamo accettare prenotazioni

Organizzazione: Forum Austriaco di Cultura Roma

Info:  tel: 06 3608371

 

CC-grau-groß-oRVerb4c 

Festa Nazionale Austriaca

INAUGURAZIONE MOSTRA

“Wien einmal anders – Una Vienna diversa”

di Barbara Zeidler

Giovedì, 27 ottobre 2011, ore 12.15
Scuola Germanica Roma, Via Aurelia Antica, 397-403 – 00165 Roma
Ingresso libero

Zeidler 1.png

Zeidler 2.png
In alto a sinistra: Museo del Terzo Uomo, in alto a destra: Museo Viennese del Crimine
In basso a sinistra: Museo del Giardinaggio, in basso a destra: Museo delle Sfere di Vetro con Neve

Chi sa, infatti, che a Vienna si trova la più grande collezione di cassette dei giochi di prestigio, il museo delle sfere di vetro con neve, la collezione imperialregia del cappello o il museo del circo e della clownerie? Quale viennese porta al museo delle pompe funebri o a quello dell’acquavite gli amici che vengono a trovarlo?

La mostra “Wien einmal anders – Una Vienna diversa“, nata da una collaborazione tra il Forum Austriaco di Cultura Roma e la Scuola Germanica, si propone di offrire una nuova prospettiva sulla capitale austriaca attraverso un viaggio tra tesori nascosti e sconosciuti della città.

Barbara Zeidler – fotografa, curatrice di mostre e progetti interculturali. Ha fondato con Abbé Libansky l’Istituto per i Beni Resistenti alla Cultura. A partire dal 2004 ha esposto le sue opere in diverse mostre sia in Austria che all’estero.

La mostra sarà visitabile nei locali della Scuola Germanica e del Forum Austriaco di Cultura Roma fino al 22 dicembre 2011.

Organizzazione: Forum Austriaco di Cultura Roma e Scuola Germanica Roma
Info: Forum Austriaco – tel. 06 3608371,
Scuola Germanica Roma – tel. 06 6638776


ROMA/Convegno:L’EUROPA DELLA LIBERTA’. 24 marzo ore 16,45 VIA APPIA ANTICA, 125


L’EUROPA DELLA LIBERTA’

CONVEGNO

ROMA 24 MARZO 2011 ORE 16,45

RISTORANTE CECILIA METELLA, VIA APPIA ANTICA, 125

L’Italia e il superamento dei grandi ritardi in campo energetico, infrastrutturale, produttivo, sociale.

Quale è il contributo di Roma e del Lazio?

PARTECIPANO:

On. Stefano Zappalà, Assessore al Turismo e Marketing della Regione Lazio

Cons. Giovanni Di Giorgi, Presidente Commissione Mobilità della Regione Lazio,

Giuseppe Tedeschi direttore de Il Borghese,

Mino Mini, architetto, critico e libero professionista

(elenco partecipanti in aggiornamento)

COORDINA

Enea Franza, economista