Italia leader dell’olio Dop in Europa


Nel nostro Paese si concentra il maggior numero di prodotti certificati

olivo_olive-wollombi.jpg

L’olio è un indiscusso protagonista della cucina mediterranea, della quale può essere anche considerato un portabandiera, ma solo di rado lo troviamo protagonista sui vari media, contrariamente a quanto accade per altri prodotti come il vino o i formaggi.

In termini di produzione e di consumi, l’Italia gioca un ruolo di primo piano, classificandosi seconda dopo la Spagna per produzione e prima per consumi (si concentra nel nostro Paese oltre il 38% dei consumi comunitari).

Ai primi posti

La leadership italiana è confermata dai 42 prodotti italiani certificati (40 Dop e 2 Igp), distanziando di gran lunga altri grandi produttori come Spagna e Grecia.

Dei 6 milioni di quintali di olio che mediamente vengono prodotti in Italia ogni anno, oltre l’85% proviene da Puglia, Calabria e Sicilia. Il resto se lo dividono Toscana, Liguria, Umbria e Abruzzo. Anche se non vanno dimenticateproduzioni di eccellenza che si ottengono in altre regioni che possono godere di aree climatiche che ben si sposano con la coltivazione dell’olivo. Le rive del lago di Garda o le colline della Romagna ne sono un esempio. Insieme contribuiscono a portare il patrimonio olivicolo nazionale ad oltre 150 milioni di piante su una superficie di circa 1.165.000 ettari.

Leggi tutto su http://agronotizie.imagelinenetwork.com

P. s.: L’olio sarà inoltre uno dei protagonisti del BonTà, il salone delle eccellenze enogastronomiche in programma alla Fiera di Cremona dall’11 al 14 novembre

(Fonte immagine: Wollobi)

GENOVA, 10 MARZO h.10:30/LIGURIA E ROMANIA: UN PONTE PER LA NUOVA EUROPA


Coat of arms of Italian region Liguria

Arms of Liguria via Wikipedia

 

Giovedì 10 MARZO 2011, alle ore 10,30,
presso la SALA INCONTRI della Regione Liguria, in Piazza Ferrari, 1 – Genova
si terrà l’incontro dal tema :

“LIGURIA E ROMANIA: UN PONTE PER LA NUOVA EUROPA”
organizzato in collaborazione tra la Regione Liguria e il Circolo Europei per l’Italia.

A questo appuntamento prenderanno parte:
– Dott. Enrico Vesco, – Assessore alle Politiche attive del lavoro e dell’occupazione, politiche
dell’immigrazione e dell’emigrazione, trasporti Regione Liguria
– Dott. Mugur Buje Console Generale della Romania a Torino
– Pr. Sorin Filip, Prete Ortodosso della Chiesa Rumena di Genova
– Prof. Marian Mocanu, Circolo Europei per l’Italia
– Avv. Giuseppe Fossati, Circolo Europei per l’Italia
– Dott.ssa Vilma Viarengo Dirigente Ufficio Anagrafe

Romania Arms and Flag

Il Circolo “Europei per l’Italia “ promuove, assieme alla Regione Liguria un appuntamento di riflessione sui legami tra Romania e Liguria.
Fedele alla sua vocazione di laboratorio di idee e spazio di riflessione, senza vincoli di appartenenza, il Circolo “Europei per l’Italia” sceglie la città di Genova per aprire un dibattito sugli scenari che si sono aperti a partire dall’ingresso della Romania nell’Unione Europea nel 2007.
La scelta della Liguria non è casuale, infatti, da sempre questa è un punto di approdo e confronto tra culture e tradizioni diverse. Inoltre, Romania e Liguria sono legate dalla storia, una storia che affonda le radici in tempi remoti e che ha visto l’istaurarsi di intensi rapporti commerciali prima e diplomatici poi.