È nato “Italiano digitale”. Online il primo numero della rivista della Crusca


Con periodicità trimestrale, dal luglio 2017, raccoglie le pubblicazioni in rete del sito dell’Accademia della Crusca: schede di consulenza linguistica fornita ai lettori, temi di discussione proposti dagli accademici, schede lessicografiche dedicate alle parole più recenti dell’italiano, articoli di interesse linguistico e storico-linguistico che l’Accademia sceglie di valorizzare.

Italiano digitale. La rivista della Crusca in Rete (2017, 1, aprile-giugno)

Direttore responsabile: Claudio Marazzini
Direttore: Marco Biffi
Comitato scientifico: Claudio Marazzini, Aldo Menichetti, Giovanna Frosini, Paolo D’Achille, Giuseppe Patota, Marco Biffi
Comitato di redazione: Simona Cresti, Lucia Francalanci, Angela Frati, Vera Gheno, Stefania Iannizzotto, Ludovica Maconi, Matilde Paoli, Raffaella Setti, Cristina Torchia
Illustrazioni: Barbara Fanini
Periodicità: trimestrale
Editore: Accademia della Crusca, via di Castello 46 – 50141- Firenze

Editoriale del direttore

Dopo oltre venti anni di presenza nella Rete – con le tre versioni del suo sito web (1996, 2002, 2012), l’apertura alle pagine ufficiali Facebook, Twitter e Youtube, e le numerose banche dati dedicate all’italiano e alla sua storia – l’Accademia della Crusca si presenta oggi con una rivista digitale. Ogni numero, trimestrale, catalizzerà l’attenzione sulle parti più dinamiche e più attive del nostro sito, quelle che comportano un continuo dialogo con la società italiana, consentendo all’Accademia di monitorare la nostra lingua e fornire gli strumenti più adatti per comprenderla e amarla. Nella rubrica “Consulenze linguistiche” saranno raggruppate le risposte ai quesiti posti alla redazione, che permettono quindi di monitorare le maggiori criticità attuali e di intravedere alcune direzioni della nostra lingua in movimento. Nella rubrica “Parole nuove” sono presentate schede lessicografiche di parole recenti particolarmente usate, che vengono precisate per definizione e ambito d’uso (se entreranno o meno nei dizionari lo decideranno, come al solito, gli italiani nel tempo). La rubrica “Articoli” raccoglie contributi sull’italiano di respiro più ampio rispetto alle dimensioni del contenitore “risposta a quesito”. Con i “Temi di discussione” l’Accademia intende richiamare l’attenzione su questioni linguistiche di interesse generale: in questo trimestre, dopo la sentenza 42/2017 della Corte Costituzionale, il riflettore è stato puntato sull’italiano come lingua ufficiale della Repubblica, con le conseguenze che questo comporta per l’insegnamento universitario (tema affrontato dal Presidente, Claudio Marazzini, e dal costituzionalista Paolo Caretti); e poi sulla superficialità con cui i mezzi di comunicazione di massa divulgano questioni linguistiche, in questo caso storico linguistiche (tema proposto dall’accademica Rita Librandi). Le “Notizie dall’Accademia”, infine, sono una finestra aperta sulle molte attività dell’Accademia, sulla sua politica linguistica in Italia e nel mondo, sulla sua attività scientifica e divulgativa, sul suo impegno nella formazione.

Marco Biffi

Sommario

Consulenze linguistiche

Parole Nuove

Temi di discussione

Gli Articoli

Notizie dall’Accademia

Il 1° di aprile l’Accademia ha condiviso con l’ENEA (Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile) e con il pubblico più largo, attraverso i social, una lista di dieci parole legate al tema del risparmio energetico, corredandole di una breve nota linguistica, allo scopo di attirare l’attenzione sull’importanza del consumo consapevole.
Nel corso del mese presso la sede dell’Accademia, la villa medicea di Castello a Firenze, è stata inaugurata la mostra Figure di Accademici della Crusca; l’esposizione è allestita nella Sala delle Pale e sarà visitabile fino all’ottobre 2018.

La sede della Crusca ha ospitato, da aprile a giugno, anche alcuni corsi di formazione organizzati dall’Accademia in collaborazione con diversi enti e associazioni: dal 22 marzo al 5 aprile, insieme all’Ordine degli assistenti sociali della Toscana, un corso di formazione per assistenti sociali; dal 30 marzo al 10 aprile 2017, con l’Ordine dei dottori commercialisti e degli esperti contabili di Firenze e la Fondazione dei dottori commercialisti e degli esperti contabili di Firenze, un corso di specializzazione per commercialisti dal titolo La lingua italiana nei suoi usi professionali; in appendice al corso svoltosi nel 2017 e organizzato insieme all’Ordine dei Giornalisti della Toscana, alcune giornate di formazione per giornalisti. In tutte queste occasioni le lezioni, tenute da linguisti dell’Accademia e specialisti dei vari settori, hanno riguardato questioni relative agli usi professionali della lingua.
Per il quarto anno consecutivo, l’Accademia ha partecipato all’organizzazione del corso di perfezionamento post lauream Professioni legali e scrittura del diritto. La lingua giuridica com’è, e come dovrebbe essere, svoltosi presso il Polo di Scienze Sociali dell’Università di Firenze dal 21 aprile al 30 giugno. Anche in questo caso, accademici e collaboratori della Crusca hanno tenuto lezioni per gli studenti.
Insieme al MIUR e sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica, per il 2017 come per gli anni precedenti l’Accademia ha organizzato le Olimpiadi di italiano e giornate della lingua italiana, le cui finali nazionali si sono tenute a Torino dal 5 al 7 aprile 2017.

Ancora a Torino, il 4 aprile, e a Roma, il 20 aprile, rispettivamente presso il Centro di studi sul pensiero politico Luigi Firpo e presso la sede dell’AICI (Associazione Istituti di Cultura Italiani), il presidente dell’Accademia Claudio Marazzini ha tenuto lezioni di storia della lingua italiana.

Insieme all’Ufficio Scuola dell’Accademia, Marazzini ha partecipato come relatore al Festival della scuola e dell’educazione, svoltosi a Lucca dal 27 al 28 aprile sotto l’organizzazione dell’AGESC (Associazione Genitori Scuole Cattoliche) e del MIUR.

La Crusca, rappresentata da accademici e collaboratori, è stata presente anche a “Tempo di libri”, la fiera dell’editoria italiana che si è svolta dal 19 al 23 aprile 2017 presso Fiera Milano Rho. La manifestazione è stata organizzata da La Fabbrica del Libro, nata dall’accordo tra Fiera Milano e Ediser, società di servizi dell’Associazione Italiana Editori (AIE), con il patrocinio del MIUR, del MIBACT, del MSE, della Città Metropolitana di Milano e del Comune di Monza.

Ancora ad aprile, presso la Biblioteca Ernesto Ragionieri di Sesto Fiorentino, è stato presentato il Vocabolario del Fiorentino contemporaneo, progetto che l’Accademia dirige dal 1992, con l’incontro Italiano o dialetto? il Vocabolario del fiorentino contemporaneo.

Tutti i venerdì, come di consueto da anni, presso il DILEF dell’Università di Firenze si sono svolti i seminari del Circolo Linguistico Fiorentino, cui hanno partecipato di volta in volta anche accademici e collaboratori dell’Accademia.

Nelle dolorose occasioni della scomparsa di Tullio De Mauro e dell’anniversario della scomparsa di Paola Barocchi, entrambi illustri accademici della Crusca, l’Accademia ha organizzato e collaborato ad organizzare commemorazioni. Ricordiamo quelle per Tullio De Mauro del 31 marzo a Firenze e del 5 aprile a Roma, presiedute rispettivamente da Claudio Marazzini e dalla presidente onoraria Nicoletta Maraschio, e quella per Paola Barocchi, organizzata presso la Fondazione Memofonte di Firenze il 6 aprile.

A cura del comitato di redazione – Accademia della Crusca

Annunci

Lingua italiana come L2-LS (Lingua Seconda)


Roma, Via di Tor Sapienza, 160 - 00155

Roma, Via di Tor Sapienza, 160 - 00155

CORSO DI LINGUA E CULTURA ITALIANA PER STRANIERI

Certificazione di Italiano come L2 – Lingua Straniera

“la lingua è per l’uomo al contempo un asilo ed un esilio” (Donatella Di Cesare, Utopia del comprendere, Il Nuovo Melangolo, Genova 2003)

Il Corso è GRATUITO, è organizzato in collaborazione con l’Associazione IRFI – Italia Romania Futuro Insieme e si terrà presso l’Aula Magna dell’Istituto Tecnico Industriale Statale “Giovanni XXIII”
Via di Tor Sapienza, 160 – Roma

Per informazioni sui giorni, orari ed iscrizioni contattare Simona C. Farcas, cell. 389-1864064

Il corso è aperto a tutti, non solo agli studenti, e verterà sui seguenti punti, dettagliatamente specificati nel programma di seguito:
• Comprensione scritta;
• Comprensione orale;
• Espressione scritta;
• Espressione orale;
• Conversazione su centri di interesse di utilità immediata.

Durata:
Il corso avrà una durata totale di 100 ore e si articolerà in due incontri settimanali dalla durata di due ore ciascuno.

Certificazione di Italiano come Lingua Straniera

Certificazione di Italiano come Lingua Straniera

La CILS
La Certificazione di Italiano come Lingua Straniera è un titolo di studio che attesta il grado di competenza linguistico-comunicativa in italiano come L2 (seconda lingua). La CILS è riconosciuta come titolo ufficiale di competenza linguistica ai sensi della L. 204/1992 e dell’Art. 11 dello Statuto dell’Università per Stranieri di Siena, ente che rilascia la certificazione. Inoltre, in base ad una convenzione quadro, è riconosciuta ufficialmente dal Ministero degli Affari Esteri della Repubblica Italiana. Per un cittadino straniero ottenere la CILS significa maggiori possibilità di inserirsi nel mondo del lavoro, iscriversi alle Università italiane e ogni altro ambito d’uso in cui sia richiesto un determinato livello di competenza nella nostra lingua attestato formalmente. Il Ministero dell’Università e della Ricerca riconosce la CILS come certificato per l’ammissione degli studenti stranieri extra-comunitari alle Università italiane; in riferimento al regime di autonomia universitaria, la CILS costituisce un punteggio nella graduatoria derivante dagli esami di ammissione presso i singoli Atenei. Molte aziende o ditte italiane e straniere riconoscono i certificati CILS come requisiti per rapporti di lavoro.

Il livello UNO – B1
Il Livello UNO – B1 è il livello di base della competenza: verifica le capacità linguistico-comunicative necessarie per usare la lingua italiana con autonomia e in modo adeguato nelle situazioni più frequenti della vita quotidiana.
Uno studente straniero con questo livello è in grado di comunicare in italiano nelle situazioni di tutti i giorni sia per scritto sia oralmente, e può leggere i testi più diffusi ed utili. È il livello adeguato per gli adolescenti che frequentano la scuola secondaria superiore (14 – 18 anni) e per gli immigrati stranieri che hanno partecipato a corsi per il conseguimento della licenza elementare.

L’esame CILS livello UNO – B1
L’esame CILS, livello B1, si compone di cinque prove: ascolto, comprensione scritta, analisi delle strutture di comunicazione, produzione scritta e produzione orale e ha, complessivamente, una durata di tre ore e trenta minuti circa. I contenuti dell’esame sono specificati nel programma allegato.

Materiale didattico:
• Quaderni CILS. Livello UNO-B1. Centro CILS Università per stranieri di Siena. Libro + CD-ROM
• Grammatica italiana, grammatica essenziale, Amedeo Alberti, A. Vallardi Editore
• L’uso della lingua. Guida alla teoria e alla pratica della lingua quotidiana, Laura Craici, A. Vallardi Editore
• Grammatica italiana. Regole ed esempi d’uso, Roberto Tartaglione, Alma Edizioni
• Grammatica essenziale della lingua italiana con esercizi. Esercizi supplementari e test, Linuccio Pederzani e Marco Mezzadri, Guerra Edizioni
• Schedario linguistico autocorrettivo, autori vari, Principato edizioni

    Corso di lingua italiana L2-LS

Dante

PROGRAMMA
Livello Uno – B1

Grammatica:
• Sostantivi: genere e numero;
• Aggettivi: genere e numero, accordo con il sostantivo;
• Articoli: determinativo e indeterminativo;
• Verbi: coniugazione della forma attiva e riflessiva dei verbi regolari e dei verbi irregolari (dare, fare, stare, andare, potere, sapere, bere, dire, venire),
– Modi e tempi: indicativo presente, passato prossimo, imperfetto, infinito, imperativo, condizionale presente,
– Uso dei verbi ausiliari,
– Uso dei verbi modali: potere, volere, dovere;
• Pronomi: personali, possessivi, dimostrativi, interrogativi, riflessivi, relativi;
• Avverbi: qualificativi, di tempo, di quantità, di luogo, di affermazione, di negazione;
• Numeri: ordinali e cardinali;
• Preposizioni: semplici e articolate;
• La frase semplice: dichiarative, interrogative, esclamative, volitive con l’imperativo e il condizionale;
• La frase complessa: coordinate copulative, avversative, dichiarative, e subordinate esplicite: temporali, causali, dichiarative, relative. Uso appropriato delle congiunzioni più frequenti, dei modi e tempi verbali in queste frasi;
• Fonetica: regole e profili intonativi.

Uso della lingua:
1. Comprensione orale: comprendere il senso globale e le principali informazioni presenti in testi parlati di contenuto quotidiano e generale;
2. Comprensione scritta: comprendere il senso globale e le principali informazioni presenti in testi scritti di argomento quotidiano e generale;
3. Produzione orale: saper produrre testi scritti con strutture semplici, ma che trasmettano le informazioni in modo chiaro ed efficace dal punto di vista comunicativo;
4. Produzione scritta: sapersi esprimere in maniera chiara, utilizzare con una certa sicurezza le strutture fondamentali della lingua italiana e comunicare efficacemente i messaggi orali.

Come arrivare dalla Stazione Termini:
– Prendere la tramvia n. 5 o 14 e scendere alla fermata L.go Preneste. Prendere la linea bus 112 o 314 e scendere alla prima fermata di “Tor Sapienza”.

Per informazioni:
Associazione IRFI - "Italia Romania Futuro Insieme" onlus
cell. 389-1864064
@: info@irfionlus.org